L’oggetto di cui voglio parlarvi oggi è un amplificatore per chitarra. Diversamente dal solito – di norma preferisco e testate, voglio presentarvi un combo, il Rocker 30W della Orange. Si tratta di un amplificatore a due canali, dal sound vintage molto caldo, semplice e diretto da utilizzare. Nella versione combo, poi, è ancora più versatile, date le ridotte dimensioni che lo rendono perfetto sia per suonare su un grande palco, sia in un locale.

Dotato di un poweramp in grado di generare 30W di puro sound valvolare (in classe A!), il Rocker 30W dispone di due canali: il primo, Natural, non è altro che un pulito vintage stile. L’unico controllo che possiede è il Volume che, man mano lo si alza, le valvole danno vita a delle saturazioni naturalissime molto piacevoli. Il sound che genera è bello, caldo e abbastanza brillante. Saturandolo si arricchiesce sempre più di armoniche. È perfetto per qualsiasi genere necessiti di un bel pulito, dal rock, al blues, fino al jazz.

Il Dirty Channel, è invece un canale overdrive (ma capace anch’esso di generare bei suoni puliti a gain moderato). Sempre di carattere molto vintage, è in grado di tirar fuori sonorità più variegate rispetto al Natural, grazie anche alla sezione di equalizzazione (Low, Middle, High) e ai controlli di Gain e Volume. Il sound del Dirty Channel è grosso, corposo e potente: può spaziare da crunch moderati, fino a suoni full drive quando il gain viene tirato a dovere. In poche parole, è sia in grado di abbaiare come un cucciolo, sia di ringhiare come un pitbull!

Il Rocker 30W Combo è in sostanza idenico alla versione Head. L’unica differenza sta nel fatto che la sua circuiteria è racchiusa da un corpo molto più grande, composto da un laminato di 18 strati di betulla, che incorpora al suo interno un cono Celestion V30 da 12″. Purtroppo, pare che venga venduto senza footswitch, cosa alquanto deludente per un amplificatore da circa 1150 €! Inoltre, dato il prezzo, il Rocker 30W potrebbe anche fornire qualche funzionalità in più, come dei controlli di equalizzazione e un master volume per il canale Natural o un loop effetti, ad esempio.

Questa spartanità e mancanza di cura verso il cliente mi lascia un po’ di delusione, dato che ad un cifra simile si trovano tantissimi altri amplificatori, quasi tutti più completi, e decisamente più versatili. Diciamo che per massimo 800 € potrebbe anche andare, ma quasi 1200 € mi sembrano davvero eccessivi! Datemi retta, se vi interessa, compratelo usato (750 – 800 €)! Per il resto è un buon amplificatore.

Caratteristiche tecniche:

  • circuitazione: completamente valvolare (classe A)
  • potenza: 30W
  • preamp: 3 x ECC83
  • finale: 2 x EL34
  • canali: Natural (Natural Volume) e Dirty (Gain, Low, Middle, High, Volume)
  • cono: 1 x 12″ Celestion V30
  • dimensioni: 52 x 45 x 30 cm (LxAxP)
  • peso: 24 Kg

Per maggiori informazioni consultare il sito internet.

Cercasi Programmatore Javascript

Articoli correlati

  • Orange Rocker 30W Combo: i videoOrange Rocker 30W Combo: i video Ecco qua alcuni filmati sull'Orange Rocker 30W Combo, l'amplificatore di cui vi ho parlato nello scorso articolo. Di seguito troverete alcune review attraverso le quali potrete […]
  • Un Disco All’Anno: 2001Un Disco All’Anno: 2001 The Strokes - Is This It? Is this it? è il vero è proprio spartiacque della musica indie rock degli ultimi dodici anni. Casablancas e soci hanno dato vita, non solo ad un […]
  • Un Disco Italiano all’Anno: 2007Un Disco Italiano all’Anno: 2007 A Toys Orchestra - Technicolor Dreams E' il 2007 quando, finalmente, un'indie-pop di pregiata fattura si affaccia finalmente nel nostro bel paese. Gli A Toys Orchestra ci […]
  • Line 6 Spider IV 75: digitale ma con classeLine 6 Spider IV 75: digitale ma con classe Oggi voglio parlarvi di un amplificatore un po' particolare, il Line 6 Spider IV 75. Si tratta di un combo da 75W di potenza, dotato di sezione digitale per la simulazione […]

L'autore del post

Foto dell'autore
Alessio Falsini 30 anni; laureato in lingue, suona il basso e la chitarra elettrica dall'età di 16, autodidatta, e a tempo perso si dedica all'apprendimento del banjo. Tecnico del suono oltre che musicista, studia e sperimenta tecniche di registrazione ed amplificazione.