Bye Bye Bombay è un brano scritto e interpretato dagli Afterhours contenuto nell’album Quello che non c’è pubblicato nel 2002. Disco che segna una svolta stilistica per la band milanese, approdando verso lo stile cantautorale dai testi introspettivi e malinconici, toccando temi come la sofferenza e l’intimità. Canzone assolutamente degna di nota per una band che ha scelto la ricerca musicale, il sapersi rinnovare e l’importanza del comunicare attraverso la musica.

Testo e Accordi per chitarra.

Afterhours Bye Bye Bambay Accordi per Chitarra Chords Testo

    RE                            LA
    Steso su un balcone guardo il porto
              FA#/LA#      SIm
    Sembra un cuore nero e morto
                          RE
    Che mi sputa una poesia
                                    LA
    Nella quale il giorno in cui mi lancerò
      SIb          SIm
    E non mi prenderanno
                        SOL
    Neanche tu mi prenderai

    SIm     SOL
    Io non tremo

       SIm                         SOL
    E' solo un po' di me che se ne va
    FA#m         SIm      FA#m        SIm
    Giù nella città, dove ogni strada sa
       FA#m         SIm
    Condurre sino a te e io no
    RE                SOL                     RE   SOL   
    Bye bye, bye bye, bye bye, bye bye Bombay

    RE                    LA         FA#/LA#      
    Sai Mimì che la paura è una cicatrice
    SIm                           RE
    Che sigilla anche l'anima più dura
                              LA          SIb
    Non si può giocare con il cuore della gente
           SIm             LA              SOL
    Se non sei un professionista, ma ho la cura

    SIm     SOL
    Io non tremo
       SIm                         SOL
    E' solo un po' di me che se ne va
       FA#m         SIm FA#m        SIm
    E' sporca la città, tutto cercherà
          FA#m         SIm    
    Di condurre sino a te e io no
    RE                SOL                  RE  SOL
    Bye bye, bye bye, bye bye, bye bye Bombay

Strumentale:
             RE     SOL

    RE                SOL                  
    Bye bye, bye bye, bye bye, bye bye

    RE                SOL                  
    Bye bye, bye bye, bye bye, bye bye....

Articoli correlati

  • Quello Che Non C’èQuello Che Non C’è Quello Che Non C'è è la traccia d'apertura dell'omonimo album pubblicato nel 2002 dagli Afterhours. La canzone è anche il simbolo di una nuova musicalità del gruppo che, orfano […]
  • Il Paese è RealeIl Paese è Reale Il Paese è Reale è una canzone tratta dall'album Afterhours presentano: Il Paese è reale (19 artisti per un paese migliore?), la compilation che raccoglie, oltre al suddetto, […]
  • Voglio una Pelle SplendidaVoglio una Pelle Splendida Voglio una Pelle Splendida è un brano scritto e interpretato dagli Afterhours contenuto nell'album Hai paura del buio pubblicato nel 1997. Disco molto particolare, considerato da […]
  • Male di MieleMale di Miele Male di Miele è un singolo degli Afterhours, estratto dal quarto album della band milanese Hai Paura del Buio? (1997). Pubblicato nel 1998, Male di Miele è uno dei maggiori […]

L'autore del post

Foto dell'autore
Alberto Moneti 31 anni; pianista dall'età di 8 anni, organista, percussionista, ha conseguito la licenza in teoria e solfeggio al Conservatorio Cherubini di Firenze. Webmaster, operatore di marketing online e SEO. Twitter @albertomoneti