Servi della Gleba è un brano scritto e interpretato dal gruppo Elio E Le Storie Tese contenuto nell’album Italyan, Rum Casusu Cikti pubblicato nel 1992. Disco di grande successo che ha dato notorietà alla band milanese, la canzone parla in chiave ironica degli uomini che si innamorano, sfortuna loro, di donne che non li considerano e nella peggiore delle situazioni, addirittura li sfruttano nei momenti di maggior bisogno. Brano ormai diventato un classico della band.

Testo e Accordi per chitarra.

Elio e Le Storie Tese Servi della Gleba Accordi per Chitarra Chords Testo

Intro:
LAm
Allora come'è andata con la tipa?

Eh, abbastanza bene

Hai pucciato il biscotto

o almeno hai limonato?

No ragazzi, non scherziamo

Lei non e' una come tutte le altre

Bll b b bll parlaci di lei

Ah, guardate, questa qui è una tipa devvero simpaticissima

in gambissima

Mi ha raccontato delle cose delle sue ferie divertentissime

ma tipo che lei era andata la

con un sacco di creme dopo sole

poi ha preso un casino di sole, si e' bruc..

Le hai mostrato il popparuolo?

No ma ho buone possibilità

Allora ci vediamo questa sera?

Una serata fra amici, una chitarra e uno spinello

Eh, amici, purtroppo no

Questa sera sono invitato a casa sua

per vedere le diapositive del mare, delle sue ferie

poi subito dopo devo accompagnare i suoi genitori

che devono prendere il treno

perche' sono rimasti senza macchina

l'hanno distrutta, era mia

FA/SOL                   SOL
Siamo tutti servi della gleba
    FA/SOL                        SOL   MI
e abbiamo dentro il cuore una canzone triste

FA#m                      MI
Servi della gleba a testa alta
SIm             LA           MI
verso il triangolino che ci esalta
SOL#m                  FA#
Niente marijuana ne pasticche:
DO#m7         SI             LA
noi si assume solo il due di picche
FA#m                     MI
Servi della gleba in una stanza
SIm       LA            MI
anestetizzati da una stronza
SOL#m                  FA#
come dei simbolici Big Jim:
DO#m                 SI          LA     
schiacci il tasto ed esce lo sfaccimm

SOLm7  FA  DOm  MIb  FA  SOLm

LAm7   FA  SOL   REm   SIb

LAm
Ehi, guardate un pò chi si rivede

We ciao ragazzi

Hai la faccia di legno, dove cazzo eri finito?

Ma no, niente, è che c'ho un'esame in ballo

e poi non sono stato molto bene

Dicci cosa hai avuto di preciso

Mah, mi ha detto il medico

che ho le papille - Eh? - gustative interrotte

si, poi c'ho il gomito - Cosa? - che fa contatto con il piede

mio padre ieri è rimasto chiuso nell'auolavaggio

no no è che ho delle storiacce con la tipa

Ah !! Lei ti ha dato il due di picche ?

Ma no , che cosa dite?

Lei mi e' molto affezzionata

solo che -uhh- ha delle storie col suo tipo

che la rendono infelice

e siccome a lei ci tengo più che a me

ho parlato al suo ragazzo

e l'ho convinto a ritornare da lei

Ma non starai mica piangendo?

No, è che mi è andata una bruschetta nell'occhio
LAb/SOL                        SOL
L'occhio spento e il viso di cemento
LAb/SOL                          MI4 MI
lei e' il mio piccione io il suo monumento

FA#m                      MI
Servi della gleba a tutta birra
SIm          LA          MI  
carichi di ettolitri di sburra
SOL#m                          FA#
cuore in fiamme e maschera di ghiaccio
DO#m           MI         LA     
noi col nostro carico di sfaccio
FA#m                   MI
Servi della gleba planetaria
SIm            LA          MI
schiavi della ghiandola mammaria
SOL#m                  FA#
come dei simbolici Big Jimme
DO#m                 MI          LA
schiacci il tasto ed esce lo sfaccimme
FA#m                     MI     SIm  LA  MI  SOL#m  FA#  DO#m  MI  LA
Lassame cantà sto storneletto
                                FA#m  MI  SIm LA  MI   SOL#m  FA#   DO#m MI  LA  

"Ciao, senti, hai 5 minuti?

Perche' volevo chiederti due cose

Senti, guarda

sinceramente vado al dunque subito

ci sono rimasto molto male perché

ho saputo che sei uscita con Tafano ieri sera

e perche'? Scusa, ti ho telefonato a cena

ti ho detto: ci vediamo?

tu hai detto: no, devo studiare

E va beh , se poi esci con lui

cioè, perche' non me lo devi dire?

Pensi che sia un problema per me accettare

che tu hai una storia? Un uomo? Vedi qualcuno?

No, non è un problema per me

perchè io ti voglio bene veramente

e non ti chiedo nulla

anzi, magari sono qui a dirti:

se hai bisogno di qualcuno io ci sono

E allora? Che cosa devo fare?

Mi vuoi mettere una scopa in culo

così ti ramazzo la stanza?"

Articoli correlati

L'autore del post

Foto dell'autore
Andrea Checcucci