Traspositore
0
Semplifica
Testo
Auto-scroll
Traspositore
0
Semplifica accordi
Dimensioni Testo
0
Auto-scroll
Video Stampa Segnala

Shenandoah: Accordi

Principiante o Intermedio? Scopri i nostri Corsi di Chitarra per tutti i livelli
DO LAm Oh, Shenandoah, I long to hear you FA DO Away, you rollin' river LAm FA O Shenandoah, I long to hear you. LAm MIm Away.. I'm bound to go LAm SOL DO 'Cross the wide Missouri. DO LAm 'Tis seven long years since I last saw you FA DO Away, you rollin' river DO LAm 'Tis seven long years since I last saw you LAm MIm Away.. I'm bound to go LAm SOL DO 'Cross the wide Missouri. DO LAm Oh Shenandoah, I'm bound to leave you FA DO Away, you rollin' river LAm FA O Shenandoah, I'll not deceive you, LAm MIm Away.. I'm bound to go LAm SOL DO 'Cross the wide Missouri.
Principiante o Intermedio? Scopri i nostri Corsi di Chitarra per tutti i livelli
 

Shenandoah: Video

A causa di un errore nel codice di YouTube, il video potrebbe al momento non essere visualizzato correttamente. Si prega di riprovare più tardi

Oh Shenandoah, conosciuto anche semplicemente come Shenandoah oppure come "Across The Wide Missouri", è un classico della tradizione musicale folk americana, risalente al 19esimo secolo ma di origini sconosciute. Secondo le più accreditate interpretazioni, la canzone narra di un commerciante americano che si innamora della figlia di un capo indiano, e che dovrà andare da questi per chiedere la mano della sua morosa e convincerlo a lasciarla andare con lui nel West America. La popolarità del brano è dovuta soprattutto ai marinai inglesi che erano soliti cantarla nella seconda metà del 1800, tant'è che nel 1882 ne fu pubblicato per la prima volta lo spartito dalla rivista Harper's Magazine, in un articolo intitolato "Le canzoni dei marinai". Nel 2006 Shenandoah è stata proposta come inno ufficiale dello stato americano del Virginia: passata la proposta al Senato, è stata però bocciata dalla Camera dei Deputati in quanto nel testo ufficiale non sono presenti alcune allusioni alla stessa Virginia. Difatti, sebbene nel suo territorio vi siano una Shenandoah Valley ed uno Shenandoah River, il titolo della canzone fa riferimento soltanto ad un capo indiano. Tra coloro che ne hanno inciso una propria versione figurano Pete Seeger, Van Morrison, Hayley Westenra, Bruce Springsteen, Bob Dylan, i Thin Lizzy.

Articoli correlati

  • You Are Not AloneYou Are Not Alone Intro: FA#7/4 SI FA#/LA# SOL#m7 Another day has gone, I'm still all alone, DO#m7 MI6/FA# how could […]
  • Come Mi VorrestiCome Mi Vorresti Intro: LA RE/LA LA SOL6/LA FA7+/LA SOL/LA LA LA Come mi vorresti vediamo un po' Prendi la matita ti seguirò SOL6/LA Fammi un […]
  • Il Diario degli ErroriIl Diario degli Errori Intro: MIm RE DOadd9 SOL MIm RE Ho lasciato troppi segni DOadd9 SOL Sulla pelle già strappata MIm RE DOadd9 Non c'è […]
  • PassionePassione FAm DO7 Dammi passione FAm FA7 Anche se il mondo non ci vuole bene, SIbm FAm Anche se siamo stretti da […]
  • Qualcosa QualcunoQualcosa Qualcuno Intro: DO MIm7 FA7+ SOL DO MIm7 FA7+ SOL DO MIm7 FA SOL Qualcosa, qualcuno lontano, forse vicino DO MIm7 FA […]

L'autore del post

Foto dell'autore
Alberto Moneti
34 anni, polistrumentista: pianoforte, chitarra, batteria, clarinetto. Ha conseguito la licenza in teoria musicale e solfeggio presso il Conservatorio Cherubini di Firenze. Dal 1997 è organista presso la Basilica di Santa Maria del Sasso, a Bibbiena (AR).