Scetate Vajò è l’ottava traccia è l’ottava traccia di Bar Della Rabbia (2009), l’album d’esordio del cantautore romano Alessandro Mannarino. L’intero album trae ispirazioni da varie tipologie di musica folkloristica: vi si trova quella balcanica, quella blues, quella tipica romana degli stornelli e, nel caso specifico di Scetate Vajò, la taranta. Tradotto dal napoletano il titolo significa “svegliati ragazzo/a”.

Testo + accordi per chitarra.

Scetate Vajò Accordi per Chitarra Guitar Chords Testo Lyrics

Intro: DO SOL7 DO SOL7  (X2)

DO                      SOL7                     DO
   Ho tagliato i miei capelli e c'ho fatto una coperta
                   SOL7                     DO
La lascio sopra al letto che ti possa riscaldare
                 SOL7                          DO
Da quando non ti amo la tua schiena è assai scoperta
                    SOL7                          DO
Il tuo collo ha più paura ed ogni notte è un temporale
SOL7                       DO     SOL7
           Che ti fa tanto male
Do                    SOL7                       DO
   Ho raccolto le mie lacrime e c'ho fatto una pozione
                SOL7                    DO
La lascio sul comò perchè ti possa dissetare
                 SOL7                    DO
Da quando non ti amo la tua gola è un burrone
                    SOL7                     DO
Il tuo petto brucia forte sta lì lì per soffocare
SOL7                        DO     SOL7
           E non ti fa respirare

DO      SOL7     DO  SOL7     DO      SOL7     DO  SOL7
Sce - tate     vajò           Sce - tate     vajò

        DO      SOL7       DO            SOL7           DO
Eri una bella cerasa napoletana Piena di vita, piena di grana
      SOL7                DO       SOL7
Però adesso non ce la fai più   Perchè??

DO SOL7 DO SOL7

DO                    SOL7                      DO
   Ho tagliato le mie unghie e c'ho fatto una lametta
                   SOL7                   DO
La lascio sopra al cesso che ti possa depilare
                 SOL7                        DO
Da quando non ti amo la tua pelle è ormai sospetta
                       SOL7                     DO
T'è cresciuto forte il pelo sullo stomaco e sul cuore
SOL7                     DO     SOL7
         E ti da tanto dolore

DO                    SOL7                     DO
   Ho tagliato le mie vene e c'ho fatto una tintura
                SOL7                   DO
La lascio sulla vasca che ci possa colorare
                 SOL7                      DO
Da quando non ti amo la tua veste è sempre scura
                  SOL7                  DO
I tuoi abiti sono neri come corvi sopra bari,
SOL7                         DO     SOL7
         stanno sempre a gracchiare

DO      SOL7     DO  SOL7     DO      SOL7     DO  SOL7
Sce - tate     vajò           Sce - tate     vajò

        DO      SOL7       DO            SOL7           DO
Eri una bella cerasa napoletana Piena di vita, piena di grana
      SOL7                DO       SOL7
Però adesso non ce la fai più   Perchè??

DO SOL7 DO SOL7

DO                    SOL7                         DO
   Ho tagliato la mia testa e c'ho fatto un bel pallone
                 SOL7                       DO
La lascio sul balcone che ci possa un pò giocare
                 SOL7                    DO
Da quando non ti amo sei caduta in depressione,
                 SOL7                          DO
rinchiusa in una stanza sembri un fiore d'un colore
SOL7                        DO     SOL7
          Ed hai perso la ragione

DO      SOL7     DO  SOL7     DO      SOL7     DO  SOL7
Sce - tate     vajò           Sce - tate     vajò

        DO      SOL7       DO            SOL7           DO
Eri una bella cerasa napoletana Piena di vita, piena di grana
      SOL7                DO       SOL7
Però adesso non ce la fai più

DO SOL7 DO SOL7

DO      SOL7     DO  SOL7     DO      SOL7     DO  SOL7
Sce - tate     vajò           Sce - tate     vajò

        DO      SOL7       DO            SOL7           DO
Eri una bella cerasa napoletana Piena di vita, piena di grana
      SOL7                DO       SOL7
Però adesso non ce la fai più   Perchè??

DO SOL7 DO SOL7

DO SOL7 DO SOL7 DO

Articoli correlati

L'autore del post

Foto dell'autore
Alberto Moneti 31 anni; pianista dall'età di 8 anni, organista, percussionista, ha conseguito la licenza in teoria e solfeggio al Conservatorio Cherubini di Firenze. Webmaster, operatore di marketing online e SEO. Twitter @albertomoneti