Salirò è una canzone di Daniele Silvestri del 2002, da lui scritta ed interpretata nonchè presentata al Festival di Sanremo dello stesso anno, classificatosi poi quattordicesima. Se ne ricorda, della partecipazione al Festival, l’ospitata dell’amico Fabio Ferri, il quale animò la canzone con un balletto molto ironico.
E’ stata incisa con l’album Unò-Duè, e gli arrangiamenti sono opera di Demo Morselli.

Testo ed accordi per chitarra.

Salirò Daniele Silvestri Accordi per Chitarra Chords Testo

Intro:
       MIm  DOm  SIm  LAm

       MIm  REm7  SOL  DO  SI7  MIm

    MIm    DOm7
Salirò salirò
       SIm7               LAm7
fra le rose di questo giardino
    MIm               REm7    SOL9
Salirò salirò fino a quando sarò
    DO       SI7      MIm
solamente un punto lontano, pompa...

LA                                                LAm
Preferirei, stare seduto sopra il ciglio di un vulcano

mi brucerei, ma salutandoti dall'alto con la mano
         DO#m7         FA#7
e invece sto sdraiato, senza fiato
LA7                         SOL#7
scotto come il tagliolino al pesto che ho mangiato
         DO#m7       FA#7                     LA7
e resto  qui disteso sul selciato ancora un pò
           DO7        SI7  MIm
ma prima o poi ripartirò

LAm                                            
accetterei di addormentarmi su un ghiacciaio tibetano

congelerei, ma col sorriso che si allarga piano piano
         DO#m7         FA#7
e invece sto sdraiato, senza fiato
LA7                         SOL#7
sfatto come il letto su cui prima m'hai lasciato
      DO#m7       FA#7                  LA7
e resto distrutto disperato ancora un pò
           DO7         SI7
ma prima o poi ripartirò

      MIm             DOm7
e salirò, salirò, salirò, salirò
       SIm7               LAm7
tra le rose di questo giardino
    MIm               REm7      SOL9
salirò, salirò fino a quando sarò
    DO          SI7    MIm
solamente un ricordo lontano

      MIm             DOm7
e salirò, salirò, salirò, salirò
       SIm7                LAm7
tra le rose di questo giardino
    MIm              REm7      SOL9
salirò, salirò fino a quando sarò
    DO          SI7  MIm     LAm7     MIm7/9  SOL7+
solamente un puntino       lontano  lontano 
  DO7+      SI7  LAm7 RE
lontano 

MIm7/9
preferirei incominciare piano piano dalla base
LAm7/4
tra le rose lentamente risalire
        MIm7/9
e prenderei tra le mie mani le tue mani e ti direi
         LAm7/4
amore in fondo non c'è niente da rifare
       LAm7              SI9b
e invece, più giù di così non si poteva andare
MIm7
più in basso di così, c'è solo da scavare
DO7+            SI7
Per riprendermi, per riprenderti
   LAm7            RE9
ci vuole un argano a motore

      MIm             DOm7
E salirò, salirò, salirò, salirò
       SIm7               LAm7
tra le rose di questo giardino
    MIm               REm7      SOL9
salirò, salirò fino a quando sarò
    DO         SI7       MIm
solamente un ricordo lontano

   SOLm    RE#m7
Salirò salirò
         REm7                    DOm7
non so ancora bene quando, ma provando e riprovando
    SOLm               FAm7      SIb9
Salirò, salirò, fino a quando sarò
     MIb  RE7   SOLm 
solamente un puntino lontano
Cercasi Programmatore Javascript

Articoli correlati

  • La ParanzaLa Paranza La Paranza è un brano raccolto nell'album Il Latitante, di Daniele Silvestri, come terza traccia. E' uscita come singolo nel 2007, presentata sul palco del Festival di Sanremo, […]
  • Il Mio NemicoIl Mio Nemico Il Mio Nemico è una canzone di protesta sociale scritta da Daniele Silvestri e pubblicata come terzo singolo dell'album Unò-Dué del 2002 dopo Salirò e Sempre di Domenica. Il tema […]
  • Kunta KinteKunta Kinte Kunta Kinte è un brano di Daniele Silvestri del 2004 nato dalla collaborazione col rapper Frankie Hi-Nrg (quest'ultimo ne è l'ideatore e co-autore per il testo). Kunta Kinte è il […]
  • Gino e L’AlfettaGino e L’Alfetta Gino e l'Alfetta è un brano scritto e interpretato da Daniele Silvestri contenuto nell'album Il Latitante pubblicato nel 2007. Il testo parla con molta leggerezza ed ironia, […]

L'autore del post

Foto dell'autore
Alberto Moneti 31 anni; pianista dall'età di 8 anni, organista, percussionista, ha conseguito la licenza in teoria e solfeggio al Conservatorio Cherubini di Firenze. Webmaster, operatore di marketing online e SEO. Twitter @albertomoneti