fleet foxes album

Fleet Foxes – Fleet Foxes

Il debutto omonimo dei Fleet Foxes segna un ritorno genuino ad un pop alternativo, condito da quelle atmosfere bucoliche che faranno la fortuna dei futuri Mumford & Sons. Si passa da dolci litanie con tanto di coretti sixties, a episodi più ricercati e onirici che sfiorano la psichedelia. Niente groove eccentrici o spigolosi, il disco tira dritto su una linea folk e pop vecchia maniera, andando cosi’ a fare da contraltare alla riscoperta dei synth, che tra il 2008 e il 2009 vengono rispolverati per dare nuovo lustro all’ormai stanco revival della new wave.

Canzone rappresentativa: He Doesn’t Know Why

Articoli correlati

  • Un Disco Italiano all’Anno: 2007Un Disco Italiano all’Anno: 2007 A Toys Orchestra - Technicolor Dreams E' il 2007 quando, finalmente, un'indie-pop di pregiata fattura si affaccia finalmente nel nostro bel paese. Gli A Toys Orchestra ci […]
  • Un Disco Italiano All’Anno: 2005Un Disco Italiano All’Anno: 2005 Afterhours - Ballate Per Piccole Iene Album di successo che conferma, qualora ce ne fosse ancora bisogno, quanto gli Afterhours siano una creatura musicale tutta da […]
  • Un Disco Italiano All’Anno: 2008Un Disco Italiano All’Anno: 2008 Le Luci Della Centrale Elettrica - Canzoni Da Spiaggia Deturpata Il cantautorato italiano si evolve, e il progetto de Le Luci Della Centrale Elettrica (nome sotto il quale […]
  • Un Disco Italiano All’Anno: 2004Un Disco Italiano All’Anno: 2004 Verdena - Il Suicidio Dei Samurai I Verdena mostrano, alla prova del terzo disco, di saper suonare un sano e crudo rock italiano. Malinconia e rabbia agitano la verve […]
  • Un Disco All’Anno: 2004Un Disco All’Anno: 2004 Arcade Fire - Funeral La salda e (musicalmente) preparata compagine canadese debutta sulla scena musicale con un album memorabile. Nell'anno dei Franz Ferdinand e della […]

L'autore del post

Foto dell'autore
Paolo Moneti 29 anni, musicologo e musicista per passione, suona la chitarra dall'età di 16 anni.