Agenzia Musicisti

fiorella mannoia

E’ una delle canzoni più celebri di Fiorella Mannoia. Presentata al Festival di Sanremo del 1987, le fece vincere il premio della critica ma fu anche pezzo da Hit parade, riscuotendo un ottimo successo nelle classifiche italiane. Quello Che Le Donne Non Dicono è stato scritto da Enrico Ruggeri e Luigi Schiavone e doveva essere inizialmente un pezzo da voce maschile. Vuoi però il testo, vuoi la tonalità, venne affidato proprio a Fiorella Mannoia che pnel 1988 lo pubblicò con l’album Canzoni Per Parlare.

Fiorella Mannoia Quello Che Le Donne Non Dicono Testo Accordi Chitarra Pianoforte

    FA                    DO
Ci fanno compagnia certe lettere d'amore
REm         FA          SOL
parole che restano con noi
   FA                        DO
e non andiamo via, ma nascondiamo del dolore
      REm       FA         SOL
che scivola, lo sentiremo poi
FA        SOL        DO         LAm         SIb
Abbiamo troppa fantasia e se diciamo una bugia
           MI7     LAm             LA7        REm
e' una mancata verita' che prima o poi succedera'
           SOL         DO            FA            SIb
cambia il vento ma noi no, e se ci trasformiamo un po'
           MI7          LAm                               FA
e' per la voglia di piacere a chi c'e' gia' o potra' arrivare
             SOL
a stare con noi

        DO MIm      LAm        DO             FA
Siamo cosi', e' difficile spiegare certe giornate amare,
 REm           FA          SOL         DO  MIm
lascia stare, tanto ci potrai trovare qui
         LAm          DO               FA
con le nostre notti bianche, ma non saremo stanche
  REm          FA           SOL          FA DO REm DO
neanche quando ti diremo ancora un altro si.
    FA                        DO
In fretta vanno via delle giornate senza fine
REm           FA      SOL
silenzi, che familiarita'.
   FA                   DO
E lasciano una scia le frasi da bambina
      REm       FA         SOL
che tornano, ma chi le ascoltera?
FA        SOL        DO         LAm            SIb
E dalle macchine per noi i complimenti dei play-boy
        MI7        LAm               LA7        REm
ma non li sentiamo piu' se c'e' chi non ce li fa piu'
           SOL         DO            FA            SIb
cambia il vento ma noi no, e se ci confondiamo un po'
           MI7         LAm                           FA
e' per la voglia di capire chi non riesce piu' a parlare
           SOL
ancora con noi

        DO MIm      LAm        DO                 FA
Siamo cosi', dolcemente complicate, sempre piu' emozionate
 REm     FA          SOL           DO  MIm
delicate,ma potrai trovarci ancora qui
       LAm        DO             FA         REm
nelle sere tempestose, portaci delle rose, nuove cose
FA             SOL          FA  SOL
e ti diremo ancora un altro si.
        DO MIm      LAm           DO               FA
Siamo cosi', anche quando non parliamo, quando ci nascondiamo
    REm        FA           SOL          DO  MIm
o camminiamo, ma potrai trovarci ancora qui
       LAm         DO              FA        REm
con i nostri sentimenti e i condizionamenti, non ci senti
   FA          SOL          FA DO
stiamo per gridare un altro sì.
Agenzia Musicisti

articoli correlati

l'autore del post

Foto dell'autore
Alberto Moneti 28 anni; musicista a tuttotondo, pianista dall'età di 8 anni, organista, percussionista, ha conseguito la licenza in teoria e solfeggio al Conservatorio Cherubini di Firenze. Webmaster, crea e gestisce siti personali e professionali.