La Nevicata del ’56 è un brano cantato da Mia Martini e pubblicato nel 1990. Scritto da Carlo Vistarini, Franco Califano, Massimo Cantini e Luigi Lopez, venne presentato al Festival di Sanremo ’90 aggiudicandosi per la terza volta il premio della critica, tra l’altro, inventato appositamente per la cantante. Il testo parla dell’inverno del ’56 come un fenomeno eccezionale, dove le temperature scesero a livelli record in tutta Europa. Il tutto raccontato in modo poetico e con un timbro vocale unico.

Testo e Accordi per chitarra.

Mia Martini la Nevicata del ’56 Accordi per Chitarra Chords Testo

  SOLm
    "Ti ricordi una volta
                                      DOm7
    Si sentiva soltanto il rumore del fiume la sera
  FA
    Ti ricordi lo spazio

    I chilometri interi
                       SIb
    Automobili poche allora
  SOLm
    Le canzoni alla radio

    Le partite allo stadio
                    DOm7
    Sulle spalle di mio padre
  FA
    La fontana cantava

    E quell'aria era chiara
                 SIb    LAm7 RE7
    Dimmi che era così
  SOLm
    C'era pure la giostra
                                  DOm7
    Sotto casa nostra e la musica che suonava
  FA
    Io bambina sognavo

    Un vestito da sera con tremila sottane
                              SIb
    Tu la donna che già lo portava
  SOLm
    C'era sempre un gran sole
                   DOm7
    E la notte era bella com'eri tu
  FA
    E c'era pure la luna molto meglio di adesso
              SIb     RE7/LA
    Molto più di così

  SOL
    Com'è com'è com'è
                        RE7
    Che c'era posto pure per le favole
    DO
    E un vetro che riluccica
  SOL
    Sembrava l'America
      RE7            SOL   RE7
    E chi l'ha vista mai
      SOL
    E zitta e zitta poi
                     RE7
    La nevicata del '56
    Do
    Roma era tutta candida
  SOL
    Tutta pulita e lucida
  LAm7            RE7 LAm7             RE7
    Tu mi dici di sì l'hai più vista così
  LAm7         RE7    SOL      RE7
    Che tempi quelli

    DO
    Roma era tutta candida
  SOL
    Tutta pulita e lucida
  LAm7            RE7 LAm7           RE7
    Tu mi dici di sì l'hai più vista così
  LAm7         RE7     SOL     RE7     DO     SOL    LAm7 RE7  SOL
    Che tempi quelli."

Articoli correlati

L'autore del post

Foto dell'autore
Alberto Moneti 31 anni; pianista dall'età di 8 anni, organista, percussionista, ha conseguito la licenza in teoria e solfeggio al Conservatorio Cherubini di Firenze. Webmaster, operatore di marketing online e SEO. Twitter @albertomoneti