I Qualunquisti è un brano scritto e interpretato dal gruppo The Zen Circus contenuto nell’album Nati per subire pubblicato nel 2011. Settimo lavoro in studio per la band pisana, è il secondo completamente in lingua italiana. Disco che ottiene un buon riscontro di pubblico debuttando alla posizione n.31 della classifica dei dischi italiani più venduti. La canzone è una critica in musica sul qualunquismo e la vita troppo “normale”, che non si fa troppe domande.

Testo e Accordi.

The Zen Circus I Qualunquisti Accordi per Chitarra Chords Testo

Intro: SI DO#m FA# SI DO#m FA# SI DO#m SI l'ultimo dei tuoi problemi è trovare da mangiare DO#m SI l'ultimo dei tuoi pensieri è che qualcuno ti possa odiare DO#m SI non c'è niente di male nell'essere un consumatore DO#m SI tu vorresti anche capire ma nessuno te lo vuol spiegare SI DO#m SI DO#m SI DO#m SI giuro che mi fa arrabbiare questa storia della coerenza DO#m SI che solo chi l'ha sempre in bocca riesce a farne senza DO#m SI non credo di esser superiore anche io guardo sanremo DO#m SI e come diceva ghandi: "vincere e vinceremo" MI DO#m non chiamarci proletari FA# SI dai no, che non ce n'è bisogno MI DO#m FA# FA#7 FA#6 FA# piuttosto siam velleitari gente come te SI MI DO#m7 FA# pensa poco e ridi scemo che la vita è un baleno SI MI DO#m7 FA# ridi scemo e bacia tutti, prima o poi son tutti morti SI MI DO#m7 FA# ridi scemo e di gusto che sei nel paese giusto SI MI DO#m7 FA# FA#7 FA#6 FA# ridi pazzo e piangi forte e tira a campare SI DO#m7 FA# SI DO#m7 FA# SI DO#m SI l'ultimo dei tuoi problemi è la mobilità sociale DO#m SI che non s'è mai capito cosa vuol significare DO#m SI infatti siam tutti in giro che non si riesce a passare DO#m SI che ci sia di sociale ce lo devono spiegare SI DO#m SI DO#m SI DO#m SI son poveri di spirito i poveri in generale DO#m SI per diventare povero devi esser matto da legare DO#m SI un sorriso al posto giusto, un abbraccio alla mammina DO#m SI e come disse hitler: "alzati e cammina" MI DO#m non chiamarci comunisti FA# SI dai che non ce n'è più bisogno MI DO#m piuttosto siamo i qualunquisti FA# FA#7 FA#6 FA# gente come te SI MI DO#m7 FA# pensa poco e ridi scemo che la vita è un baleno SI MI DO#m7 FA# ridi scemo e bacia tutti, prima o poi son tutti morti SI MI DO#m7 FA# ridi scemo e di gusto che sei nel paese giusto SI MI DO#m7 FA# FA#7 FA#6 FA# ridi pazzo e piangi forte e tira a campare

Articoli correlati

  • Canzone di NataleCanzone di Natale Canzone di Natale è un brano scritto e interpretato dal gruppo The Zen Circus contenuto nell'album Andate tutti affanculo pubblicato nel 2009. Sesto lavoro in studio per la band […]
  • VivaViva Viva è un brano scritto e interpretato dal gruppo The Zen Circus contenuto nell'album Canzoni contro la natura pubblicato nel 2014. Ottavo lavoro in studio per la band pisana, […]
  • Figlio di PuttanaFiglio di Puttana Figlio di Puttana è un brano scritto e interpretato dal gruppo The Zen Circus contenuto nell'album Villa Inferno pubblicato nel 2008. Secondo lavoro in studio per la band pisana, […]
  • IleniaIlenia Ilenia è un brano scritto e interpretato dal gruppo The Zen Circus contenuto nell'album La terza guerra mondiale pubblicato nel 2016. Nno lavoro in studio per la band pisana, […]
  • Andate Tutti AffanculoAndate Tutti Affanculo Andate Tutti Affanculo è un brano del gruppo The Zen Circus contenuto nell'album omonimo pubblicato nel 2009. Sesto lavoro in studio per la band pisana, in realtà è il primo […]

L'autore del post

Foto dell'autore
Alberto Moneti
31 anni; pianista dall'età di 8 anni, organista, percussionista, chitarrista, ha conseguito la licenza in teoria e solfeggio al Conservatorio Cherubini di Firenze. Webmaster, operatore di marketing online e SEO.
The Zen Circus