Leggero è forse il pezzo più autobiografico di Ligabue, nel cui testo vi si possono cogliere vari riferimenti ad altri suoi lavori, quelli inclusi nell’album Buon Compleanno Elvis (1995, di cui Leggero è l’ultima traccia) ma anche quelli precedenti ad esso. Canzone lenta ed eseguita per la prima metà quasi esclusivamente da voce e chitarra acustica, ma in seguito crescendo, Leggero è uno dei brani preferiti dai fan di Ligabue e spesso fa da pezzo di chiusura dei  suoi concerti.

Leggero: testo ed accordi per chitarra.

Luciano Ligabue Leggero Accordi per Chitarra e Testo

Intro:
DO  SOL  MIm FA
DO  SOL  MIm FA

       DO         SOL        MIm         FA
Ci son macchine nascoste e però nascoste male
     DO        SOL                       MIm          FA
e le vedi dondolare al ritmo di chi è li dentro per potersi consolare
  DO        SOL               MIm      FA
godendo sui clacson, fra i fantasmi di Elvis
       DO              SOL             MIm                FA
ci son nuvole in certe camere e meno ombrelli di quel che pensi
     DO             SOL    MIm     FA
lo sapete cos'ha in testa, il mago Walter

          DO           SOL        MIm         FA7+
quando il trucco gli riesce e non pensa più a niente?
    DO                 SOL           MIm               FA
I ragazzi sono in giro   e, certo, alcuni sono in sala giochi
     DO             SOL          MIm        FA
e l'odore dei fossi forse lo riconoscono in pochi
     LAm                 SOL
e le senti le vene piene di ciò che sei
     MIm7                   FA
e ti attacchi alla vita che hai

        DO  SOL       MIm    FA
     Legge--ro nel vestito migliore
             DO         SOL         MIm    FA
     senza andata ne' ritorno senza destinazione
        DO  SOL       MIm    FA
     legge--ro nel vestito migliore
           DO              SOL        MIm          FA
     nella testa un po' di sole ed in bocca una canzone

DO  SOL  MIm FA
DO  SOL  MIm FA

     DO         SOL           MIm         FA
Dove passerà la banda col suo suono fuori moda
        DO                 SOL                          MIm       FA
col suo suono un giorno un po' pesante un giorno invece troppo leggero?
       DO     SOL              MIm     FA
Mentre Key si sbatte perché le urla la vena
      DO           SOL           MIm                  FA
pensi che sei fortunato: ti è mancato proprio solo un pelo
     DO       SOL           MIm        FA
e ti vedi con una che fa il tuo stesso giro

     DO         SOL         MIm  MIm  MIm7  FA7+
e ti senti il diritto di sentir--ti   leg---gero
         DO       SOL            MIm       FA
C'e' qualcuno che urla per un addio al celibato
        DO       SOL          MIm     FA
per una botta di vita con una troia affittata
     LAm                 SOL
e le senti le vene piene di ciò che sei
     MIm7                   FA
e ti attacchi alla vita che hai

        DO  SOL       MIm    FA
     Legge--ro nel vestito migliore
             DO         SOL         MIm    FA
     senza andata ne' ritorno senza destinazione
        DO  SOL       MIm    FA
     legge--ro nel vestito migliore
           DO              SOL        MIm          FA
     nella testa un po' di sole ed in bocca una canzone

DO  SOL  MIm FA

Articoli correlati

L'autore del post

Foto dell'autore
Alberto Moneti 31 anni; pianista dall'età di 8 anni, organista, percussionista, ha conseguito la licenza in teoria e solfeggio al Conservatorio Cherubini di Firenze. Webmaster, operatore di marketing online e SEO. Twitter @albertomoneti