Vuoto A Perdere è un brano interpretato ed inciso dalla giovane cantante romana Noemi ma che, nel suo concepimento, è firmato da due figure storiche della musica italiana quali Vasco Rossi per il testo e Gaetano Curreri degli Stadio per la musica.
E’ stato il singolo che ha lanciato con due mesi di anticipo l’uscita del suo secondo album, dal titolo RossoNoemi (2011). Nonostante il relativamente modesto successo in classifica, Vuoto A Perdere ha ottenuto grandi plausi dalle critiche musicali vincendo il Premio Lunezia per il testo e ottenendo importanti nominations quale miglior canzone sia ai Nastri d’Argento 2011 che all’OGAE Song Festival (concorso musicale di livello europeo).
Il brano è stato utilizzato come colonna sonora del film Femmine Contro Maschi (2011), sequel del fortunato Maschi Contro Femmine dell’anno prima; il regista Fausto Brizzi ha poi diretto anche il videoclip del singolo, nel quale recitano Serena Autieri e Carla Signoris che interpretano rispettivamente le due età tra le quali cui il brano ne descrive il passaggio: la gioventù e l’età matura.

Testo con accordi per chitarra di Vuoto A Perdere.

Vuoto A Perdere Accordi per Chitarra Guitar Chords Partitura

INTRO: SOL MIm DO9 RE

SOL                         MIm
Sono un peso per me stessa, sono un vuoto a perdere
DO9                    RE
sono diventata grande, senza neanche accorgermene.
SOL                        MIm
E ora sono qui che guardo, che mi guardo crescere
DO9                       RE                   SOL
la mia cellulite e le mie nuove consapevolezze,
MIm        DO9    RE
  consapevolezze

SOL                         MIm
Quanto tempo che è passato, senza che me ne accorgessi
DO9                       RE
quanti giorni sono stati, sono stati quasi eterni
SOL                         MIm
Quanta vita che ho vissuto, inconsapevolmente
DO9                         RE                         SOL
quanta vita che ho buttato, che ho buttato via per niente
MIm                        DO9 RE
che ho buttato via per niente

SOL               MIm                  DO9                    RE
Sai, ti dirò come mai, giro ancora per strada, vado a fare la spesa
                SOL               MIm                   DO9
ma non mi fermo più a cercare qualcosa, qualche cosa di più
                RE
e alla fine poi ti tocca di pagare

LA                          FA#m
Sono un’altra da me stessa, sono un vuoto a perdere
RE9                    MI
sono diventata questa, senza neanche accorgermene
LA                          FA#m
E ora sono qui che guardo, che mi guardo crescere
RE9                       MI             LA
la mia cellulite e le mie nuove consapevolezze
FA#m       RE9 MI
  consapevolezze

LA                FA#m                 RE9                   MI
Sai, ti dirò dove vai, giro ancora per strada, vado a fare la spesa
                LA                    FA#m                     RE9
ma non mi fermo più, mentre vado a cercare, quello che non c’è più
                MI
perchè il tempo ha cambiato le persone

STRUM: LA FA#m RE9 MI
                LA                    FA#m                     RE9
ma non mi fermo più, mentre vado a cercare, quello che non c’è più
                MI
perchè il tempo ha cambiato le persone

STRUM: LA FA#m RE9 MI
LA                          FA#m
Sono un’altra da me stessa, sono un vuoto a perdere
RE9                    MI
sono diventata questa, senza neanche accorgermene

Articoli correlati

L'autore del post

Foto dell'autore
Alberto Moneti 29 anni; pianista dall'età di 8 anni, organista, percussionista, ha conseguito la licenza in teoria e solfeggio al Conservatorio Cherubini di Firenze. Webmaster, operatore di marketing online e SEO. Twitter @albertomoneti