Bittersweet Symphony veniva rilasciata nel 1997 come primo singolo dall’album Urban Hymns, terzo lavoro studio dei The Verve. Sebbene il testo sia opera di Richard Ashcroft ed il resto della musica scritto dai Verve stessi, i diritti della canzone appartengono a Mick Jagger e Keith Richards, in quanto il riff principale della canzone è stato campionato dalla partitura orchestrale di The Last Time, brano dei Rolling Stones del 1965.
Legalmente è stato stabilito che la canzone si basa su quel riff e pertanto non può essere considerato un semplice campionamento. Richard Ashcroft ha commentato ironicamente: “Questa è la più bella canzone che Jagger e Richards abbiano scritto negli ultimi 20 anni”.

Bittersweet Symphony: testo, la progressione di accordi e la parte di basso.

The Verve Bittersweet Symphony Testo Accordi per Chitarra Guitar Chords

Chords:
E Bm7 D A all the way through

Bass:
E            Bm7         D           A
e -------------------------------------------------|
b -12------12--------------15------15--14------14--|
g -----13------14------14------14----------14------|
d -----------------16------------------------------|

Lyrics:
Cos' it's a bittersweet symphony this life...
Trying to make ends meet , you're a slave to the money then you die.
I'll take you down the only road I've ever been down...
You know the one that takes you to the places where all the pain lives ,
yeah.

No change, I can change, I can change, I can change,
but I'm here in my mould , I am here in my mould.
But I'm a million different people from one day to the next...
I can't change my mould , no,no,no,no,no,no,no

Well I never pray,
But tonight I'm on my knees, yeah.
I need to hear some sounds that recognise the pain in me, yeah.
I let the melody shine, let it cleanze my mind , I feel free now.
But the airwaves are clean and there's nobody singing to me now.

No change, I can change, I can change, I can change,
but I'm here in my mould , I am here in my mould.
And I'm a million different people from one day to the next
I can't change my mould, no,no,no,no,no,no,no

(Well have you ever been down?)
(I can change, I can change...)

Cos' it's a bittersweet symphony this life.
Trying to make ends meet, trying to find some money then you die.
You know I can change, I can change, I can change,
but I'm here in my mould, I am here in my mould.
And I'm a million different people from one day to the next.
I can't change my mould, no,no,no,no,no,no,no

(I'll take you down the only road I've ever been down)
(I'll take you down the only road I've ever been down)
(It justs sex and violence melody and silence)
(Been down)
(Ever been down)
(Ever been down)

Articoli correlati

  • The Drugs Don’t WorkThe Drugs Don’t Work The Drugs Don't Work è il secondo singolo estratto da Hurban Hymns (1997), il terzo album dei britannici The Verve. E' una canzone molto confidenziale ed intima, scritta dal […]
  • SonnetSonnet Sonnet è stato l'ultimo singolo rilasciato dai Verve estratto dal loro terzo album Urban Hymns (1997). E' stato commercializzato in edizione limitata a 5000 copie in vinile da […]
  • Lucky ManLucky Man Lucky Man è il terzo singolo di Urban Hymns, l'album di maggior successo dei Verve datato 1997. Veniva rilasciato lo stesso anno, piazzandosi al settimo posto delle classifiche […]
  • Un Disco Italiano All’Anno: 2004Un Disco Italiano All’Anno: 2004 Verdena - Il Suicidio Dei Samurai I Verdena mostrano, alla prova del terzo disco, di saper suonare un sano e crudo rock italiano. Malinconia e rabbia agitano la verve […]
  • Doom & GloomDoom & Gloom Doom & Gloom è il singolo che ha lanciato la speciale compilation GRRR! (2012) dedicata al cinquantenario dei Rolling Stones, per la cui registrazione i quattro componenti […]

L'autore del post

Foto dell'autore
Alberto Moneti 31 anni; pianista dall'età di 8 anni, organista, percussionista, ha conseguito la licenza in teoria musicale e solfeggio al Conservatorio Cherubini di Firenze. Fondatore di Accordiespartiti.it, operatore di marketing online e SEO.