rick 4003

Rickenbacker 4003: che dire di questo basso; in teoria non necessiterebbe di alcuna introduzione, ma voglio comunque provvedere, nel caso qualcuno non lo conoscesse ancora. Diretto discendente del 4001, nel corso degli anni è diventato la scelta prediletta di numerosi artisti, a causa del suo tipico sound caratterizzato dal grande sustain, dalle alte sempre presenti e le basse compatte e rocciose.

Recentemente ho avuto il piacere di provarne uno di fine anni ’70 (forse era un 4001, ma il risultato cambia di poco). Che spettacolo! Una suonabilità mai provata prima. Un suono così definito, così ricco e presente non ero mai riuscito ad ottenerlo. E pensare che purtroppo ho potuto solamente utilizzare il pickup al ponte, dato che quello al manico in quel momento non era utilizzabile. Di solito non mi piace utilizzare il pickup al ponte (almeno da solo): normalmente faccio fatica a tollerare quel suono secco ed estremamente medioso che ne esce fuori, ma questo non mi scoraggia nel dare un giudizio estremamente positivo sullo strumento.

In questo caso, infatti, ciò che usciva fuori da quel pickup era un suono armonioso, ricco di basse al punto giusto, preciso e presente, come dovrebbe sempre essere un pickup al ponte. Posso solo immaginare il suono del manico, e l’infinità di combinazioni che possono nascere dalla mescola dei due! Se devo dirvi la mia, appena avrò abbastanza soldi, sarà il primo acquisto che farò! Beh, forse prima una nuova cassa per il mio ampli, ma sicuramente quello sarà il prossimo basso. Mentre continuo a sognarmi quel sound fantastico, cercherò di annotare le principali caratteristiche.

Caratteristiche tecniche:

– corpo: acero
– manico: acero, through body
– tastiera: palissandro
– numero di tasti: 20
– meccaniche: Schaller Deluxe
– pickup: 2, single coil
– ponte: RIC
– uscita: mono/stereo
– binding su corpo e manico

I nuovi modelli di Rickenbacker 4003 escono dalla fabbrica con il potenziometro Treble dotato di switch push/pull per selezionare il tipo di sound desiderato (modern o vintage).

Il prezzo del nuovo è di circa 1900 – 2200 €.

Per informazioni più dettagliate visitare la pagina web.

Cercasi Programmatore Javascript

Articoli correlati

  • Un Disco All’Anno: 2005Un Disco All’Anno: 2005 Bloc Party - Silent Alarm I Bloc Party esordiscono con un album interessante, e cioè quel Silent Alarm che verrà riconosciuto come “figliol prodigo” del revival anni 80, con […]
  • Un Disco All’Anno: 2001Un Disco All’Anno: 2001 The Strokes - Is This It? Is this it? è il vero è proprio spartiacque della musica indie rock degli ultimi dodici anni. Casablancas e soci hanno dato vita, non solo ad un […]
  • EMG 60: sound bilanciato e versatileEMG 60: sound bilanciato e versatile Ieri abbiamo parlato degli EMG 81, pickup utilizzati quasi prettamente al ponte (a parte in certi casi dove si ricerca un suono più che graffiante anche al manico). Oggi voglio […]
  • Paul Reed Smith Custom 24: qualità e gran stilePaul Reed Smith Custom 24: qualità e gran stile Uno dei marchi più blasonati in fatto di chitarre elettriche è sicuramente Paul Reed Smith. Essendomi accorto di non averne ancora parlato, e un po' contrariato per questa […]

L'autore del post

Foto dell'autore
Alessio Falsini 30 anni; laureato in lingue, suona il basso e la chitarra elettrica dall'età di 16, autodidatta, e a tempo perso si dedica all'apprendimento del banjo. Tecnico del suono oltre che musicista, studia e sperimenta tecniche di registrazione ed amplificazione.