Traspositore
0
Semplifica
Testo
Auto-scroll
Traspositore
0
Semplifica accordi
Dimensioni Testo
0
Auto-scroll
Principiante o Professionista? Scopri i nostri Corsi di Chitarra per tutti i livelli

L’Eutanasia del Fine Settimana: Accordi

Intro: DO LAm DO LAm DO Scende il mostro della sera Nell'arena nazionale LAm Ed ognuno si connette SOL Al suo sogno artificiale DO Una doccia profumata Segue guerra con lo specchio LAm E la scarpa, quella giusta SOL Per poi dare un po' nell'occhio FA È già il terzo aperitivo E sembra ancora una tisana LAm SOL Preludio all'agonia DO LAm SOL DO LAm SOL Del fine settimana DO Esce musica fetente Dalla porta di un locale LAm E scosciate reginette SOL Che si affannano ad entrare DO Gambe lunghe come aironi Trasparenti da digiuno LAm Affonderanno i tacchi a spillo SOL Dentro i sogni di qualcuno FA È una notte di movida E folli desideri sparsi LAm SOL Che la vita è troppo breve, amore DO Per accontentarsi RE Ragnatele di tubi al Neon Luci gialle a Incandescenza SIm Sotto un cielo Rosso-Viola LA Che trasuda incoscienza RE C'è uno spacciatore nero Che alza più di una Puttana SIm Sul suo marciapiede stretto LA C'è una lunga fila indiana SOL Esce un tipo allucinato Dalla Metropolitana SIm LA Lui stanotte si è imbiancato sì RE Con una cerbottana! SIm LA RE Nell'Eutanasia del fine settimana DO LAm SOL DO LAm SOL DO Dal terrazzo al terzo piano C'è un'intrepida signora LAm Che sta urlando "Io vi ammazzo" SOL Credo almeno da mezz'ora DO Vorrei dirle che ha ragione Ma in fondo lei non può capire LAm Che già questo, tutto questo, SOL Non è forse un po' morire FA Nel delirio occidentale Per chi suona la campana LAm SOL DO È l'eutanasia del fine settimana LAm SOL DO LAm SOL È l'eutanasia del fine settimana DO LAm SOL DO LAm SOL DO
Principiante o Professionista? Scopri i nostri Corsi di Chitarra per tutti i livelli
 

L’Eutanasia del Fine Settimana: Video

L'Eutanasia del Fine Settimana è un brano scritto e inciso dai Negrita, contenuto nell'album 9 pubblicato nel 2015. Come si evince dal titolo, si tratta del nono lavoro in studio per la band di Arezzo, registrato tra New York e l'Irlanda del Nord. La canzone è il terzo singolo estratto dal disco, racconta un curioso sabato sera fatto di brutta musica, discoteche e tutto quel mondo della movida notturna... che spesso ci confonde tra illusione e realtà.

Articoli correlati

  • I Ragazzi Stanno BeneI Ragazzi Stanno Bene Intro: LA FA#m DO#m DO#m4 LA FA#m DO#m DO#m4 LA FA#m Tengo il passo sul mio tempo concentrato come un pugile […]
  • Il GiocoIl Gioco Intro: LAm DO MIm RE LAm DO MIm RE LAm DO MIm L'incendio di un tramonto nel buio della sera […]
  • La Tua CanzoneLa Tua Canzone Intro: MI LA FA#m7 LA SI MI E' un secolo che piove LA in questo buco di città FA#m7 gonfia di rimpianti LA SI e di […]
  • Mama MaéMama Maé LAm Mamamaè prega perche il mondo va più veloce di me Strumentale: LAm LAm Alzo lo stereo a palla per non pensare, alzo così tanto da farmi male RE […]
  • HollywoodHollywood Intro: FA# DO# MIadd9 SI FA# DO# Esco di scena e vado a camminare solo sui marciapiedi io volo MIadd9 […]

L'autore del post

Foto dell'autore
Alberto Moneti
33 anni, polistrumentista: pianoforte, chitarra, batteria, clarinetto. Ha conseguito la licenza in teoria musicale e solfeggio presso il Conservatorio Cherubini di Firenze. Dal 1997 è organista presso la Basilica di Santa Maria del Sasso, a Bibbiena (AR).