Lavorando su vari progetti audio, in passato mi è capitato di chiedermi perché, pur utilizzando stumenti professionali, i risultati finali non erano quelli aspettati. Cercherò di spiegarmi meglio: sono alcuni anni che mi diverto a mixare i brani registrati coi miei gruppi e a dare una mano agli amici che desiderano registrare dei demo. Il problema principale di questa attività sta nel tocco finale. Si riesce, infatti, quasi sempre ad eseguire dei mix più che soddisfacenti, ma alla fine ti rendi conto che manca qualcosa alla nostra sessione, qualcosa che non riesci a dare con gli effetti a disposizione. Col passare del tempo – e dopo tanto scervellarsi – ho finalmente scoperto l’esistenza di alcuni strumenti in grado di dare ai nostri lavori quel tocco finale a cui mi riferivo. Oggi voglio parlarvi proprio di sound enhancement, presentandovi una suite di plug-ins dedicata a questa funzione, il Sonic Sweet della BBE Sound (prodotto da Nomad Factory).

Sonic Sweet non è altro che una raccolta di tre plug-ins, la cui funzione è quella di migliorare il sound dei vostri mix e delle singole tracce. La suite è composta da: D82 Sonic Maximizer, un processore in grado di riprodurre le caratteristiche sonore dei blasonati Sonic Maximizers prodotti dalla BBE, che nel tempo sono diventati la scelta prediletta di tecnici e ingegneri sonori di tutto il mondo. Questo plug-in è perfetto per donare alle vostre tracce quella brillantezza e quella definizione delle basse frequenze che sono estremamente difficili da catturare in registrazione. Attraverso due intuitivi controlli (Low Contour e Process) agirete su basse e alte, arricchendo il vostro mix e donandogli quella sensazione di professionalità che solo un Sonic Maximizer riesce a dare. In più, troverete un comodo controllo Output Level col quale aggiustare il volume di uscita e un meter stereo per monitorare i livelli di entrata e uscita.

Il secondo software che troverete all’interno di Sonic Sweet è H82 Harmonic Maximizer. Si tratta di un enhancer multibanda in grado di aggiungere presenza e chiarezza al mix, “restaurandone” la naturale brillantezza sonora. Ma non finisce qua, perché l’H82 è anche in grado di agire sulle basse frequenze, donando loro una maggiore profondità e ampliandone il range attraverso la generazione di armoniche e subarmoniche. Come già accennato, la differenza tra D82 e H82 sta nel fatto che l’Harmonic Maximizer è un processore multibanda. Dispone infatti di due ulteriori controlli di frequenza rispetto al Sonic Maximizer: Lo Tune, che seleziona le basse frequenze (da 40 a 150 Hz) e Hi Tune, per le alte (da 554 a 5600 Hz). Coi controlli Low Mix e Hi Mix definirete invece la quantità di enhancement che vorrete applicare alla vostra traccia. Come per il Sonic Maximizer, anche nell H82 troverete un utile meter stereo per monitorare il livello di uscita e un controllo Output Level.

L’ultimo plug-in della suite è invece L82 Loudness Maximizer. Si tratta di un limiter, perfetto sia per mixare, sia per il mastering, in grado di dare ai vostri pezzi il volume necessario, evitando però – grazie ai suoi avanzatissimi algoritmi e alla grande trasparenza sonora – di far clippare o di pompare troppo la traccia. Attraverso dei controlli semplicissimi potrete in pochi click aumentare il livello del vostro mix: alzando il controllo Sensitivity deciderete la qualità di dB da far guadagnare alla traccia, dopodiché non vi resterà altro da fare che settare Release e Output Level (che funziona da ceiling level). Anche l’L82 possiede i propri meter, suno per il livello d’ingresso e uno per quello d’uscita.

Sonic Sweet è compatibile sia con sistemi Windows (XP, Vista32 e Windows 7), sia con sistemi Mac (G4, G5 e Intel Macs con Mac OS 10.3.9 o più recenti). È inoltre disponibile nei formati RTAS e VST (Windows) e AU, RTAS e VST (Mac). La suite è inoltre compatibile con una considerevole quantità di software professionali (troverete la lista nel sito ufficiale) ed è in grado di lavorare con sample rates da 44 a 192 KHz. Il prezzo del Sonic Sweet è davvero interessante: circa 75 € su eBay o 149 $ sul sito Nomad Factory. Si tratta dell’acquisto perfetto per ogni tecnico – amatore o professionista – che desideri una suite di software altamente professionale, in grado di dare ottimi risultati a prezzi più che vantaggiosi.

Per maggiori informazioni consultare le pagine ufficiali BBE Sound o Nomad Factory.

Articoli correlati

  • BBE Sonic Sweet, una dimostrazioneBBE Sonic Sweet, una dimostrazione Ecco qua una breve dimostrazione del funzionamento del D82 Sonic Maximizer, uno dei plug-ins che fanno parte del Sonic Sweet Bundle della BBE. Purtroppo sono riuscito a trovare […]
  • Un Disco All’Anno: 2007Un Disco All’Anno: 2007 The National - Boxer Lo stile chitarristico e le ritmiche che hanno contraddistinto band ben più “selvagge” negli anni passati, li ritroviamo anche in questo album, […]
  • Un Disco Italiano All’Anno: 2002Un Disco Italiano All’Anno: 2002 Valentina Dorme - Capelli Rame Un album avvolgente, pieno di poesia ed immagini evocative, che fa persino tornare alla mente il maestro De Andrè. Queste sono le credenziali […]
  • Un Disco All’Anno: 2002Un Disco All’Anno: 2002 Interpol - Turn On The Bright Lights Sempre da New York (casa madre degli Strokes) arriva un altro terremoto nel mondo della musica indipendente. In questo caso non si […]

L'autore del post

Foto dell'autore
Alessio Falsini 30 anni; laureato in lingue, suona il basso e la chitarra elettrica dall'età di 16, autodidatta, e a tempo perso si dedica all'apprendimento del banjo. Tecnico del suono oltre che musicista, studia e sperimenta tecniche di registrazione ed amplificazione.