L’argomento di oggi è una chitarra elettrica, la RG 2550Z Prestige della Ibanez. Si tratta di una chitarra dallo stile molto moderno, pensata per i generi odierni che necessitano di strumenti con un alto grado di suonabilità, dotati di manici veloci e precisi, e tremoli funzionali ed efficaci. In poche parole, una sei corde versatile, funzionale, veloce nell’esecuzione, e potente nel sound. Che desiderare di più? Una cosa ci sarebbe, ma Ibanez ci ha già pensato: una grande qualità costruttiva accoppiata a prezzi ridotti e alla portata di tutti.

La RG 2550Z Prestige vanta un corpo in tiglio e un manico composito a 5 strati in acero e noce; questo è rifinito con cura di modo da risultare il più veloce e scorrevole possibile. Particolare attenzione, come in tutte le Prestige, è stata posta alla forma del manico e al grip della mano, curati in modo da essere più che confortevoli. La tastiera, in palissandro, possiede 24 tasti jumbo. Per quanto riguarda l’elettronica, invece, questa RG monta pickup Dimarzio Ibz nella configurazione HSH (humbucker, single-coil, humbucker), uno switch a 5 posizioni, un potenziometro per il volume e uno per i toni.

Un discorso a parte va fatto per il tremolo. La RG 2550Z monta l’Edge-Zero Tremolo di Ibanez – una specie di Floyd Rose – molto efficace e con delle caratteristiche davvero interessanti. Tanto per iniziare, a differenza dei tanti Floyd style, funziona molto bene. In più, possiede un sistema molto singolare, lo ZPS3 Zero Point System: questo “marchingegno” sta nella parte posteriore del body, all’interno dello scasso del ponte e serve per fissarlo al resto del corpo. La sua particolarità sta nel fatto che attraverso l’utilizzo di una stob bar e di due ulteriori molle, rende la chitarra più semplice da accordare e l’accordatura stessa più stabile.

Ma i vantaggi di questo ZPS3 Zero Point System non terminano qui: in caso di rottura di una corda, infatti, garantisce l’intonazione delle restanti, con i conseguenti vantaggi che immaginerete bene. Se comunque preferiste un classico ponte floating tremolo niente paura: non dovrete far altro che rimuovere la stop bar e il vostro ponte si trasformerà in un classico tremolo! Una caratteristica interessante sta nel capotasto bloccante: ha i bordi smussati, di modo che non ci sia il rischio di di farsi male con gli angoli (nei vecchi modelli capitava….).

Ci tengo ad aggiungere due parole per le finiture: sono molto belle, con tutto l’hardware di un nero/grigio particolare (Cosmo Black), compreso il battipenna e meccaniche (Gotho). Altro particolare davvero accattivante i segnatasti a forma di dente di squalo. A differenza dei classici, questi sono stilizzati, in quanto hanno soltanto la forma del contorno (mentre gli altri sono pieni). La chitarra, poi, è disponibile in due colorazioni: nera (Galaxy Black), e bianca (Galaxy White) ed è corredata di case rigida Deluxe Prestige.

Il prezzo della RG 2550Z Prestige, come detto nell’introduzione, è davvero interessante. Nuova si trova tra i 750 e gli 850 €, mentre nell’usato si scende fino ad addirittura 550 €. Si tratta di cifre più che ragionevoli, soprattutto se si pensa che ci troviamo di fronte a strumenti di grande qualità, e che escono dalla fabbrica praticamente già settati e pronti per l’utilizzo.

Per maggiori informazioni consultare il sito internet.

Articoli correlati

  • Un Disco All’Anno: 2007Un Disco All’Anno: 2007 The National - Boxer Lo stile chitarristico e le ritmiche che hanno contraddistinto band ben più “selvagge” negli anni passati, li ritroviamo anche in questo album, […]
  • Un Disco All’Anno: 2005Un Disco All’Anno: 2005 Bloc Party - Silent Alarm I Bloc Party esordiscono con un album interessante, e cioè quel Silent Alarm che verrà riconosciuto come “figliol prodigo” del revival anni 80, con […]
  • Un Disco Italiano All’Anno: 2002Un Disco Italiano All’Anno: 2002 Valentina Dorme - Capelli Rame Un album avvolgente, pieno di poesia ed immagini evocative, che fa persino tornare alla mente il maestro De Andrè. Queste sono le credenziali […]
  • Un Disco All’Anno: 2002Un Disco All’Anno: 2002 Interpol - Turn On The Bright Lights Sempre da New York (casa madre degli Strokes) arriva un altro terremoto nel mondo della musica indipendente. In questo caso non si […]

L'autore del post

Foto dell'autore
Alessio Falsini 30 anni; laureato in lingue, suona il basso e la chitarra elettrica dall'età di 16, autodidatta, e a tempo perso si dedica all'apprendimento del banjo. Tecnico del suono oltre che musicista, studia e sperimenta tecniche di registrazione ed amplificazione.