Solo Due Satelliti è un brano interpretato da Marco Mengoni contenuto nell’album Le cose che non ho pubblicato nel 2015. La canzone, scritta interamente da Giuliano Sangiorgi cantante dei Negramaro, si presenta come una ballata pop dal sound elettronico e dal ritmo incalzante in stile cantautorale dove la melodia è in secondo piano al testo, molto scandito ritmicamente. Un nuovo successo per una delle nuove stelle della musica leggera italiana.

Testo e Accordi per chitarra.

Marco Mengoni Solo Due Satelliti Accordi per Chitarra Chords Testo

FAm                LAb
In quale parte del corpo
MIb4              MIb
ci potremmo incontrare
FAm             LAb
senza andare lontano
MIb4            MIb
per poterci sfiorare?

SIbm              REb
Ti ho annusato le mani
LAb                 MIb
e ho sentito che mi ami
SIbm                REb
ti ho baciato sugli occhi
LAb           MIb4  MIb
ed ora mi riconosci

      REbadd9      
Come quando avevo voglia di incontrarti anche per sbaglio
        SIbm
per le strade di un paese che neanche conoscevo
      LAb
mi perdevo ed ero certo che ogni volta tanto poi, 
        MIb4  MIb
ti ritrovavo

       SIbm7                          REbadd9
Come quella notte in cui mi hai detto Voglio andare via
       SIbm
ho sbattuto questa porta ed ora basta e così sia
     FAm                                                 
un istante dopo ti eri persa e per le strade già 
         MIb4  MIb
io ti cercavo
        REbadd9
non c'è posto in cui può smettere questo nostro folle amore

FAm                LAb
In quale parte del mondo
MIb4            MIb
ci potremmo lasciare
FAm           LAb
per andare lontano
MIb4             MIb
senza mai più tornare?

SIbm              REb
Ti ho lasciato le mani
LAb                MIb
per scordarmi il domani
SIbm                REb
e ti ho perso negli occhi
LAb              MIb4  MIb
mentre già mi mancavi

      REbadd9      
Come quando avevo voglia di incontrarti anche per sbaglio
        SIbm
per le strade di un paese che neanche conoscevo
      LAb
mi perdevo ed ero certo che ogni volta tanto poi, 
        MIb4  MIb
ti ritrovavo

       SIbm7                          REbadd9
Come quella notte in cui mi hai detto Voglio andare via
       SIbm
ho sbattuto questa porta ed ora basta e così sia
     FAm                                                 
un istante dopo ti eri persa e per le strade già 
         MIb4  MIb
io ti cercavo
        REbadd9
Non c'è posto in cui può smettere questo nostro pazzo amore
        SIbm7
non c'è posto poi per l'ombra dove batta forte il sole
      FAm
siamo solo due satelliti che si crederanno liberi
         MIb                              REb7+
su quest'orbita si gira senza mai uscirne fuori

Strumentale:
             REbadd9  SIbm7  LAb  MIb

          REbadd9          
E come in quella notte in cui mi hai detto Voglio andare via
       SIbm7
ho sbattuto questa porta ed ora basta e così sia
      FAm                      LAb                        MIb4  MIb
un istante dopo ti eri persa e per le strade già io ti cercavo
        REb7+
non c'è posto in cui può smettere questo nostro folle amore
        SIbm7
non c'è posto poi per l'ombra dove batta forte il sole

      LAb
Siamo solo due satelliti

che si crederanno liberi
         MIb
su quest'orbita si gira
                          LAb
senza mai uscirne fuori, fuori

Articoli correlati

L'autore del post

Foto dell'autore
Alberto Moneti 31 anni; pianista dall'età di 8 anni, organista, percussionista, ha conseguito la licenza in teoria e solfeggio al Conservatorio Cherubini di Firenze. Webmaster, operatore di marketing online e SEO. Twitter @albertomoneti