Ti Penso è un brano interpretato da Giovanni Calone, in arte Massimo Ranieri contenuto nell’album omonimo pubblicato nel 1992. Disco che riscuote un buon successo di pubblico grazie specialmente a questa canzone “traino”. Canzone scritta da Fabrizio Berlincioni e Silvio Amato e presentata al Festival di Sanremo’92 classificandosi al quinto posto. Lo stile è quello tipico e tradizionale italiano, dove la melodia ben costruita lascia sfogo ad una voce calda ed emozionante.

Testo e Accordi per chitarra.

Massimo Ranieri Ti Penso Accordi per Chitarra Chords Testo

Intro: MIb FAm7/4 MIbadd9/SOL LAb MIb FAm7/4 MIbadd9/SOL LAb MIb FAm7/4 Ti penso come se ci fosse dentro MIb/SOL LAb il mio silenzio la tua voce calda MIb FAm7/4 io ti penso come se dal vento MIb/SOL LAbadd9 mi cadessi addosso senza far rumore LAb/DO e come se nel vento SIb/LAb SOLm7 DOm7 dopo aver smaltito un po' di tenerezza FAm7 LAb6/SIb MIb FAm7/4 MIb/SOL LAb noi due cominciassimo a volare MIb FAm7/4 lo ti penso quando viene sera MIb/SOL LAb perché la penombra mi fa immaginare MIb FAm7/4 mi distendo guardo verso il cielo MIb/SOL LAbadd9 per cercare il tetto delle tue spalle bianche SOLm7 LAb come se quel cielo mi potesse dare SOLm7 DOm7 il motivo giusto per non stare male FAm7 MIb/SOL LAb FA/LA SIb7/4 SIb7 come se star male dipendesse dalla volontà MIb SIb/RE DOm MIb/SIb E ti penso, ti penso LAb MIb/SOL anche se non ha più senso FAm7 SIb7/4 ritornare insieme a te MIb SOLm7 DOm MIb/SIb ma io ti penso, lo stesso LAb fosse solo per quegli occhi SIb7/4 SIb7 MIb che hai lasciato in fondo a me
FA SOLm7/4 lo ti penso perché non pretendo FA/LA SIb come fanno in tanti di dimenticare FA SOLm7/4 e ti penso perché nella gola FA/LA SIbadd9 mi è rimasto il gusto delle tue risate LAm7 SIb come se ingoiando questo tuo sorriso LAm7 REm io riuscissi ancora a farmi contagiare SOLm7 FA/LA SIb ma mi trovo a ridere da solo, DO7/4 FA DO/MI adesso che ti penso REm FA/DO SIb FA/LA Ti penso anche se non ha più senso SOLm7 DO7/4 ritornare insieme a te DO7 FA LAm7 ma io ti penso, REm FA/DO SIb lo stesso fosse solo per quegli occhi DO7/4 DO7 FA FA7/4 FA7 che hai lasciato in fondo a me SIb DO/SIb LAm7 DOm7/FA FA7 Magari rubo dei momenti alla mia vita SIb DO7/4 DO FA FA7 magari non è neanche giusto sia cosi SIb DO/SIb LAm7 REm solo il tuo viso fa la guardia al tempo che ho perduto SOL7/4 SOL7 DO7/4 DO7 ma in fondo come avrei vissuto senza te FA DO/MI REm FA/DO SIb FA/LA SOLm7 DO7/4 E ti penso FA LAm7 REm Ma io ti penso, ti penso FA/DO SIb fosse solo per quegli occhi DO7/4 DO7 FA che hai lasciato in fondo a me... SOLm7 FA/LA fosse solo per quegli occhi SIb/DO FA DO/MI REm che hai lasciato in fondo a me... FA/DO SIb FA/LA SOL7 DO7/4 DO7 FA

Articoli correlati

  • Perdere l’AmorePerdere l’Amore Perdere l'Amore è un brano cantato da Massimo Ranieri nel 1988 e presentato al Festival di Sanremo. Finì al primo posto e rimase in vetta alla classifica italiana per ben 5 […]
  • O Surdato NnamuratoO Surdato Nnamurato O Surdato Nnamurato è un classico della musica napoletana, musicato nel 1915 dal Maestro Enrico Cannio su testo del paroliere Aniello Califano. E' stato inciso nel 1971 da […]
  • L’IstrioneL’Istrione L'Istrione è un brano interpretato da Massimo Ranieri contenuto nell'album Canto perchè non so nuotare pubblicato nel 2006. Disco contenente le canzoni eseguite durante lo […]
  • Rose RosseRose Rosse Rose Rosse è il brano che dà il nome al primo album di Massimo Ranieri, pubblicato nel 1969. La vittoria al Cantagiro con questa canzone gli permise di rimanere al primo posto […]
  • Vent’AnniVent’Anni Vent'Anni è un brano cantato da Massimo Ranieri e inserito nell'album omonimo pubblicato nel 1970. La canzone viene presentata a Canzonissima di quell'anno classificandosi al […]

L'autore del post

Foto dell'autore
Alberto Moneti 31 anni; pianista dall'età di 8 anni, organista, percussionista, ha conseguito la licenza in teoria e solfeggio al Conservatorio Cherubini di Firenze. Webmaster, operatore di marketing online e SEO. Twitter @albertomoneti