Passeggeri Distratti è un brano scritto e interpretato da Raf contenuto nell’omonimo album pubblicato nel 2006. Disco di grande successo, musicalmente è un ritorno al pop rispetto al precedente lavoro in studio più sperimentale. La canzone, scritta con Saverio Grandi, si presenta come una ballata pop/rock e parla di un rapporto d’amore entrato nella fatidica routine, con tutti i dubbi di una relazione che ha bisogno di riscoprirsi e di viversi. Un brano efficace ma al tempo stesso non banale.

Testo e Accordi per chitarra.

Raf Passeggeri Distratti Accordi per Chitarra Chords testo

Intro:
       SOLm   MIb DOm     SOLm   MIb FA
      
  SOLm               MIb     DOm
    Facendo finta di perderti
  SOLm               MIb    DOm
    io mi tormento pensandoti
  SOLm                   MIb
    mi rendo conto che è facile
    FA          SOLm   MIb  FA
    sbagliare strada
     
  SOLm                  MIb  FA
    E la città è come un incubo
  SOLm                 MIb   FA
    che mi ributta nel traffico
  SOLm                   MIb
    io giro a piedi e mi perdo
        FA      DOm7    MIb
    non so dove vado

     
  FA
    C'è confusione
       DOm7/4               FA
    il mondo sembra andare avanti
               DOm7/9
    anche senza noi
  FA                DOm7/4
    se me ne andassi via da qui
  MIb7+/9
    chi mi verrebbe a cercare

     
              SIbm    MIbm7
    Dimmi che tu lo faresti
              SOLb7+              LAb
    e che non siamo passeggeri distratti
             SIbm        MIbm7
    di questa vita in vetrina
              SOLb7+        LAb
    di questa corsa all'oro

              REb     LAbadd9/DO     
    Dimmi che tu rifaresti
         MIbm7        SIbm7/9
    se potessi tutto quanto
             FA#m7          DO#m7/9
    che nonostante il mondo noi
  SI              FA#m7/9
    siamo fino in fondo
                  SOLm7/9 MIb7+ FA   SOLm7/9 MIb7+ FA
    fino in fondo noi

     
  SOLm                MIb    DOm
    Col tempo le cose cambiano
  SOLm                    MIb    DOm
    e anche gli slanci si placano
  SOLm                MIb
    e non è più esattamente
         FA       DOm7  MIb7+
    come tu immaginavi
  FA                DOm7/4
    ma se sparissi adesso chi
  MIb7+/9
    chi mi verrebbe a cercare

     
              SIbm    MIbm7
    Dimmi che tu lo faresti
              SOLb7+               LAb
    e che non siamo passeggeri distratti
              SIbm       MIbm7
    due prigionieri in gita
             SOLb7+     LAb
    senza una via d'uscita

              REb    LAbadd9/DO
    Dimmi che tu rifaresti
         MIbm7        SIbm7/9
    se potessi tutto quanto
            FA#m7           DO#m7/9
    che nonostante il mondo noi
  SI              FA#m7/9
    siamo fino in fondo
                  SIbm  MIbm7  SOLb7+  LAb
    fino in fondo noi
              SIbm      MIbm7
    dimmi che tu lo rifaresti...
               SOLb7+              LAb
    e che non siamo passeggeri distratti
              SIbm      MIbm7     SOLb7+  LAb
    dimmi che tu lo rifaresti...
              SIbm      MIbm7     SOLb7+  LAb  SIbm
    dimmi che tu lo rifaresti...

Articoli correlati

L'autore del post

Foto dell'autore
Alberto Moneti 31 anni; pianista dall'età di 8 anni, organista, percussionista, ha conseguito la licenza in teoria e solfeggio al Conservatorio Cherubini di Firenze. Webmaster, operatore di marketing online e SEO. Twitter @albertomoneti