Oggi voglio parlarvi di un vecchio basso, ormai fuori produzione. Vi chiederete il perché. Semplicissimo: si trova abbastanza bene in giro, costa davvero poco e suona molto bene! Non credo ci sia bisogno di altre spiegazioni! Lo strumento in questione è l’Aria Pro II ZZB Deluxe, un basso prodotto negli anni ’80 e apparso nel mercato in maniera discontinua.

Lo ZZB Deluxe, come potete vedere dalle foto, è un basso molto aggressivo, che si basa sulla fortunata forma della Gibson Explorer, e ne rivisita in maniera molto efficace alcuni particolari. È composto da un solidissimo corpo in ontano, molto pesante, e un manico in acero ricavato da un singolo blocco di legno e avvitato al corpo. La giuntura tra manico e corpo è stata curvata in maniera molto ergonomica, per una migliore suonabilità a fondo tastiera. Questa è in palissandro e possiede 24 tasti (anche se in alcune versioni lo si può trovare con 22).

Il basso possiede lo speciale ponte Quick-Hook, solido e molto pratico nel cambio corde; le meccaniche, come anche il ponte sono placcato oro. Un’altra caratteristica interessante dello ZZB Deluxe è il capotasto in osso, che garantisce un sound superiore, rispetto ai classici capotasti in plastica o in materiali sintetici, e soprattutto molto più sustain. Per quanto riguarda l’elettronica, possiede due pickup humbucker MB-III duble coil, uno al ponte e uno al manico, un controllo per il volume e uno per il tono. Un po’ limitante è lo switch pickup a tre vie, che personalmente consiglio di sostituire con un potenziometro per il blend, di modo da poter miscelare il sound dei due pickup a piacimento.

Si tratta, come detto prima, di un basso abbastanza aggressivo, perfetto per hard rock e old school metal, ma che si può adattare bene anche a generi più moderni e differenti. Il sound è compatto, medioso, con un’ottima presenza sulle alte. Le basse sono molto ricche, ma mai slabbrate o eccessive come in tanti bassi più moderni. Chiudendo i toni, si ottengono sonorità più morbide e pastose, che si adattano perfettamente anche ad altre tipologie di musica. Possiede un sustain davvero buono, ma ciò che più impressiona sono la comodità e la velocità della tastiera: una volta abituati alla forma un po’ particolare del body (e anche al peso!), con un manico come questo inizierete ad amare lo ZZB Deluxe e a non volervene più separare!

L’ulteriore grande vantaggio di questo basso è il prezzo. Come vi ho già accennato all’inizio di questo articolo, si tratta di uno strumento anni ’80 e ormai fuori produzione, quindi è reperibile soltanto usato. Per questa ragione i prezzi sono molto vantaggiosi: si trova tra i 220 e i 350 €. Si tratta di un vero affare per chiunque desideri un buon basso a prezzi stracciati.

Cercasi Programmatore Javascript

Articoli correlati

  • Un Disco All’Anno: 2001Un Disco All’Anno: 2001 The Strokes - Is This It? Is this it? è il vero è proprio spartiacque della musica indie rock degli ultimi dodici anni. Casablancas e soci hanno dato vita, non solo ad un […]
  • Aria Pro II ZZB Deluxe, alcuni videoAria Pro II ZZB Deluxe, alcuni video Ecco qua alcuni filmati sul basso di cui vi ho parlato ieri, l'Aria Pro II ZZB Deluxe. Si tratta di una paio di review con alcune dimostrazioni sonore. Buona visione! Nel […]
  • Un Disco Italiano all’Anno: 2007Un Disco Italiano all’Anno: 2007 A Toys Orchestra - Technicolor Dreams E' il 2007 quando, finalmente, un'indie-pop di pregiata fattura si affaccia finalmente nel nostro bel paese. Gli A Toys Orchestra ci […]
  • Gibson Les Paul Traditional: aspetto classico, strumento modernoGibson Les Paul Traditional: aspetto classico, strumento moderno Creata sulle orme delle gloriose Les Paul anni '80 e '90, la Les Paul Traditional ne riprende completamente le caratteristiche, per soddisfare anche i puristi più nostalgici. […]

L'autore del post

Foto dell'autore
Alessio Falsini 30 anni; laureato in lingue, suona il basso e la chitarra elettrica dall'età di 16, autodidatta, e a tempo perso si dedica all'apprendimento del banjo. Tecnico del suono oltre che musicista, studia e sperimenta tecniche di registrazione ed amplificazione.