I Giardini di Marzo è un brano scritto e interpretato da Lucio Battisti contenuto nell’album Umanamente uomo, il sogno pubblicato nel 1972. Disco di grande successo, fu il secondo disco più venduto dell’anno, diventando una delle pietre miliari della canzone italiana. La canzone, scritta insieme al paroliere Mogol, è autobiografica e parla del periodo post bellico, tra povertà, malesseri esistenziali e difficoltà familiari. Un crescendo musicale ed emozionale, un autentico capolavoro.

Testo e Accordi per chitarra.

Lucio Battisti I Giardini di Marzo Accordi per Chitarra Chords Testo

Intro:
       SOL#m RE#m7 MI7+    SOL#m RE#m7 MI7+

      SOL#m               RE#m7   
Il carretto passava e quell'uomo
       MI7+   
gridava ”gelati”
      SOL#m                 RE#m7 
al ventuno del mese i nostri soldi
         MI7+
erano già finiti
     SOL#m              RE#m7
io pensavo a mia madre e rivedevo i
        MI7+
suoi vestiti
       SOL#m                RE#m7
il più bello era nero coi fiori non
            MI7+      
ancora appassiti

Strumentale:
             SOL#m RE#m7 MI7+    SOL#m RE#m7 MI7+

      SOL#m              RE#m7
All'uscita di scuola i ragazzi
             MI7+         
vendevano i libri
      SOL#m               RE#m7
io restavo a guardarli cercando il
          MI7+      
coraggio per imitarli
        SOL#m              RE#m7
poi sconfitto tornavo a giocar con la
      MI7+        
mente e i suoi tarli
     SOL#m            RE#m7 
e la sera al telefono tu mi dicevi
MI7+             FA#  RE#
perché non parli

         SI          FA#
Che anno è che giorno è questo è il
DO#m                SOL#m          SI
Tempo di vivere con te le mie mani come
          DO#m
vedi non tremano più
          FA#   RE# 
e ho nell'anima    in fondo all'anima
        SI
cieli immensi
           FA#          DO#m
e immenso amore e poi ancora ancora
               SOL#m    
amore amor per te
              SI          DO#m
fiumi azzurri e colline e praterie dove
FA#       RE#
corrono dolcissime
   SOL#m                      SI
le mie malinconie l'universo trova
       DO#m
spazio dentro me

        SOL#m            RE#m7             MI7+
ma il coraggio di vivere quello ancora non c'è

Strumentale:
             SOL#m RE#m7 MI7+    SOL#m RE#m7 MI7+

             SOL#m RE#m7 MI7+    SOL#m RE#m7 MI7+

      SOL#m            RE#m7    
I giardini di marzo si vestono di nuovi
  MI7+
colori
      SOL#m                RE#m7
e le giovani donne in quel mese vivono
 MI7+  
nuovi amori
     SOL#m                       RE#m7        MI7+ 
camminavi al mio fianco  e ad un tratto dicesti tu muori
       SOL#m             RE#m7         MI7+
se mi aiuti son certa che io ne verrò fuori
       SOL#m          RE#m7         MI7+
ma non una parola chiarì i miei pensieri
      SOL#m              RE#m7             MI7+    FA#  RE#
continuai a camminare lasciandoti attrice di ieri


         SI          FA#
Che anno è che giorno è questo è il
DO#m                SOL#m          SI
Tempo di vivere con te le mie mani come
          DO#m
vedi non tremano più
          FA#   RE# 
e ho nell'anima    in fondo all'anima
        SI
cieli immensi
           FA#          DO#m
e immenso amore e poi ancora ancora
               SOL#m    
amore amor per te
              SI          DO#m
fiumi azzurri e colline e praterie dove
FA#       RE#
corrono dolcissime
   SOL#m                      SI
le mie malinconie l'universo trova
       DO#m
spazio dentro me

        SOL#m            RE#m7             MI7+
ma il coraggio di vivere quello ancora non c'è

Strumentale:
             SOL#m RE#m7 MI7+    SOL#m RE#m7 MI7+   SOL#m11

Articoli correlati

  • Aver Paura d’Innamorarsi TroppoAver Paura d’Innamorarsi Troppo Aver Paura d'Innamorarsi Troppo è un brano scritto e interpretato da Lucio Battisti contenuto nell'album Una donna per amico pubblicato nel 1978. Disco di grande successo, […]
  • E Penso a TeE Penso a Te E Penso a Te è un brano scritto e interpretato da Lucio Battisti contenuto nell'album Umanamente uomo, il sogno pubblicato nel 1972. Scritto insieme al paroliere Mogol nel 1970, […]
  • Pensieri E ParolePensieri E Parole Pensieri E Parole è una canzone di Lucio Battisti del 1971, lanciata solamente come singolo il quale primeggiò la Hit Parade italiana per 14 settimane consecutive. Fu il decimo […]
  • Dieci RagazzeDieci Ragazze Dieci Ragazze è un brano pubblicato dalla Dischi Ricordi nel 1969, composto ed interpretato da Lucio Battisti su testo di Mogol. La pubblicazione avvenne come Lato B del singolo […]

L'autore del post

Foto dell'autore
Alberto Moneti 31 anni; pianista dall'età di 8 anni, organista, percussionista, ha conseguito la licenza in teoria e solfeggio al Conservatorio Cherubini di Firenze. Webmaster, operatore di marketing online e SEO. Twitter @albertomoneti