Anche per Te è un brano scritto e interpretato da Lucio Battisti con l’aiuto magistrale del paroliere Giulio Rapetti, in arte Mogol. Uscito come singolo nel novembre del 1971, era il lato B della celeberrima Canzone del Sole. Il testo è uno dei pochi del paroliere brianzolo ad avere un sfondo “sociale”, in quanto racconta tre storie di donne, tre donne che hanno una vita difficile: una suora, che si alza presto per pregare e sente il mondo troppo lontano; una prostituta e una ragazza madre.

Testo e Accordi per chitarra.

Lucio Battisti Anche per Te Accordi per Chitarra Chords Testo

Intro:
       DO  RE  SOL    DO  RE  SOL

       DO  LA/DO#  RE    SOL

        SOL                     DO             RE     SOL   DO SOL
    Per te che è ancora notte e già prepari il tuo caffé
                               DO              RE     SOL   DO SOL
    Che ti vesti senza più guardar lo specchio dietro te
        MIm             DO            RE
    Che poi entri in chiesa e preghi piano
        SOL                    DO           RE    SOL
    E intanto pensi al mondo ormai per te così lontano

        SOL               DO           RE      SOL   DO SOL
    Per te che di mattina torni a casa tua perché
                               DO             RE    SOL  DO SOL
    Per strada più nessuno ha freddo e cerca più di te
        MIm            DO                      RE
    Per te che metti i soldi accanto a lui che dorme
         SOL                    DO             RE     SOL
    E aggiungi ancora un po' d'amore a chi non sa che farne

    DO        SOL         DO                    LAm   DO
    Anche per te vorrei morire, ed io morir non so
              SOL  DO                   RE
    Anche per te darei qualcosa che non ho
        SOL     RE      DO
    E così, e così, e così
              SOL
    Io resto qui
      DO
    A darle i miei pensieri

    A darle quel che ieri
                                                    SOL
    Avrei affidato al vento cercando di raggiungere chi
       DO            RE    SOL
    Al vento avrebbe detto sì

       DO  RE  SOL    DO  RE  SOL

       DO  LA/DO#  RE    SOL
     
        SOL                DO              RE     SOL    DO SOL
    Per te che di mattina svegli il tuo bambino e poi
                                 DO              RE   SOL   DO SOL
    Lo vesti e lo accompagni a scuola e al tuo lavoro vai
        MIm          DO               RE
    Per te che un errore ti è costato tanto
        SOL                   DO          RE    SOL
    Che tremi nel guardare un uomo e vivi di rimpianto


    DO        SOL         DO                    LAm   DO
    Anche per te vorrei morire, ed io morir non so
              SOL  DO                   RE
    Anche per te darei qualcosa che non ho
        SOL     RE      DO
    E così, e così, e così
              SOL
    Io resto qui
      DO
    A darle i miei pensieri

    A darle quel che ieri
                                                    SOL
    Avrei affidato al vento cercando di raggiungere chi
       DO            RE    SOL
    Al vento avrebbe detto sì

       DO  RE  SOL    DO  RE  SOL

       DO  LA/DO#  RE   DO  LA/DO#  RE    SOL

Articoli correlati

  • Il Tempo di MorireIl Tempo di Morire Il Tempo di Morire è un brano scritto e interpretato da Lucio Battisti pubblicato come singolo l'8 giugno 1970. Scritta in coppia con il grande paroliere Giulio Rapetti, in arte […]
  • Aver Paura d’Innamorarsi TroppoAver Paura d’Innamorarsi Troppo Aver Paura d'Innamorarsi Troppo è un brano scritto e interpretato da Lucio Battisti contenuto nell'album Una donna per amico pubblicato nel 1978. Disco di grande successo, […]
  • L’AquilaL’Aquila L'aquila è un brano della coppia Lucio Battisti Giulio Rapetti in arte Mogol contenuto nel celebre album Il Mio Canto Libero uscito nel novembre del 1971. Una canzone dalle […]
  • Io Vorrei Non Vorrei Ma Se VuoiIo Vorrei Non Vorrei Ma Se Vuoi Io Vorrei Non Vorrei Ma Se Vuoi è un brano scritto e interpretato da Lucio Battisti contenuto nell'album Il mio canto libero pubblicato nel 1972. Scritto insieme al paroliere […]

L'autore del post

Foto dell'autore
Alberto Moneti 31 anni; pianista dall'età di 8 anni, organista, percussionista, ha conseguito la licenza in teoria e solfeggio al Conservatorio Cherubini di Firenze. Webmaster, operatore di marketing online e SEO. Twitter @albertomoneti