Reginella è un brano composto nel 1917 dal compositore napoletano Gaetano Lama su testo del poeta e drammaturgo Libero Bovio. Fin dalla sua prima incisione fu un notevole successo discografico per i tempi, che vide accrescere la propria fama nel tempo fino a divenire uno dei più celebri classici della tradizione musicale napoletana.
Questo anche grazie alle reinterpretazioni di successo di artisti partenopei dei più noti, tra le quali spicca quella di Roberto Murolo che ne ha fatto un vero e proprio cavallo di battaglia.

Testo + accordi per chitarra di Reginella.

Reginella Accordi per Chitarra Guitar Chords Testo Lyrics

       SOL      MIm       SIm     LAm
Te si' fatta na vesta scullata,
      RE           MI7             LAm
nu cappiello cu 'e nastre e cu 'e rrose
         LAm         MIm         RE
stive 'mmiez'a tre o quatto sciantose
     LAm      RE7           SOL
e parlave francese...è accussí?
          SIm       FA#          SIm
Fuje ll'autriere ca t'aggio 'ncuntrata
          SOLm       RE   MIm   LA7    RE   RE7
fuje ll'autriere a Tuleto, 'gnorsí...
               SOL  MI7  LAm
T'aggio vuluto bene __a __te!
                LAm  RE7  SOL
Tu mm'hê vuluto bene __a __me!
                  SOL
Mo nun ce amammo cchiù,
      MI7  LAm
ma ê vvote tu,
                LA7      RE7   SOL
distrattamente, pienze __a   __me!

Reginè', quanno stive cu mico,
nun magnave ca pane e cerase
Nuje campávamo 'e vase, e che vase!
Tu cantave e chiagnive pe' me!
E 'o cardillo cantava cu tico:
"Reginella 'o vò' bene a stu rre!"

T'aggio vuluto bene a te!
Tu mm'hê vuluto bene a me!
Mo nun ce amammo cchiù,
ma ê vvote tu,
distrattamente, pienze a me!

Oje cardillo, a chi aspiette stasera?
nun 'o vvide? aggio aperta 'a cajóla!
Reginella è vulata? e tu vola!
vola e canta...nun chiagnere ccá:
T'hê 'a truvá na padrona sincera
ch'è cchiù degna 'e sentirte 'e cantá...

T'aggio vuluto bene a te!
Tu mm'hê vuluto bene a me!
Mo nun ce amammo cchiù,
ma ê vvote tu,
distrattamente, pienze a me!

Articoli correlati

L'autore del post

Foto dell'autore
Alberto Moneti 29 anni; pianista dall'età di 8 anni, organista, percussionista, ha conseguito la licenza in teoria e solfeggio al Conservatorio Cherubini di Firenze. Webmaster, operatore di marketing online e SEO. Twitter @albertomoneti