Cervo a Primavera è la prima traccia nonchè title-track dell’album studio che Riccardo Cocciante pubblicò nel 1980 per l’etichetta discografica RCA italiana. Segnava la prima collaborazione tra il cantautore ed il grande paroliere Mogol. Il testo conferma lo stile classico del paroliere brianzolo, con chiari riferimenti e metafore a temi naturalistici e ambientali, un grande successo entrato nella storia della canzone italiana.

Testo e Accordi per chitarra.

Riccardo Cocciante Cervo a Primavera Accordi per Chitarra Chords Testo

            RE#m            LA#m   
E io rinascerò cervo a primavera, 
            FA#                 LA#7
oppure diverrò gabbiano da scogliera
                        SI                         FA# 
senza più niente da scordare, senza domande più da fare
                     DO#    LA#7     
con uno spazio da occupare

            RE#m                  LA#m
E io rinascerò amico che mi sai capire
              FA#                               LA#7
e mi trasformerò in qualcuno che non può più fallire
                  SI                        FA# 
una pernice di montagna, che vola eppur non sogna
                       DO#    LA#7   
in una foglia o una castagna

            RE#m                LA#m
E io rinascerò amico caro amico mio
            FA#                         LA#7
e mi ritroverò, con penne e piume senza io
                 SI                      FA#   
senza paura di cadere, intento solo a volteggiare
                    DO#   LA#7       
come un eterno migratore

Strumentale:
             RE#m  LA#m  FA#  LA#7

                 SI                      FA#   
senza paura di cadere, intento solo a volteggiare
                    DO#   LA#7       
come un eterno migratore

            RE#m                         LA#m           
E io rinascerò senza complessi e frustrazioni
                 FA#                      LA#7            
amico mio ascolterò le sinfonie delle stagioni
                     SI                         FA#                  
con un mio ruolo definito, così felice di esser nato
                        DO#   LA#7                    
tra cielo terra e l'infinito

Strumentale:
             RE#m  LA#m  FA#  LA#7

            RE#m                         LA#m           
E io rinascerò senza complessi e frustrazioni
                 FA#                      LA#7            
amico mio ascolterò le sinfonie delle stagioni
                     SI                         FA#                  
con un mio ruolo definito, così felice di esser nato
                        DO#   LA#7                    
tra cielo terra e l'infinito

          RE#m             LA#m  FA#  LA#7
io rinascerò     io rinascerò

SI   FA#   DO#   LA#7
Cercasi Programmatore Javascript

Articoli correlati

  • MargheritaMargherita Margherita è uno dei brani più famosi in assoluto del repertorio di Riccardo Cocciante, scritta nel 1976 assieme al cantautore e paroliere Marco Luberti e poi pubblicata con […]
  • A Mano A ManoA Mano A Mano A Mano A Mano è un brano scritto e interpretato da Riccardo Cocciante contenuto nell'album Riccardo Cocciante pubblicato nel 1978. Scritto con la collaborazione di Marco Luberti, […]
  • Bella Senz’AnimaBella Senz’Anima Bella Senz'Anima è una delle più celebri canzoni di Riccardo Cocciante, incisa nel 1974 con l'album Anima, e prima traccia dello stesso. Cocciante ne ha scritto il testo assieme […]
  • Un Nuovo AmicoUn Nuovo Amico Un Nuovo Amico è un brano scritto e interpretato da Riccardo Cocciante contenuto nell'album Cocciante pubblicato nel 1982 confermando il sodalizio artistico con Mogol per la […]

L'autore del post

Foto dell'autore
Alberto Moneti 31 anni; pianista dall'età di 8 anni, organista, percussionista, ha conseguito la licenza in teoria e solfeggio al Conservatorio Cherubini di Firenze. Webmaster, operatore di marketing online e SEO. Twitter @albertomoneti