Nella mattina del 16 maggio Ronnie James Dio è scomparso a causa della malattia che, ormai da alcuni mesi, lo stava divorando. Noi di Accordi & Spartiti non potevamo certo rimanere insensibili, come la maggior parte dei media, ad una tale perdita.

Carriera

Dio è stato indubbiamente uno degli interpreti di spicco dell’heavy metal, una voce e uno stile unici che hanno ispirato generazioni di cantanti, professionisti e non. Si è rivelato al grande pubblico nel ’75, con l’album d’esordio dei Rainbow. Già dal ’57 aveva però iniziato a farsi apprezzare per le doti canore eccezionali, per la potenza della voce e le qualità interpretative. Fu proprio negli anni ’60 che Ritchie Blackmore lo sentì per la prima volta e, sorpreso per la sua bravura, dopo aver lasciato i Deep Purple, lo contattò per creare i Rainbow.

Dopo 4 album, finita l’esperienza con la band che lo aveva fatto conoscere in tutto il mondo, nel ’79 Dio fu “assoldato” dai BlackSabbath per rimpiazzare Ozzy Osbourne, dopo che questo aveva lasciato la band. Nel 1980 dette inoltre il via alla suo progetto solista, Dio, carriera parallela che ha generato perle del calibro di Rainbow in the Dark, Holy Diver, Don’t Talk to Strangers, The Last in Line, Stand Up and Shout e Sacred Heart.

Curiosità

  • Sono sicuro che molti di voi conoscono Ronnie James Dio come artista; forse però non tutti sapranno che, assieme a Gene Simmons, è uno dei principali responsabili della diffusione del gesto delle corna come simbolo del rock in genere.
  • Ronnie ha origini italiane (per la gioia dei fun nostrani!), infatti il suo vero cognome è Padavona; ha ripreso il suo “cognome d’arte” da un gangster italoamericano, tale Jonny Dio (Giovanni Ignazio Dioguardi) ed ha iniziato ad utilizzarlo nel ’61.
  • Nel 1999 è apparso in un episodio di South Park intitolato Hooked on Monkey Phonics.
  • Nel 2005 ha prestato la voce a Dr. X in Operation: Mindcrime II, il secondo atto del celebre concept album di Queensrÿche.

  • Nel 2006 è stato premiato col “Metal Guru Award” dal magazine Classic Rock nella cerimonia annuale “Roll Of Honour“.
  • Sempre nel 2006 ha recitato una piccola parte in “Tenacious D in The Pick of Destiny”, film del duo Jack Black e Kyle Gass (Tenacious D, appunto!), dove recita la parte di se stesso: appare al piccolo JB, tra le fiamme, per consigliarlo di lasciare il suo paesino e andarsene ad Hollywood se vuole diventare una rock star. Un aneddoto davvero divertente!
  • Nel 2007 è stato invece aggiunto al Rock Walk of Fame del Guitar Center di Hollywood, in California.
  • Lo scorso aprile è stato premiato come “Best Metal Singer” dalla rivista Revolver al “Golden Gods Awards” per The Devil You Know, l’album che ha registrato nel 2009 con gli Heaven & Hell (band che figura i componenti dei Black Sabbath dell’era di Dio) e che è l’ultimo lavoro che ha inciso.

Ronnie James Dio, come ho detto, è stato uno dei più grandi cantanti che l’heavy metal abbia avuto. Ci ha regalato una serie di lavori che sono delle pietre miliari di questo genere ed è uno di coloro che più di ogni altro ne hanno influenzato il modo di cantare. La musica, con lui, ha perso un grande interprete, una di quelle voci che sarà difficile eguagliare.

Di seguito troverte il servizio che Sky gli ha dedicato.

Sotto ancora troverete il pezzo con cui noi di Accordi & Spartiti vogliamo ricordarlo.

Articoli correlati

  • Un Disco All’Anno: 2002Un Disco All’Anno: 2002 Interpol - Turn On The Bright Lights Sempre da New York (casa madre degli Strokes) arriva un altro terremoto nel mondo della musica indipendente. In questo caso non si […]
  • Un Disco All’Anno: 2005Un Disco All’Anno: 2005 Bloc Party - Silent Alarm I Bloc Party esordiscono con un album interessante, e cioè quel Silent Alarm che verrà riconosciuto come “figliol prodigo” del revival anni 80, con […]
  • Un Disco All’Anno: 2007Un Disco All’Anno: 2007 The National - Boxer Lo stile chitarristico e le ritmiche che hanno contraddistinto band ben più “selvagge” negli anni passati, li ritroviamo anche in questo album, […]
  • Un Disco All’Anno: 2001Un Disco All’Anno: 2001 The Strokes - Is This It? Is this it? è il vero è proprio spartiacque della musica indie rock degli ultimi dodici anni. Casablancas e soci hanno dato vita, non solo ad un […]
  • Un Disco All’Anno: 2006Un Disco All’Anno: 2006 Arctic Monkeys - Whatever People Say I Am, That's What I'm Not Oltre a frantumare record di vendite, il disco di debutto degli Arctic Monkeys è una vera e propria bomba a […]

L'autore del post

Foto dell'autore
Alessio Falsini 30 anni; laureato in lingue, suona il basso e la chitarra elettrica dall'età di 16, autodidatta, e a tempo perso si dedica all'apprendimento del banjo. Tecnico del suono oltre che musicista, studia e sperimenta tecniche di registrazione ed amplificazione.