Agenzia Musicisti

Adriano Celentano Azzurro Accordi Chitarra Pianoforte Testo Lyrics Spartito

DOm SOL7 DOm SOL7 DOm

DOm       SOL7         DOm SOL7         DOm SOL7    DOm
Cerco l'estate tutto l'anno e all'improvviso eccola qua
FAm      DO7            FAm DO7     FAm DO7            FAm
Lei è partita per le spiagge e sono solo quaggiù in città
DO      SOL7         MIm7 LA7       RE7 SOL7      DO  SOL7
sento volare sopra i tetti un aeroplano che se ne va  

  DO                               RE7    SOL7       REm7  SOL7
Azzurro, il pomeriggio è troppo azzurro e lungo, per me
                   DO         SOL7  DO SOL7  DO  DO7
mi accorgo di non avere più risorse senza di te
    FA            MIm             LAm     FA  LA7        RE7  SOL7
e allora io quasi quasi prendo il treno e vengo vengo da te
      DO            LAm FAm          DO             FA SOL7 DO
Ma il treno dei desideri nei miei pensieri all'incontrario va



DOm    SOL7         DOm SOL7        DOm SOL7   DOm
Cerco un po' d'Africa in giardino, tra l'oleandro e il baobab
FAm    DO7        FAm   DO7    FAm DO7        FAm
come facevo da bambino, ma qui c'è gente, non si può più
DO    SOL7       MIm7 LA7    RE7 SOL7       DO SOL7
stanno innaffiando le tue rose, non c'è il leone, chissà dov'è
  DO                               RE7 SOL7     REm7 SOL7
Azzurro, il pomeriggio è troppo azzurro e lungo, per me
                   DO       SOL7  DO SOL7 DO DO7
mi accorgo di non avere più risorse senza di te
    FA          MIm            LAm     FA LA7      RE7 SOL7
e allora io quasi quasi prendo il treno e vengo vengo da te
      DO DO/SIb   LAm FAm          DO            FA SOL7 DO
Ma il treno dei desideri nei miei pensieri all'incontrario va 

DOm    SOL7         DOm SOL7        DOm SOL7   DOm
Sembra quand'ero all'oratorio, con tanto sole, tanti anni fa
FAm    DO7        FAm   DO7    FAm DO7        FAm
Quelle domeniche da solo in un cortile, a passeggiar,
DO    SOL7       MIm7 LA7    RE7 SOL7       DO SOL7
Ora mi annoio più di allora, neanche un prete per chiacchierar.
  DO                               RE7 SOL7     REm7 SOL7
Azzurro, il pomeriggio è troppo azzurro e lungo, per me
                   DO       SOL7  DO SOL7 DO DO7
mi accorgo di non avere più risorse senza di te
    FA          MIm            LAm     FA LA7      RE7 SOL7
e allora io quasi quasi prendo il treno e vengo vengo da te
      DO DO/SIb   LAm FAm          DO            FA SOL7 DO
Ma il treno dei desideri nei miei pensieri all'incontrario va

Adriano Celentano spartiti partiture

Agenzia Musicisti

articoli correlati

l'autore del post

Foto dell'autore
Alberto Moneti 28 anni; musicista a tuttotondo, pianista dall'età di 8 anni, organista, percussionista, ha conseguito la licenza in teoria e solfeggio al Conservatorio Cherubini di Firenze. Webmaster, crea e gestisce siti personali e professionali.