Psycho Killer è la canzone simbolo dei Talking Heads, composta dai membri del gruppo stesso ed incisa nel 1977 nel loro album d’esordio Talking Heads: 77. E’ riapparsa poi in versione live nel loro album del 1982 intitolato The Name Of This Band Is Talking Heads, poi due anni dopo in occasione del film dedicato alla carriera del gruppo, Stop Making Sense.
Le compilation che includono Psycho Killer sono Sand In The Vaseline: Popular Favorites (1992) e The Best Of Talking Heads (2004). L’importanza che la canzone ha acquisito nel tempo è percepibile considerando il numero ed il calibro dei numerosissimi artisti che l’hanno reinterpretata, dai Velvet Revolver alla The Ukulele Orchestra of Great Britain che l’ha eseguita alla Royal Albert Hall di Londra.
Uno dei punti di forza della canzone è indubbiamente la memorabile linea di basso annoverata oggi tra le più azzeccate del rock & roll. Il testo è in inglese ma con una parte (il bridge) in francese e descrive un assassino che commette il suo crimine.

Il testo, gli accordi e la tablatura di Psycho Killer.

Psycho Killer Tablatura per Chitarra Accordi Guitar Tab Lyrics

Intro:
	G                                 ^ ^
e|--------||:5-5-5-5-5-5-5-5-5-5-5-5-5-5-88888:||
B|--------||:5-5-5-5-5-5-5-5-5-5-5-5-5-5-77777:||
G|--------||:---------------------------------:|| (2X)
D|--------||:---------------------------------:||
A|--------||:---------------------------------:||
E|--------||:---------------------------------:||

Over the verse, the lead just arpeggios an A7 chord,
(starts on the second beat, and the three note riff is played
3 times over two measures, just like this:

e||:----0---------0|--------0-----:||
B||:-------2-------|-2---------2--:||
G||:-0--------0----|----0---------:|| (4X)
D||:---------------|--------------:||
A||:---------------|--------------:||
E||:---------------|--------------:||

[A] I can't seem to face up to the facts [G]
[A] I'm tense and nervous and I can't relax [G]
[A] I can't sleep cause my bed's on fire [G]
[A] Don't touch me I'm a real live wire [G]

---->  Over the chorus, you just play the chords...no lead

Articoli correlati

  • Un Disco Italiano all’Anno: 2007Un Disco Italiano all’Anno: 2007 A Toys Orchestra - Technicolor Dreams E' il 2007 quando, finalmente, un'indie-pop di pregiata fattura si affaccia finalmente nel nostro bel paese. Gli A Toys Orchestra ci […]
  • Un Disco All’Anno: 2007Un Disco All’Anno: 2007 The National - Boxer Lo stile chitarristico e le ritmiche che hanno contraddistinto band ben più “selvagge” negli anni passati, li ritroviamo anche in questo album, […]
  • Un Disco Italiano All’Anno: 2005Un Disco Italiano All’Anno: 2005 Afterhours - Ballate Per Piccole Iene Album di successo che conferma, qualora ce ne fosse ancora bisogno, quanto gli Afterhours siano una creatura musicale tutta da […]
  • Un Disco Italiano All’Anno: 2004Un Disco Italiano All’Anno: 2004 Verdena - Il Suicidio Dei Samurai I Verdena mostrano, alla prova del terzo disco, di saper suonare un sano e crudo rock italiano. Malinconia e rabbia agitano la verve […]

L'autore del post

Foto dell'autore
Alberto Moneti 29 anni; pianista dall'età di 8 anni, organista, percussionista, ha conseguito la licenza in teoria e solfeggio al Conservatorio Cherubini di Firenze. Webmaster, operatore di marketing online e SEO. Twitter @albertomoneti