La Mia Banda Suona il Rock è un brano scritto e interpretato da Ivano Fossati contenuto nell’album omonimo pubblicato nel 1979. Disco di successo, grazie al traino di questa canzone che rimarrà una tra le più conosciute del cantautore genovese. Musicalmente si presenta come una ballata pop dal gusto latineggiante, dove ritmo ed energia sono le fondamenta strutturali. Accompagnamento e giro armonico rendono la canzone un esempio per chi vuole cimentarsi nello studio della chitarra ritmica. Buon divertimento!

Testo e Accordi per chitarra.

Ivano Fossati La Mia Banda Suona il Rock Accordi per Chitarra Chords Testo

Intro:
          LAm  SOL  MIm  LAm  SOL  MIm  LAm

LAm                   SOL
La mia banda suona il rock
           MIm            LAm
e tutto il resto all'occorrenza
                       SOL    MIm           LAm
sappiamo bene che da noi fare tutto è un'esigenza
             SOL        MIm           LAm
è un rock bambino, soltanto un po' latino
                      SOL          MIm             LAm
è una musica che è speranza, è una musica che è pazienza
                          SOL        MIm       LAm
è come un treno che è passato con un carico di frutta
                SOL         MIm          LAm
eravamo alla stazione si ma dormivamo tutti
                             SOL
e la mia banda suona il rock
             MIm                   LAm
per chi l'ha visto e per chi non c'era
                      SOL    MIm              LAm
e per chi quel giorno lì inseguiva una sua chimera

       DO SOL MIm  LAm
Non svegliatevi oh non ancora
         DO SOL   MIm  LAm
e non fermateci no, no per favore no


                           SOL
La mia banda suona il rock
         MIm             LAm
e cambia faccia all'occorrenza
                    SOL          MIm        LAm
da quando il trasformismo è diventato un'esigenza
                   SOL        MIm          LAm
ci vedrete in crinoline, come brutte ballerine
                SOL     MIm        LAm
ci vedrete danzare come giovani zanzare
                    SOL          MIm            LAm
ci vedrete alla frontiera con la macchina bloccata
                 SOL       MIm         LAm
ma lui ce l'avrà fatta, la musica è passata
             SOL     MIm             LAm
è un rock bambino soltanto un po' latino
                   SOL         MIm               LAm
viaggia senza passaporto e noi dietro col fiato corto
                   SOL         MIm             LAm
lui ti penetra nei muri, ti fa breccia nella porta
                    SOL              MIm         LAm
ma in fondo viene a dirti che la tua anima non è morta

       DO SOL MIm  LAm
Non svegliatevi oh non ancora
         DO SOL   MIm  LAm
e non fermateci no, no per favore no

LAm  SOL  MIm LAm    SOL  MIm  LAm

La mia banda suona il rock
         LAb      SIbm
ed è un'eterna partenza
                     LAb             FAm         SIbm
viaggia bene ad onde medie e a modulazione di frequenza
             LAb     FAm             SIbm
è un rock bambino soltanto un po' latino
                      LAb          FAm            SIbm
è una musica che è speranza, è una musica che è pazienza
                         LAb         FAm          SIbm
è come un treno che è passato con un carico di frutti
                LAb         FAm       SIbm
eravamo alla stazione si ma dormivamo tutti
                        LAb
e la mia banda suona il rock
             FAm                 SIbm
per chi l'ha visto e per chi non c'era
                      LAb    FAm              SIbm
e per chi quel giorno lì inseguiva una sua chimera

        REb LAb FAm  SIbm
Non sveglia-te-vi oh non ancora
         REb LAb  FAm  SIb
e non fermateci no, no per favore no

REb    LAb    FAm   SIb

Articoli correlati

L'autore del post

Foto dell'autore
Alberto Moneti 31 anni; pianista dall'età di 8 anni, organista, percussionista, ha conseguito la licenza in teoria e solfeggio al Conservatorio Cherubini di Firenze. Webmaster, operatore di marketing online e SEO. Twitter @albertomoneti