Dolcenera è la quarta traccia di Anime Salve, l’ultimo album inciso da Fabrizio De Andrè, nel 1996, e composto assieme ad Ivano Fossati, arrangiato poi dal musicista milanese Piero Milesi e farcito di richiami alla musica etnica sudamericana ma anche balcanica.
La canzone inizia e termina con un verso in dialetto genovese, che tradotto significa “guardala che arriva, com’è, com’è” in quanto tratta della solitudine di un innamorato perso nei suoi sogni (e deliri paranoici), mentre però lei sta morendo annegata: è ambientata infatti nei due giorni della grande alluvione a Genova, il 7 e l’8 ottobre 1970.
Da quando va in onda su Rai3, Dolcenera è la sigla del talk show condotto da Fabio Fazio Che Tempo Che Fa.

Testo con accordi per chitarra di Dolcenera.

Dolcenera Testo Accordi per Chitarra Guitar Chords Tablatura

SIm
Amìala ch'a l'aria cum'a l'è cum'a l'è
Amìala ch'a l'ariach'a l'è le ch'a l'è le
Amìala ch'a l'aria cum'a l'è cum'a l'è
Amìala ch'a l'ariach'a l'è le ch'a l'è le

               MIm                  SIm
nera che porta via che porta via la via
                  FA#7                              SIm
nera che non si vedeva da una vita intera così dolcenera  
                 MIm                    SIm
nera che picchia forte che butta giù le porte
                       FA#7
nu l'è l'aegua ch'à fà baggià
         SIm
imbaggià imbaggià

            MIm                      SIm
nera di malasorte che ammazza e passa oltre
                  FA#7                               SIm
nera come la sfortuna che si fa la tana dove non c'è luna 
              MIm                 SIm
nera di falde amare che passano le bare

           FA#7
atru da stramua
              SIm
a nu n'à a nu n'à

                  FA#                 SIm
ma la moglie di Anselmo non lo deve sapere
                 FA#                 SIm
che è venuta per me è arrivata da un'ora  
               MIm        FA#      SIm
e l'amore ha l'amore come solo argomento
                 FA#                  SIm
e il tumulto del cielo ha sbagliato momento

FA#7 SIm FA#7 SIm FA# SIm FA# SIm

                   MIm                 SIm
acqua che non si aspetta altro che benedetta
                FA#7                             SIm
acqua che porta male sale dalle scale sale senza sale
          MIm                         SIm
acqua che spacca il monte che affonda terra e ponte
                         FA#7
nu l'è l'aegua de 'na ramma
                 SIm
'n calabà 'n calabà

                  FA#                    SIm
ma la moglie di Anselmo sta sognando del mare
                     FA#                  SIm
quando ingorga gli anfratti si ritira e risale
                 MIm        FA#       SIm
e il lenzuolo si gonfia sul cavo dell'onda
              FA#               SIm
e la lotta si fa scivolosa e profonda

FA# SIm SI7 MIm SIm DO#m FA# SIm SI7 MIm SIm FA#

SIm
Amìala ch'a l'aria cum'a l'è cum'a l'è
Amìala ch'a l'ariach'a l'è le ch'a l'è le

          MIm                            SIm
acqua di spilli fitti dal cielo e dai soffitti
                 FA#7                              SIm
acqua per fotografie per cercare i complici da maledire
          MIm                       SIm
acqua che stringe i fianchi tonnara di passanti
            FA#7
atru da camalla
              SIm
a nu n'à a nu n'à

                  FA#                   SIm
oltre il muro dei vetri si risveglia la vita
                  FA#                SIm
che si prende per mano a battaglia finita
                MIm           FA#      SIm
come fa questo amore che dall'ansia di perdersi
               FA#                    SIm
ha avuto in un giorno la certezza di aversi

FA#7 SIm FA#7 SIm FA# SIm FA# SIm

             MIm                   SIm
acqua che ha fatto sera che adesso si ritira
                   FA#7                                    SIm
bassa sfila tra la gente come un innocente che non c'entra niente
                 MIm                  SIm
fredda come un dolore Dolcenera senza cuore
            FA#7
atru da camalla
              SIm
a nu n'à a nu n'à

                 FA#                     SIm
e la moglie di Anselmo sente l'acqua che scende
                 FA#                  SIm
dai vestiti incollati da ogni gelo di pelle
                   MIm     FA#     SIm
nel suo tram scollegato da ogni distanza
                  FA#                  SIm
nel bel mezzo del tempo che adesso le avanza
               MIm         FA#    SIm
così fu quell'amore dal mancato finale
                 FA#                  SIm
così splendido e vero da potervi ingannare

LA LAb SOL FA# SIm FA# SIm SI7 MIm SIm DO#m FA# SIm FA# SIm SI7 MIm SIm FA#

SIm
Amìala ch'a l'aria cum'a l'è cum'a l'è
Amìala ch'a l'ariach'a l'è le ch'a l'è le
Amìala ch'a l'aria cum'a l'è cum'a l'è
Amìala ch'a l'ariach'a l'è le ch'a l'è le

Articoli correlati

L'autore del post

Foto dell'autore
Alberto Moneti 31 anni; pianista dall'età di 8 anni, organista, percussionista, ha conseguito la licenza in teoria e solfeggio al Conservatorio Cherubini di Firenze. Webmaster, operatore di marketing online e SEO. Twitter @albertomoneti