All’Una e Trentacinque Circa è un brano scritto e interpretato da Vinicio Capossela contenuto nell’album omonimo pubblicato nel 1990. Disco d’esordio per il cantautore emiliano, si fa subito notare vincendo la Targa Tenco. La canzone si presenta come un blues alla vecchia maniera con suoni prettamente acustici e testi che raccontano l’underground cittadino, avventure improbabili e amori fugaci, sullo sfondo la notte. Stile che resterà anche nei lavori a seguire.

Testo e Accordi per chitarra.

Vinicio Capossela All’Una e Trentacinque Circa Accordi per Chitarra Chords Testo

FA7 Un'altra volta bionda SIb7 la serata sta finendo FA7 e servi la mia birra dietro al bar SIb7 Negroni whisky Coca un Camparino con la soda FA7 e il ghiaccio il frigo il rusco c'e' da cambiare pure il fusto SOL7 e il cliente è gia' servito DO9 e la cassa ha registrato FA7 SOL7 DO9 l'ultimo drink dell'avvocato FA7 E se passasse cosi' in fretta SIb7 come ora che è finita FA7 questa serata maledetta SIb7 per cinquantamila lire un'altro giorno è da finire FA7 tra Negroni whisky trucco un narghile' con il tabacco SOL7 qualche indirizzo nel cappotto DO9 per finire sotto il letto FA7 DO7 ma ti ricordi che hai servito dietro al bar FA7 SIb7 FA7 Chimay, Bacardi Jamaican rhum SIb7 SIdim FA7 RE7 White Lady, Beck's bier, tequila bum bum SOL7 DO9 FA7 DO7 Dry gin, Charrington, Four Roses Bourbon FA7 Son state storie interessanti SIb7 di risate in mezzo ai denti FA7 di amori messi sotto spirito ad affogar SIb7 di vecchi camionisti un po' arrivisti, un po' alcolisti FA7 RE7 con la moglie lasciata a casa ad ingrassar SOL7 avventurieri di frontiera DO9 che non san passare il sabato sera FA7 DO9 senza finire ad ubriacarsi dentro un bar FA7 Che strana razza è poi il cliente SIb7 c'e' quello bello e intelligente FA7 c'e' il casinaro e l'invadente SIb7 c'e' chi ascolta trasognato c'e' chi urla e sta sbracato FA7 c'e' chi la donna se la intorta RE7 c'e' chi gli fa la mano morta SOL7 ma c'e' il cliente piu' divino DO9 il piu' richiesto e il piu' invitante FA7 DO9 e' quello che offre, paga a tutti e fa il brillante FA7 SIb7 FA7 Chimay, Bacardi Jamaican rhum SIb7 SIdim FA7 RE7 White Lady, Beck's bier, tequila bum bum SOL7 DO9 FA7 DO7 Dry gin, Charrington, Four Roses Bourbon FA7 SIb7 FA7 SIb7 FA7 RE7 SOL7 DO9 FA7 DO7 FA7 E ci siam poi noi musicisti SIb7 un po' beoni, un poco artisti FA7 compagnoni e nati tristi SIb7 sempre afflitti dal denaro perché la roba costa caro FA7 RE7 ma l'arte è cosa sacra e seria da salvar SOL7 per cento sacchi alla serata DO9 facciamo una vita sregolata FA7 ma il grande mito ci ha fregato che sei un eroe se sei suonato FA7 E per ultima la strofa piu' dolente SIb7 quella ahime' sull'esercente SIb7 dietro il banco o nell'ufficio intellettuale o ben vestito FA7 lui guadagna sempre poco RE7 tasse Iva e forniture SOL7 mamma mia quante paure DO9 con gli incassi son dolori FA7 per pagare i suonatori DO7 per pagare i suonatori FA7 SIb7 FA7 Chimay, Bacardi Jamaican rhum SIb7 SIdim FA7 RE7 White Lady, Beck's bier, tequila bum bum SOL7 DO9 FA7 DO7 Dry gin, Charrington, Four Roses Bourbon FA7 SIb7 FA7 SIb7 FA7 RE7 SOL7 DO9 FA7 DO7
Cercasi Programmatore Javascript

Articoli correlati

  • Ultimo AmoreUltimo Amore Ultimo Amore è un brano scritto e interpretato da Vinicio Capossela contenuto nell'album Modì pubblicato nel 1991. Secondo lavoro in studio per il cantautore reggiano, bissa il […]
  • Si È Spento il SoleSi È Spento il Sole Si È Spento il Sole è l'unico inedito della raccolta L'Indispensabile (2003), contenente i migliori brani di Vinicio Capossela, pubblicata per volere della casa produttrice CGD […]
  • Che Cossè l’AmorChe Cossè l’Amor Che Cossè l'Amor è un brano scritto e interpretato da Vinicio Capossela contenuto nell'album Camera a sud pubblicato nel 1994. Disco che viene pubblicato anche in Francia si […]
  • Il Ballo di San VitoIl Ballo di San Vito Il Ballo di San Vito è un brano scritto e interpretato da Vinicio Capossela contenuto nell'album omonimo pubblicato nel 1996. Disco che sancisce un cambiamento per quanto […]

L'autore del post

Foto dell'autore
Alberto Moneti 31 anni; pianista dall'età di 8 anni, organista, percussionista, ha conseguito la licenza in teoria e solfeggio al Conservatorio Cherubini di Firenze. Webmaster, operatore di marketing online e SEO. Twitter @albertomoneti