E’ stata indubbiamente il cavallo di battaglia della cantante francese Edith Piaf, ma col tempo La Vie En Rose è divenuto un vero e proprio classico della musica francese.
La stessa Piaf scrisse il testo, mentre la musica fu opera dell’italo-catalano Louis Guglielmi, meglio noto col suo nome d’arte Louiguy. Curiosamente, Edith Piaf ed il suo staff non dettero inizialmente molto credito a questa canzone, finchè non si accorsero che era divenuta la più gettonata tra gli audience presenti ai suoi concerti; da lì in avanti, venne riproposta in quasi tutti gli album che la cantante pubblicò fino alla sua morte, che avvenne nel 1963.
Nel 1998 le è stato riconosciuto uno speciale Grammy Hall Of Fame Amard.
Oltre alle numerosissime reinterpretazioni da parte di artisti noti (tra le quali si annoverano le incisioni di maggior successo ad opera di Grace Jones e Donna Summer), La Vie En Rose è la canzone francese che per eccellenza ha fatto da colonna sonora a molte scene girate in Francia per film da tutto il mondo, a significare proprio quanto essa sia divenuto un vero e proprio simbolo di questo paese.

Testo e accordi per chitarra di La Vie En Rose.

La Vie En Rose Guitar Chords Accordi per Chitarra Tab

C7            F
Des yeux qui font baisser les miens,
   D7       Gm
Un rire qui se perd sur sa bouche,
   C7     F               Cm6
Voila le portrait sans retouche,
              D7           C7
De l'homme auquel j'appartiens.

F                          Fm7
Quand il me prend dans ses bras,
                    F6
Qu'il me parle tout bas,
                  Gm7 C7
Je vois la vie en ro__se.
Gm7   C7              Gm7
Il me dit des mots d'amour,
    C7               Gm7
Des mots de tous les jours,
C7                 Dm C7
ça me fait quelque chose.
F                     Fm7
Il est entré dans mon coeur
               F6
Une part de bonheur
                    Bb
Dont je connais la cause.
Bbm                          F
C'est lui pour moi, moi pour lui dans la vie.
G7                             Dm/F# C7
Il me l'a dit, l'a juré pour la vie.
F                    Fm7
Et, dès que je l'aperçois,
                 Gm7
Alors je sens en moi
    C7        F
Mon coeur qui bat.

C7            F
Des nuits d'amour à ne plus finir,
     D7      Gm
Un grand bonheur qui prend sa place,
    C7       F               Cm6
Les ennuis, les chagrins s'effacent,
              D7           C7
Heureuse, heureuse à en mourir.

F                          Fm7
Quand il me prend dans ses bras,
                    F6
Qu'il me parle tout bas,
                  Gm7 C7
Je vois la vie en ro__se.
Gm7   C7              Gm7
Il me dit des mots d'amour,
    C7               Gm7
Des mots de tous les jours,
C7                 Dm C7
ça me fait quelque chose.
F                     Fm7
Il est entré dans mon coeur
               F6
Une part de bonheur
                    Bb
Dont je connais la cause.
Bbm                          F
C'est lui pour moi, moi pour lui dans la vie.
G7                             Dm/F# C7
Il me l'a dit, l'a juré pour la vie.
F                    Fm7
Et, dès que je l'aperçois,
                 Gm7
Alors je sens en moi
    C7        F
Mon coeur qui bat.

Articoli correlati

  • Un Disco All’Anno: 2002Un Disco All’Anno: 2002 Interpol - Turn On The Bright Lights Sempre da New York (casa madre degli Strokes) arriva un altro terremoto nel mondo della musica indipendente. In questo caso non si […]
  • Un Disco Italiano All’Anno: 2005Un Disco Italiano All’Anno: 2005 Afterhours - Ballate Per Piccole Iene Album di successo che conferma, qualora ce ne fosse ancora bisogno, quanto gli Afterhours siano una creatura musicale tutta da […]
  • Un Disco Italiano All’Anno: 2004Un Disco Italiano All’Anno: 2004 Verdena - Il Suicidio Dei Samurai I Verdena mostrano, alla prova del terzo disco, di saper suonare un sano e crudo rock italiano. Malinconia e rabbia agitano la verve […]
  • Un Disco All’Anno: 2001Un Disco All’Anno: 2001 The Strokes - Is This It? Is this it? è il vero è proprio spartiacque della musica indie rock degli ultimi dodici anni. Casablancas e soci hanno dato vita, non solo ad un […]

L'autore del post

Foto dell'autore
Alberto Moneti 29 anni; pianista dall'età di 8 anni, organista, percussionista, ha conseguito la licenza in teoria e solfeggio al Conservatorio Cherubini di Firenze. Webmaster, operatore di marketing online e SEO. Twitter @albertomoneti