La Leva Calcistica del 68 è un brano scritto e interpretato da Francesco De Gregori contenuto nell’album Titanic pubblicato nel 1982. Disco di grande successo, diventato un classico del cantautorato italiano. Il testo della canzone parla di un provino fatto da un ragazzino di dodici anni presso una squadra di calcio, il resto della descrizione è affidato alla poesia e alla dolcezza del cantautore romano. Musicalmente si presenta come una ballata pop lenta, perfetta per essere suonata con la chitarra o con il pianoforte, buon divertimento!

Testo e Accordi per chitarra.

Francesco De Gregori La Leva Calcistica Del 68 Accordi per Chitarra Chords Testo

Intro:
       RE  LA/DO#  SIm  RE/LA  SOL  MIm  SOL/LA LA

       RE  LA/DO#  SIm  RE/LA  SOL  MIm  SOL/LA LA

RE                   LA/DO#
Sole sul tetto dei palazzi in costruzione,
SIm                RE/LA           SOL
sole che batte sul campo di pallone e terra
              MIm       SOL/LA           LA
e polvere che tira vento e poi magari piove
RE              LA/DO#         SIm
Nino cammina che sembra un uomo, con le
             RE/LA     SOL                      MIm         SOL/LA  LA         
scarpette di gomma dura, dodici anni e il cuore pieno di paura

   SOLm7             DO       FA
Ma Nino non aver paura a sbagliare un calcio di rigore
      LA7/4                 LA
non è mica da questi particolari
       REm                           SOLm7                  DO
che si giudica un giocatore, un giocatore lo vedi dal coraggio,
         SOLm7               DO7
dall'altruismo e dalla fantasia

      FA
E chissà quanti ne hai visti e quanti ne vedrai
       LAm/MI
di giocatori che non hanno vinto mai ed
        DOm/MIb
hanno appeso le scarpe a qualche tipo di muro
         RE4                  RE7  SOLm
e adesso ridono dentro a un bar, e sono
                                 DO7/4                     DO
innamorati da dieci anni con una donna che non hanno amato mai
        FA                          LA7/4           LA7             
Chissà quanti ne hai veduti, chissà quanti ne vedrai

RE                LA/DO#
Nino capì fin dal primo momento,
SIm             RE/LA                 SOL
l'allenatore sembrava contento e allora mise il cuore
       MIm           SOL/LA                  LA
dentro alle scarpe e corse più veloce del vento
RE                       LA/DO#
Prese un pallone che sembrava stregato,
SIm                  RE/LA         SOL
accanto al piede rimaneva incollato, entrò nell'area,
     MIm                      SOL/LA
tirò senza guardare ed il portiere si
   LA             LA7/4  LA7
lo fece passare

   SOLm7             DO       FA
Ma Nino non aver paura a sbagliare un calcio di rigore
      LA7/4                 LA
non è mica da questi particolari
       REm                           SOLm7                  DO
che si giudica un giocatore, un giocatore lo vedi dal coraggio,
         SOLm7               DO7
dall'altruismo e dalla fantasia

Strumentale:
             FA  LAm/MI  DOm/MIb  RE4  RE7

SOLm                         DO7/4          DO7
Il ragazzo si farà, anche se ha le spalle strette,
             FA
questo altro anno
                LA4            LA7    
giocherà con la maglia numero sette

Strumentale:
            RE  LA/DO#  SIm  RE/LA  SOL  MIm  SOL/LA  LA

Articoli correlati

L'autore del post

Foto dell'autore
Alberto Moneti 31 anni; pianista dall'età di 8 anni, organista, percussionista, ha conseguito la licenza in teoria e solfeggio al Conservatorio Cherubini di Firenze. Webmaster, operatore di marketing online e SEO. Twitter @albertomoneti