Colpa d’Alfredo è un brano scritto e interpretato da Vasco Rossi contenuto nell’album omonimo pubblicato nel 1980. Brano che è stato censurato a causa della frase “è andata a casa del negro la troia” ritenuta offensiva e quindi mai pubblicato come singolo. Musicalmente si presenta come una ballata pop/rock in 6/8 dal sound misto tra chitarra acustica ed elettrica. Canzone che ha fatto storia nella discografia del Blasco, perfetta da suonare con la chitarra

Testo e Accordi per chitarra.

Vasco Rossi Colpa d’Alfredo Accordi per Chitarra Chords Testo

Intro:
        RE  LA SOL   RE  LA SOL

        RE  LA SOL   RE  LA SOL

            RE                       LA    SOL         
Ho perso un'altra occasione buona stasera
            RE                      LA  SOL
E’ andata a casa con il negro, la troia !
           RE              LA SOL         RE     
Mi son distratto un attimo ... colpa d'Alfredo !
     LA          SOL
che con i suoi discorsi seri e inopportuni
               RE                  LA
mi fa sciupare tutte le occasioni
SOL                      RE  LA SOL         RE  LA SOL 
io prima o poi lo uccido! ...      Lo uccido!

        RE                SOL
E lei invece non ha perso tempo
         RE                 SOL
ha preso subito la palla al balzo
             RE
l'ho vista uscire mano nella mano
              SOL                                   RE
con quell'africano che non parla neanche bene l'italiano
                            SOL
ma si vede che si fa capire bene, quando vuole ...

         RE                                   SOL
Tutte le sere ne accompagna a casa una diversa
                      RE                                 SOL
chissà che cosa le racconta, per me è la macchina che ci ha che conta! Eh

Strumentale:
            RE   LA SOL     RE   LA SOL

          RE                      LA     SOL
E quella stronza non s'è neanche preoccupata
           RE                    LA         SOL
di dirmi almeno qualche cosa, che so, una scusa ...
              RE           LA  SOL                              RE    LA SOL
Eeeeh! Si era già dimenticata    di quello che mi aveva detto prima ...
           RE                   LA SOL     RE                     LA  SOL
Mi puoi portare a casa questa sera? Abito fuori Modena, Modena Park!
        RE                LA SOL      RE                 LA    SOL
Ti porterei anche in America! Ho comperato la macchina apposta!
                    RE           LA SOL                           RE    LA SOL
... e mi ero già montato la testa ... avevo fatto tutti i miei progetti ...
                      RE                LA   SOL
non la portavo mica a casa, beh, se la sposavo non lo so ma cosa conta!
RE             LA    SOL                                     RE   LA SOL
Sono convinto che se non ci fosse stato lui mi avrebbe detto sì!
                     RE                                      MIm  LA7  
Sono convinto che se non ci fosse stato lui mi avrebbe detto sì!!!


Strumentale:
            RE   LA SOL     RE   LA SOL     RE   LA SOL     RE   LA SOL

            RE   LA SOL     RE   LA SOL     RE   LA SOL     RE   LA SOL

Articoli correlati

L'autore del post

Foto dell'autore
Alberto Moneti 31 anni; pianista dall'età di 8 anni, organista, percussionista, ha conseguito la licenza in teoria e solfeggio al Conservatorio Cherubini di Firenze. Webmaster, operatore di marketing online e SEO. Twitter @albertomoneti