Un’Emozione Inaspettata è un brano scritto e interpretato da Raf contenuto nell’album Numeri pubblicato nel 2011. Musicalmente la canzone è un misto tra pop ,con un ritmo serrato e un tempo di 4/4 deciso e incalzante , e contaminazioni classiche attraverso un arrangiamento che unisce la batteria all’orchestra. Il risultato è un pezzo di facile ascolto ma mai banale, stile che contraddistingue il cantautore barese.

Testo e Accordi per chitarra.

Raf Un’Emozione Inaspettata Accordi per Chitarra Chords Testo

Intro:
      SOL  MIm7  DO  DO/RE

    SOL             MIm7
    Sei un'emozione inaspettata
       DO                   DO/RE
    un sogno indescrivibile
    SOL           MIm7
    la sensazione più delicata
       DO                 DO/RE
    profonda e così semplice
                  MIm7
    ringrazio il cielo
            RE
    per la gioia pura
        DO
    che ora tu
             RE4  RE
    regali a me
    DO7+
    come pioggia fertile

    scendi a gocce piccole
        SIm7
    disseti una vita
               MIm7
    che si era inaridita
    DO7+
    pur restando immobili

    presto scivoliamo via
        SIm7   DO/RE
    infinite distese

    sorvoliamo

  MIm7
    Ad occhi chiusi
  SOL         DOadd9
    tuffandoci come angeli
      RE
    e come due innamorati
  MIm7    SOL
    felici di perdersi
       RE           DO7+
    in fondo all'anima

      SOL
    e questa canzone
      MIm7
    così come tante
      DO                LAm7
    sarebbe trascurabile
       SOL
    ma ogni parola

    cercata nel cuore
         DO             LAm7
    è un segno indelebile
                  MIm7
    ringrazio il cielo
            RE
    e la fortuna
             DOadd9
    di quel giorno che
                RE
    incontrasti me
    DO7+
    come terra fertile

    pioggia a gocce tiepide
        SIm7
    sostieni una vita
    MIm7
    già rifiorita
    DO7+
    rimanendo immobile

    corri per le orbite
        SIm7    RE
    infinite mi porti

    nel tuo sole

  MIm7        SOL          DO
    colpiscimi, sorprendimi, accendimi
    RE
    linfa dei miei sistemi
  MIm7         SOL
    abbracciami e stringimi
        RE           DO
    che notte non verrà

 MIm             MIm/RE#
    e se per la prima volta
  MIm/RE        LA7
    io ti incontrassi adesso
               RE
    son sicuro che in un lampo
       DO         RE
    ti amerei lo stesso

    DO7+
    come pioggia fertile

    scendi a gocce piccole
       SIm7
    disseti una vita
        MIm7
    che sembra rinata
    DO7+
    pur restando immobili
    
    presto scivoliamo via
        SIm7     RE
    infinite distese

    sorvoliamo

  MIm7        SOL          DO
    colpiscimi, sorprendimi perché tu sei
    RE
    linfa nei miei sistemi
  MIm7         SOL
    abbracciami e stringimi
        RE           DO7+
    che notte non verrà
        RE4         RE  DOadd9
    che notte non verrà mai

Articoli correlati

L'autore del post

Foto dell'autore
Alberto Moneti 31 anni; pianista dall'età di 8 anni, organista, percussionista, ha conseguito la licenza in teoria e solfeggio al Conservatorio Cherubini di Firenze. Webmaster, operatore di marketing online e SEO. Twitter @albertomoneti