Cemento Armato è il singolo che ha anticipato l’uscita di Siamo Morti a Vent’Anni, esordio discografico del cantautore aretino Il Cile. Pubblicato il 20 gennaio del 2012, il brano è una ballata malinconica che parla della fine di un amore attraverso sensazioni personali e osservazioni sull’attualità circostante.

Testo e accordi per chitarra.

Cemento Armato Accordi per Chitarra Testo Guitar Chords

CAPO AL 2° TASTO
 
SOL

                SOL
Anche questa è vita
                                                 RE
respirare i silenzi spietati di una donna che hai perso
                                                    MIm7
Quando il freddo di tutto l'inverno brucia più dell'inferno
                                                DO2
e ti guardi dentro e capisci che qualcosa hai sbagliato
                SOL
Anche questa è vita
                                 RE
vagabondi e innamorati a una stazione
                                             MIm7
in un cestino o in un abbraccio c'è uguale immersione
                                DO2
Così acido è il sapore di una delusione
                SOL 
Anche questa è vita
                                    RE
un lavoro che non sopporti ma che devi fare
                                    MIm7
perché senza uno stipendio sei un difetto sociale
                                 DO2
perché crepi per consumare e consumi crepando
                SOL
Anche questa è vita
                                 RE
ritrovarsi in una rissa di sabato sera
                               MIm7
come sfondo le luci blu di una sirena
                                     DO2
Mentre scappi e tutto intorno è una nuvola nera
                SOL
Anche questa è vita
                                        RE
ascoltare i politici che fanno chiari discorsi
                                           MIm7
che il paese ha bisogno soltanto di iene ghignanti
                                         DO2
Di pagliacci da televisione e dettagli eleganti
                SOL
Anche questa è vita
                                 RE
ingoiare una polaroid di carta vetrata
                                         MIm7
regressione in chiave etilica di un'altra giornata
                                      DO2
Non potresti mai capire quanto ti ho amata

     SOL                                        RE
Dove sei? Mi hai lasciato in un oceano di filo spinato
                                     MIm7            DO2
Io ti ho dato prati di viole e tu cemento armato, cemento armato
     SOL                                        RE
Dove sei? Mi hai lasciato in un oceano di filo spinato
                                     MIm7            DO2
Io ti ho dato prati di viole e tu cemento armato, cemento armato

Articoli correlati

  • Gli Uomini Non CambianoGli Uomini Non Cambiano Gli Uomini Non Cambiano è una brano cantato da Mia Martini inserita nell'album Lacrime pubblicato nel 1992. Scritta da Giancarlo Bigazzi, Marco Falagiani e Beppe Dati, la canzone […]
  • Guardando il CieloGuardando il Cielo Guardando il Cielo è il singolo apripista dell'omonimo, nonché quinto, album in studio di Arisa. Pubblicato il 9 febbraio del 2016, il brano è opera del musicista siciliano […]
  • TacTac Tac è un brano scritto e interpretato da Franco Califano inserito nell'album omonimo pubblicato nel 1977. Il testo parla di un uomo che vorrebbe vivere una storia d'amore senza […]
  • Pieno di VitaPieno di Vita Pieno di Vita è un brano scritto e interpretato da Jovanotti contenuto nell'album Lorenzo 2015 CC. pubblicato nel 2015. Canzone scritta in poco meno di una giornata, provando una […]

L'autore del post

Foto dell'autore
Paolo Moneti 29 anni, musicologo e musicista per passione, suona la chitarra dall'età di 16 anni.