Ciò di cui vi parlerò oggi è un set di pickup, il Kinman Woodstock. Si tratta di un set completo, composto da tre pickup single-coil per Strato (o chitarre Strato style) molto bello e dalle qualità sonore davvero interessanti. La prima cosa da dire è che non stiamo parlando di un normale set di silgle-coil, ma bensì di un trio di pickup che niente hanno da invidiare alla potenza degli humbucker, ma che conservano pur sempre le caratteristiche sonore del single-coil Stratocaster style. Si tratta, insomma, di una serie di pickup high output, sviluppati con una strizzata d’occhio a quel sound tipico e un po’ retrò dell’era Woodstock tanto cara ai rocker di tutto il mondo, ma con la potenza e la cattiveria necessarie anche ai generi più moderni.

Come appena accennato, la caratteristica principale che traspare dai Kinman Woodstock fin dal primo utilizzo è la grande botta di cui sono dotati, botta sonora che ovviamente tende a saturare velocemente il suono dell’ampli, tanto che per ottenere suoni molto puliti è necessario allontanare il pickup dalle corde, oppure abbassare un tantino il volume dal pot della chitarra (a 7 – 8 si ottengono dei bei puliti). Il suono che ne esce è più grosso, più corposo, molto ricco e profondo nelle basse, ma dotato di una chiarezza e brillantezza senza pari. L’attacco è davvero graffiante, mentre la dinamica è estrema: la risposta al tocco è immediata e permette di giocare tra sonorità pulite o più sporche in base alla potenza della plettrata.

La definizione sonora è perfetta, anche grazie al posizionamento dei 6 poli di ogni singolo pickup, che sono regolati in modo da dare una risposta bilanciata delle corde. La potenza di questi Kinman è tale da trasformare la vostra Strato in una perfetta rivale di una Les Paul, senza per questo dover rinunciare al suono dei single-coil; inoltre il Woodstock set ha la caratteristica di abbattere ogni fastidioso hum, e di possedere un’ottima pulizia di fondo. L’unico problema in cui potrete incorrere è quello dei feedback: regolando i pickup molto vicini alle corde si ottiene infatti un sound più grosso e potente. Il problema potrebbe quindi sorgere se state troppo vicini all’ampli, poiché dei pickup dotati di un output così elevato tendono a “fischiare” molto più frequentemente e rapidamente dei classici single-coil. Ad ogni modo basterà sperimentare un po’ col cacciavite alla ricerca del giusto posizionamento del pickup (o allontanarsi un po’ di più dall’ampli!).

Come suggerisce il nome, i Woodstock sono pickup pensati per riprodurre quel sound che caratterizzava le esibizioni di Hendrix nel suo periodo più felice. Sarebbe però un grave errore pensare che questo sia il loro unico utilizzo possibile. Sono infatti perfetti per qualsiasi genere necessiti un output molto elevato, come rock, hard rock, e persino metal. Questo, in ogni caso, non significa nemmeno che non siano adatti a generi più “tranquilli”, tipo il jazz, per esempio. Come accennato qualche paragrafo più in alto, per ottenere dei bei puliti basterà abbassare di poco il volume della chitarra e il vostro sound “magicamente” si ripulirà. Lavorando con i toni, poi, si otterrà facilmente la sfumatura sonora desiderata. Si tratta di operazioni semplici e veloci, che sicuramente non metteranno pensiero a chi è normalmente abituato a lavorare con strumentazioni e sonorità vintage.

Il Woodstock set è inoltre disponibile in due versioni, il Regular set e il Plus set. Il Regular è la versione classica, composta da 2 pickup AVn-69 (al manico e in posizione centrale) e un AVn-69b (al ponte). La versione Plus è invece più recente e differisce dalla Regular soltanto per il pickup al ponte. Invece dell’AVn-69b, presenta il più potente Hx-85. In base ai vostri gusti e alle vostre esigenze potrete così scegliere il set che più vi si addice. In più, se non volete perdere tempo a saldare i singoli componenti, Kinman vi mette a disposizione un kit pre saldato (K9 NoSoldering Harness), già pronti per il montaggio. Il prezzo del Woodstock set è di 193 € (sito ufficiale), qualsiasi set acquistiate. In Europa pare che a meno di 280 – 310 € non si trovino, per questo vi consiglio, se foste interessati, di dare un’occhiata al sito ufficiale.

Per maggiori informazioni consultare il sito internet.

Articoli correlati

  • Un Disco All’Anno: 2002Un Disco All’Anno: 2002 Interpol - Turn On The Bright Lights Sempre da New York (casa madre degli Strokes) arriva un altro terremoto nel mondo della musica indipendente. In questo caso non si […]
  • Seymour Duncan Antiquity Series: alcuni video (parte 2)Seymour Duncan Antiquity Series: alcuni video (parte 2) Ecco qua, come promesso, la seconda tranche di filmati sui pickup della serie Antiquity della Seymour Duncan. Di seguito troverete buona parte dei pickup rimanenti all'opera […]
  • Kinman Woodstock Set, alcuni filmatiKinman Woodstock Set, alcuni filmati Ecco qua dei filmati e alcune sound clip sul set di pickup Kinman Woodstock, sia nella versione Regular, sia nela Plus. Potrete in questo modo farvi un'idea delle caratteristiche […]
  • Un Disco Italiano All’Anno: 2005Un Disco Italiano All’Anno: 2005 Afterhours - Ballate Per Piccole Iene Album di successo che conferma, qualora ce ne fosse ancora bisogno, quanto gli Afterhours siano una creatura musicale tutta da […]

L'autore del post

Foto dell'autore
Alessio Falsini 30 anni; laureato in lingue, suona il basso e la chitarra elettrica dall'età di 16, autodidatta, e a tempo perso si dedica all'apprendimento del banjo. Tecnico del suono oltre che musicista, studia e sperimenta tecniche di registrazione ed amplificazione.