Ed Ero Contentissimo è un brano autobiografico di Tiziano Ferro, che descrive le sue sensazioni riguardo la fine di un amore nonchè i più bei ricordi di esso vissuti, in particolare un viaggio ad Amsterdam. E’ uscito nel 2006 come secondo singolo da Nessuno E’ Solo ed è stato inciso anche in lingua spagnola col titolo “Y Estaba Contentisimo”; il videoclip è stato girato a Barcellona.

Testo + accordi per chitarra.

Ed Ero Contentissimo Accordi per Chitarra Testo Chords

Mim Re Mim Re

Mim
Ora che sarai un po' sola
Re
Tra il lavoro e le lenzuola
Mim                      Re
Presto dimmi tu come farai ?
Mim
Ora che tutto va a caso
Re
Ora non sono più un peso
Mim                       Re
Dimmi quali scuse inventerai 

       Sol
Inventerai che non hai tempo
        Sim
Inventerai che tutto è spento
       Mim                          Re
Inventerai che ora ti ami un po' di più
        Mim
Inventerai che ora sei forte
         Re
E chiuderai tutte le porte
         Mim          Sol
Ridendo troverai una scusa
        Re
Una in più.. Una in più..

Re6            Lam                    Si
Ed ero contentissimo in ritardo sotto casa ed io che ti aspettavo
Mim           Re            Do
Stringimi la mano e poi partiamo.
                  Lam                          Re
In fondo eri contentissima quando guardando Amsterdam non ti importava
 Sol
della pioggia che cadeva.
Mim                  Lam
solo una candela era bellissima
                    Si
e il ricordo del ricordo che ci suggeriva
   Mim        Re          Do
che comunque tardi o prima ti dirò
              Lam
che ero contentissimo
                    Si
ma non te l'ho mai detto che chiedevo
       Mim
Dio ancora
Ancora
Ancora



Mim Re Mim Re

Mim
Qualche cosa ti consola
Re
Con gli amici il tempo vola
Mim                         Re
Ma qualcosa che non torna c' è
Mim
C' è che ho freddo e non mi copro
Re
C' è che tanto prima o dopo
Mim                   Re
Convincendoti ci crederai

       Sol
Ci crederai che fa più caldo
          Sim
Da quando non mi hai ormai più accanto
            Mim
E forse è meglio
                           Re
perché sorridi un po' di più

un po' di più.

Ed ero contentissimo in ritardo sotto casa ed io che ti aspettavo
Stringimi la mano e poi partiamo.
In fondo eri contentissima quando guardando Amsterdam non ti importava
della pioggia che cadeva.
solo una candela era bellissima
e il ricordo del ritorno che ci suggeriva
che comunque tardi o prima ti dirò
che ero contentissimo
ma non te l'ho mai detto che chiedevo
Dio ancora
Ancora
Ancora
Ancora

     Lam                       Sim4                        Mim
E il mio ricordo ti verrà a trovare quando starai troppo male
        Re           Do
Quando invece starai bene resterò a guardare
Lam
Perché ciò che ho sempre chiesto al cielo
Re                Sol                        Mim
È che questa vita ti donasse gioia e amore vero
E in fondo

Ed ero contentissimo in ritardo sotto casa ed io che ti aspettavo
Stringimi la mano e poi partiamo.
In fondo eri contentissima quando guardando Amsterdam non ti importava
della pioggia che cadeva.
solo una candela era bellissima
e il ricordo del ritorno che ci suggeriva
che comunque tardi o prima ti dirò
che ero contentissimo
ma non te l'ho mai detto che chiedevo
Dio ancora
Ancora
Ancora

Ed ero contentissimo ma non te l' ho mai detto
E dentro urlavo
Dio ancora
Ancora Ancora

[Tiziano Ferro]

Articoli correlati

L'autore del post

Foto dell'autore
Alberto Moneti 31 anni; pianista dall'età di 8 anni, organista, percussionista, ha conseguito la licenza in teoria e solfeggio al Conservatorio Cherubini di Firenze. Webmaster, operatore di marketing online e SEO. Twitter @albertomoneti