Traspositore
0
Semplifica
Testo
Auto-scroll
Traspositore
0
Semplifica accordi
Dimensioni Testo
0
Auto-scroll
Video Stampa Segnala

La Donna Riccia: Accordi

Principiante o Intermedio? Scopri i nostri Corsi di Chitarra per tutti i livelli
Intro: LA MI7 LA pigghiati a cu ti pare si voi ti sposi MI7 LA però nun ti pigghiare la donna riccia, MI7 LA cu ricci e ricciteddi issa t'incanta MI7 LA però dopu du misi n'olè ti chianta! MI7 LA MI7 LA MI7 LA No no no no no riccia no SIm LA picchì pì ad ogni riccio ti caccia nu capriccio, MI7 LA la donna riccia nun la vogliu no SIm LA picchì pì ad ogni riccio ti caccia nu capriccio, MI7 LA la donna riccia nun la vogliu no MI7 LA la donna riccia nun la vogliu no MI7 LA prima olè te lassa poi olè te vasa, MI7 nun ci capisci nenti LA MI7 comu matassa ti 'mbriglia e ci ti sbriglia LA MI7 c'è cu 'mpazzisci però si ti carizza LA tu t'addummisci... MI7 LA MI7 LA MI7 LA No no no no no riccia no SIm LA picchì pì ad ogni riccio ti caccia nu capriccio, MI7 LA la donna riccia nun la vogliu no SIm LA picchì pì ad ogni riccio ti caccia nu capriccio, MI7 LA la donna riccia nun la vogliu no MI7 LA la donna riccia nun la vogliu no MI7 LA pigghiati a cu ti pare si voi ti sposi MI7 LA però nun ti pigghiare la donna riccia, MI7 LA cu ricci e ricciteddi issa t'incanta MI7 LA però dopu du misi n'olè ti chianta! MI7 LA MI7 LA MI7 LA No no no no no riccia no... SIm LA picchì pì ad ogni riccio ti caccia nu capriccio, MI7 LA la donna riccia nun la vogliu no SIm LA picchì pì ad ogni riccio ti caccia nu capriccio, MI7 LA la donna riccia nun la vogliu no MI7 LA la donna riccia nun la vogliu no MI7 LA la donna riccia nun la vogliu no MI7 LA la donna riccia nun la vogliu no
Principiante o Intermedio? Scopri i nostri Corsi di Chitarra per tutti i livelli

Credits

Autore: MODUGNO DOMENICO
Copyright: Lyrics © ACCORDO EDIZIONI MUSICALI
 

La Donna Riccia: Video

La Donna Riccia è un brano scritto e interpretato da Domenico Modugno, pubblicato come singolo in 78 e 45 giri nel 1954. Si tratta del terzo singolo realizzato dal cantautore pugliese, da lui stesso interamente scritto. Canzone che inizialmente non riscosse il successo sperato, per il quale avrebbe dovuto aspettare il suo trionfo sanremese del 1958 per rivalutare i brani degli esordi e quindi anche questa canzone. Una vivace e simpatica ballata popolare accompagnata dalla chitarra che vede come protagonista una signorina dai bei riccioli. Ad ogni ricciolo, però, corrisponde un capriccio!

Articoli correlati

  • Io Mammeta E TuIo Mammeta E Tu REm Ti avevo detto LA7 REm Dal primo appuntamento LA7 REm 'E nun purta' nisciuno appriesso a […]
  • Vitti ‘na CrozzaVitti ‘na Crozza RE LA7 Vitti na crozza supra nu cannuni RE Fui curiuso e ci vossi spiare SOL MIm Idda […]
  • Tu Si Na Cosa GrandeTu Si Na Cosa Grande SIm Tu si' 'na cosa grande pe' mme, MIm LA7 'na cosa ca me fa 'nnammura', RE 'na cosa ca si tu guarde a […]
  • Il Maestro di ViolinoIl Maestro di Violino allora è pronta signorina? sì maestro REb corregga la posizione dell'archetto, bene così FA, LAb/DO LA, MI SIbm RE, MI, […]
  • ‘O cafè‘O cafè Intro: DO#m7/5- FA#7 DO#m7/5- FA#7 SOL6 FA#7 SOL6 FA#7 FA#7 SIm MIm6+ FA#7 SIm O latte é buono e a ciucculat é doce SI7 […]

L'autore del post

Foto dell'autore
Alberto Moneti
34 anni, polistrumentista: pianoforte, chitarra, batteria, clarinetto. Ha conseguito la licenza in teoria musicale e solfeggio presso il Conservatorio Cherubini di Firenze. Dal 1997 è organista presso la Basilica di Santa Maria del Sasso, a Bibbiena (AR).