Roland Juno Di blog

L’oggetto del giorno in questione è un sintetizzatore, il Juno Di della Roland. Si tratta di uno strumento appositamente creato per chi vieggia, leggero, compatto, ma altrettanto funzionale, dotato di suoni professionali e di un’interfaccia completa e di facile utilizzo che soddisferà sia i musicisti amatoriali che i professionisti.

Coi suoi 5.2 chilogrammi di peso, la possibilità di essere alimentata a batterie (8 x Ni-MH AA), riesce ugualmente ad ottenere suoni paragonabili a quelli dei suoi fratelli maggiori. Dispone di oltre 1000 suoni di altissima qualità che, attraverso il suo pannello di controllo user friendly, potrete editare come più preferite.

Inoltre, grazie al Song Player integrato, avrete l’opportunità di riprodurre brani musicali direttamente dal vostro synth, che potrete utilizzare anche come backing tracks. Il Song Player è in grado di riprodurre diversi formati audio: MP3, WAV, AIFF e SMF. Per utilizzare questa utilissima funzione avrete 2 possibilità: o collegare un qualsiasi dispositivo portatile all’ingresso EXT INPUT, oppure connettere un comune dispositivo USB direttamente al vostro synth, tramite la presa USB integrata.

Oltre a queste funzioni, il Juno Di dispone di ingresso Jack per microfono con effetti dedicati (vocoder e reverberi), effetti per gli strumenti, 5 controlli per modificare i suoni in tempo reale, connettore cuffie, MIDI I/O, connettore USB per PC, ecc… Ah, quasi dimenticavo; troverete compreso nella dotazione un software per l’editing dei suoni attraverso il PC.

Roland Juno Di blog2

Il prezo è estremamente accattivante, in quanto oscilla tra i 550 e i 600 €. Uno strumento perfetto per chi si muove molto, per il musicista squattrinato (come me…) e per chi vuol divertirsi col suo gruppo, ma non solo!

Per maggiori informazioni consultare il sito internet.

 

Player Audio

Articoli correlati

Lavora con noi

Musicista per video tutorial musicali Musicista per video tutorial musicali

L'autore del post

Foto dell'autore
Alessio Falsini
34 anni, laureato in lingue, suona il basso e la chitarra elettrica dall'età di 16. Tecnico del suono oltre che musicista, studia e sperimenta tecniche di registrazione ed amplificazione.