Abbiamo visto che la frazione posta all’inizio del pentagramma prende il nome di tempo e che indica il valore complessivo di cui si compone ogni battuta.
Tali tempi si suddividono in due categorie:

  • Tempi semplici: sono caratterizzati dalla suddivisione del tempo a 2 a 2.
    ESEMPIO – La loro lettura viene suddivisa a gruppi di due nel modo “u-no, du-e, tre-e, quat-tro” eccetera. Ciascun gruppo di due movimenti prende il nome di duina.
  • Tempi composti: essi invece sono suddivisi a 3 a 3.
    ESEMPIO – La loro lettura viene suddivisa a gruppi di tre nel modo “ùn-due-tre, ùn-due-tre, ùn-due-tre” eccetera. Si noti che l’accento cade nel primo movimento di ciascun gruppo: tali gruppi di tre prendono il nome di terzine.

Esercizio pratico

Provate a percepire la suddivisione semplice o binaria ascoltando il tempo dal video qui sotto.
Si tratta di un 4/4: sono quattro movimenti ciascuno formato da due ottavi, ovvero u-no, du-e, tre-e, quat-tro e ricomincia.

Ora invece provate a percepire la suddivisione composta o ternaria ascoltando il tempo dal prossimo video.
Il tempo è un 6/8: sono sei movimenti da un ottavo ciascuno suddivisi in due gruppi di tre, ovvero ùn-due-tre, ùn-due-tre e ricomincia.

Articoli correlati

  • Il doppio pentagrammaIl doppio pentagramma Strumenti quali l'arpa, il pianoforte ed i derivati di quest'ultimo (fisarmonica, harmonium, celesta) possiedono un'estensione tale da permettere contemporaneamente parti di […]
  • Il Pentagramma e la posizione delle noteIl Pentagramma e la posizione delle note Il Pentagramma sono i 5 righi orizzontali, posti parallelamente uno sopra l'altro, entro i quali si determinano le posizioni di ciascuna nota musicale. Esso si costruisce […]
  • I valori musicali delle noteI valori musicali delle note Per quantificare quanto una nota debba durare (si badi che la durata di una nota è un valore relativo, che cioè ha senso solo se rapportato alla durata delle altre) si […]
  • Le pause e i loro valori musicaliLe pause e i loro valori musicali La pausa in musica rappresenta il contrario della nota, ovvero il non-suono. Il concetto di valore musicale, cioè di durata delle note, è applicabile anche ai silenzi e a […]

L'autore del post

Foto dell'autore
Alberto Moneti 29 anni; pianista dall'età di 8 anni, organista, percussionista, ha conseguito la licenza in teoria e solfeggio al Conservatorio Cherubini di Firenze. Webmaster, operatore di marketing online e SEO. Twitter @albertomoneti