jcm 800

Questo ampli non ha certo bisogno di presentazioni. Grazie al gran sound, alla semplicità e all’estrema versatilità, fin dall’inizio della sua produzione il JCM 800 è diventato un must per ogni chitarrista rock che si rispetti. In più, visto l’apprezzamento generale da parte di una smisurata moltitudine di artisti (Angus Young, Billy Gibbons, Gery Moore, Zack Wilde, Kerry King solo per nominarne alcuni), ha rapidissimamente raggiunto lo status di icona.

Con i suoi 100W di pure valvole nella versione 2203 e 50W nella versione 2204, vi assicura tutta la potenza di cui avete bisogno. Caratteristica comune a tutti i JCM 800 è il fatto di essere una testata monocanale; il potenziometro Pre-Amp vi permetterà quindi di saturare il suono dell’ampli a piacimento (e con tutti quei Watt vi assicuro che c’è davvero da divertirsi!).
Tutti gli amplificatori della serie JCM 800 sono dotati di controlli Master, Presence, Bass, Middle e Treble. A differenza delle
versioni più datate, le testate più recenti possiedono l’Fx Loop, completo di switch true-bypass, molto utile quando vogliamo inserire effetti preservando però il suono originale dell’ampli.

Pur trattandosi di un ottimo amplificatore, se dovessi darvi un consiglio, cercherei di trovarmene una versione anni ’80, dato che la qualità di produzione (e di conseguenza anche sonora) della casa inglese negli ultimi anni è un po’ calata. Ma se il budget non ve lo permette, o magari non riuscite a trovarne uno “come si deve” non disperate, si tratta pur sempre di un amplificatore di buona qualità.

Il prezzo della 2203 (nuova) si aggira intorno ai 1300 €, mentre della 2204 (che ora è fuori produzione) varia tra i 600 e i 1600€, in base all’anno di produzione e a come è messa.

Per maggiori informazione visitate la pagina web Marshall.

Articoli correlati

  • Un Disco All’Anno: 2006Un Disco All’Anno: 2006 Arctic Monkeys - Whatever People Say I Am, That's What I'm Not Oltre a frantumare record di vendite, il disco di debutto degli Arctic Monkeys è una vera e propria bomba a […]
  • Un Disco All’Anno: 2001Un Disco All’Anno: 2001 The Strokes - Is This It? Is this it? è il vero è proprio spartiacque della musica indie rock degli ultimi dodici anni. Casablancas e soci hanno dato vita, non solo ad un […]
  • Un Disco Italiano All’Anno: 2002Un Disco Italiano All’Anno: 2002 Valentina Dorme - Capelli Rame Un album avvolgente, pieno di poesia ed immagini evocative, che fa persino tornare alla mente il maestro De Andrè. Queste sono le credenziali […]
  • Un Disco Italiano All’Anno: 2005Un Disco Italiano All’Anno: 2005 Afterhours - Ballate Per Piccole Iene Album di successo che conferma, qualora ce ne fosse ancora bisogno, quanto gli Afterhours siano una creatura musicale tutta da […]
  • Un Disco All’Anno: 2007Un Disco All’Anno: 2007 The National - Boxer Lo stile chitarristico e le ritmiche che hanno contraddistinto band ben più “selvagge” negli anni passati, li ritroviamo anche in questo album, […]

L'autore del post

Foto dell'autore
Alessio Falsini
31 anni, laureato in lingue, suona il basso e la chitarra elettrica dall'età di 16. Tecnico del suono oltre che musicista, studia e sperimenta tecniche di registrazione ed amplificazione.