Firenze Canzone Triste è un brano scritto e interpretato da Ivan Graziani contenuto nell’album Viaggi e intemperie pubblicato nel 1980. Ottavo lavoro in studio per il cantautore abruzzese, anche questo pubblicato per la “Numero 1”, casa discografica fondata da Mogolo e Lucio Battisti. La canzone, uno dei suoi più grandi successi, racconta di un amore da dividere tra due ragazzi, il protagonista e uno studente irlandese di filosofia.

Testo e Accordi per chitarra.

Ivan Graziani Firenze Canzone Triste Accordi per Chitarra Chords Testo

REm SOLm Firenze lo sai, non è servita a cambiarla DO FA LA7 la cosa che ha amato di più è stata l'aria REm REm/DO SOLm lei ha disegnato, ha riempito cartelle di sogni DO ma gli occhi di marmo del Colosso Toscano FA LA7 guardano troppo lontano
RE SOL Caro il mio Barbarossa, studente in filosofia RE SOL con il tuo italiano insicuro certe cose le sapevi dire RE SOL Oh lo so, lo so, lo so, lo so bene, lo so RE SOL una donna da amare in due in comune fra te e me RE MIm RE7+ SOL6 Ma di tempo ce n'è in questa città RE7+ SOL6 LA7/4 fottuti di malinconia e di lei RE FA# Per questo canto una canzone triste, triste, triste SIm FA# triste, triste, triste triste, triste, triste SIm Triste come me LA SOL RE/FA# LA E non c'è più nessuno che mi parli MIm SOL RE FA# SIm FA# SIm ancora un po' di lei, ancora un po' di lei LA SOL RE/FA# LA E non c'è più nessuno che mi parli MIm SOL REm ancora un po' di lei, ancora un po' di lei
REm SOLm Ricordo i suoi occhi, strano tipo di donna che era DO FA LA7 quando gettò i suoi disegni con rabbia giù da Ponte Vecchio REm REm/DO SOLm "Io sono nata da una conchiglia" diceva DO "La mia casa è il mare e con un fiume no, FA LA7/4 non la posso cambiare"
RE SOL Caro il mio Barbarossa, compagno di un'avventura RE SOL certo che se lei se n'è andata no, non è colpa mia RE SOL Oh lo so, lo so, lo so, la tua vita non cambierà RE SOL ritornerai in Irlanda con la tua laurea in filosofia RE MIm RE7+ SOL6 ma io che farò in questa città? RE/FA# SOL6 LA7/4 Fottuto di malinconia e di lei RE FA# Per questo canto una canzone triste, triste, triste SIm FA# triste, triste, triste triste, triste, triste SIm Triste come me LA SOL RE/FA# LA E non c'è più nessuno che mi parli MIm SOL RE FA# SIm FA# SIm ancora un po' di lei, ancora un po' di lei LA SOL RE/FA# LA E non c'è più nessuno che mi parli MIm SOL RE FA# SIm FA# SIm ancora un po' di lei, ancora un po' di lei

Articoli correlati

  • Lugano AddioLugano Addio Lugano Addio è un brano scritto e interpretato da Ivan Graziani contenuto nell'album I lupi pubblicato nel 1977. Alla realizzazione del disco collabora anche Antonello Venditti […]
  • AgneseAgnese Agnese è un brano scritto e interpretato da Ivan Graziani contenuto nell'album Agnese dolce Agnese pubblicato nel 1979. Il titolo del disco riprende un verso della canzone, che […]
  • MonnalisaMonnalisa Monnalisa è un brano scritto e interpretato da Ivan Graziani inserito nell'album Pigro pubblicato nel 1978. Da molti considerato il disco più bello del cantautore abruzzese, […]
  • Che Sarà di MeChe Sarà di Me Che Sarà di Me è un brano di Massimo Di Cataldo inciso nel 1995 contenuto nell'album Siamo nati liberi. Scritto insieme a Vincenzo Incenzo e Laurex è stato presentato al Festival […]
  • LametteLamette Lamette è un brano scritto e interpretato da Donatella Rettore contenuto nell'album Kamikaze Rock'n'Roll Suicide pubblicato nel 1982. Uno dei lavori in studio più celebri […]

L'autore del post

Foto dell'autore
Alberto Moneti 31 anni; pianista dall'età di 8 anni, organista, percussionista, ha conseguito la licenza in teoria e solfeggio al Conservatorio Cherubini di Firenze. Webmaster, operatore di marketing online e SEO. Twitter @albertomoneti