Oggi voglio parlarvi di un oggetto davvero particolare, molto bello e, soprattutto, davvero utile: il Boost D.L.A. della Tech 21 (la nuova versione!). Si tratta – come capirete dal nome – di un boost, anche se questa caratteristica passa in secondo piano. Proprio così, perché infatti il Boost D.L.A. è primariamente un delay che è poi stato arricchito con l’utilissima funzione di boost. Se però pensate che si limiti solamente a queste due cosette (che già di per sé sarebbero molto allettanti!), vi consiglio vivamente di proseguire nella lettura, perché rimarrete sorpresi dalla quantità di belle “trovate” con cui è stato corredato questo delay!

Come abbiamo appena accennato, il Boost D.L.A. non è altro che un pedale delay, in grado di generare ripetizioni variabili, a partire da un tempo minimo di 30 ms, fino ad un massimo di 1000 ms (che poi sarebbe 1 secondo). Si tratta di un effetto analogico (almeno nella maggior parte delle sue caratteristiche – Mix, Feedback, Tone, Level), progettato per “sporcare” il suono a dovere, proprio come farebbe un delay vintage. Di conseguenza, avrete intuito che il sound del Boost D.L.A. non è altro che il tipico suono caldo delle vecchie unità tanto amate dai chitarristi di tutto il mondo!

Ma non solo: il Boost D.L.A. è stato progettato per riprodurre un’ampia gamma di sonorità, da quelle di un tape echo, fino a quelle di un delay digitale. Questo è anche possibile grazie al controllo Flutter, che non fa altro che aggiungere un effetto di modulazione tipo chorus alle ripetizioni (l’effetto tipico delle unità tape echo). Per poter modellare ulteriormente il suono delle ripetizioni troverete un utilissimo controllo Tone, il quale vi permetterà di creare sonorità cupe, da sottofondo, come di generare ripetizioni brillanti e molto presenti.

Sempre per quanto riguarda i controlli, il Boost D.L.A. dispone inoltre di un potenziometro per il Mix del segnale, in grado di variare tra 100% dry e 100% wet (con tutte le miscelazioni intermedie, ovvio!), caratteristica molto utile, specialmente per chi desiderasse collegarlo in un loop effetti parallelo. Altro controllo immancabile, il Feedback, molto sensibile e in grado di passare da ripetizioni singole o code corte, fino ad arrivare ad effetti in stile loop. Molto interessanti sono i giochi di Feedback e Time che si possono ottenere con questo pedale, davvero belli!

L’ultimo potenziometro, Level, controlla il livello di boost da applicare al mix in uscita (che se non erro funziona anche in caso di Mix 100% dry: una buona cosa). Si tratta di una funzione davvero utile, che consente di far uscire la vostra chitarra in qualsiasi situazione, molto importante, specie nelle parti solistiche. Non è finita qui, però. il Boost D.L.A. dispone di altri tre controlli, anch’essi molto importanti. Il primo è il footswitch Tap Tempo, che funzione anche quando l’effetto è disattivato (molto utile, perché permette di non perdere la concentrazione, evitando di premerlo durante i soli, ad esempio).

Ci sono poi due ulteriori mini switch: il primo, Triplets, lavora in congiunzione col Tap Tempo, e setta le ripetizioni in modalità triplette; il secondo, Trails, è forse la caratteristica più interessante, dopo il boost integrato. Questa funzione, quando viene attivata, serve infatti a lasciare una coda di ripetizioni naturali una volta che si disattiva il pedale. È una funzione davvero utile, specialmente nei soli, perché permette di non togliere l’effetto in maniera brutale – come invece avviene nella maggior parte dei pedalini.

Ultima peculiarità, il bypass bufferizzato, non un comune true bypass, che evita le perdite di definizione nelle alte frequenze dovute alle lunghe catene di pedali (e all’uso di jack molto lunghi). Può inoltre essere alimentato a batteria o tramite alimentatore di rete (entrambi 9V). A titolo informativo voglio farvi presente che nelle prossime settimane Tech 21 dovrebbe mettere in commercio un pedale riverbero (il Boost R.V.B.) praticamente identico nelle funzioni al Boost D.L.A.. Invito chi fosse interessato a dare un occhio al sito internet.

Il prezzo del Boost D.L.A. è di circa 220 – 230 €. Se però ve lo fate spedire dagli USA (eBay ad esempio), risparmierete qualcosina.

Per maggiori informazioni consultare il sito internet Tech 21.

Articoli correlati

  • Boost D.L.A.: alcune video reviewsBoost D.L.A.: alcune video reviews Ecco qua alcune video review del Boost D.L.A. della Tech 21, il delay di cui vi ho parlato nell'articolo precedente. Si tratta di alcuni filmati davvero ben fatti attraverso i […]
  • Un Disco All’Anno: 2006Un Disco All’Anno: 2006 Arctic Monkeys - Whatever People Say I Am, That's What I'm Not Oltre a frantumare record di vendite, il disco di debutto degli Arctic Monkeys è una vera e propria bomba a […]
  • Un Disco All’Anno: 2005Un Disco All’Anno: 2005 Bloc Party - Silent Alarm I Bloc Party esordiscono con un album interessante, e cioè quel Silent Alarm che verrà riconosciuto come “figliol prodigo” del revival anni 80, con […]
  • Un Disco Italiano All’Anno: 2005Un Disco Italiano All’Anno: 2005 Afterhours - Ballate Per Piccole Iene Album di successo che conferma, qualora ce ne fosse ancora bisogno, quanto gli Afterhours siano una creatura musicale tutta da […]
  • Un Disco Italiano All’Anno: 2006Un Disco Italiano All’Anno: 2006 Vinicio Capossela - Ovunque Proteggi L'eclettico cantautore di origini campane riesce sempre a sorprendere il proprio pubblico. Non possiamo infatti rinchiudere la sua […]

L'autore del post

Foto dell'autore
Alessio Falsini 30 anni; laureato in lingue, suona il basso e la chitarra elettrica dall'età di 16, autodidatta, e a tempo perso si dedica all'apprendimento del banjo. Tecnico del suono oltre che musicista, studia e sperimenta tecniche di registrazione ed amplificazione.