Traspositore
0
Semplifica
Testo
Auto-scroll
Traspositore
0
Semplifica accordi
Dimensioni Testo
0
Auto-scroll
Video Stampa Segnala

Daje de Tacco Daje de Punta: Accordi

Corsi di Chitarra Gratis: Questo è il migliore
Intro: RE RE Daje de tacco e daje de punta LA7 Quant'è bona la sora Assunta Tira lo spago e tira la sega RE Bona sera, bona sera RE LA7 Er baggi frutta fiori e questa è bella RE Se sposano tra loro pe' natura LA7 La fava se lo sposa er pisello RE La rosa sposa er giglio che matura Sposa l'aglio co' l'ortica, LA7 RE sposa er fico co' la persica LA7 RE Lo capirai, solo er finocchio nun se sposa mai LA7 Er giorno avanti de no sposalizio RE Er fidanzato bussa dalla sposa LA7 Prima der matrimonio vole lo sfizio RE Vo' vede da vicino quella cosa LA7 RE Lei accetta la proposta, LA7 RE e co' l'occhiale lui s'accosta LA7 RE Annusa bene poi dice questa qua nun se mantiene LA7 Un piccolo sorcetto poverello RE Piagneva come 'n'anima dannata LA7 Lui se sentiva 'n povero orfanello RE Quando la madre venne 'ntrappolata LA7 RE LA7 RE Fijo mio quanto me dole statte attento alle tagliole LA7 Je disse er padre: RE "Tu nun te fa frega come tu madre" LA7 Una bella signora stava ar mare RE E prese confidenza co' 'n negretto LA7 Cor sandalino lui la fa vogare RE Lei pija e remo in mano e lo tie' stretto LA7 RE LA7 RE Nove mesi all'ora esatta je fa un pupo caffelatte LA7 Lei ancora giura RE che è tutta corpa de' l'abbronzatura
Corsi di Chitarra Gratis: Questo è il migliore
 

Daje de Tacco Daje de Punta: Video

Daje de Tacco Daje de Punta, noto come "Il Ballo della Sora Assunta" è un brano tratto dal repertorio degli stornelli romani, inciso nel 1962 dal re di questo genere musicale: Alvaro Amici. Il cantante nato nel quartiere romano della Garbatella diventava agli inizi degli anni Sessanta il massimo esponente della canzone romanesca, tanto da incidere molti 33 giri in quella decade. La canzone è tra le più conosciute ed apprezzate di questo filone e cerca di spiegare in maniera goliardica il meccanismo della procreazione.

 

Articoli correlati

 Alvaro Amici: Vedi tutte le canzoni
Io Ci Avevo una Bella Balilla
Io Ci Avevo una Bella Balilla è un brano tratto dal repertorio degli stornelli romani, interpretato e inciso dal protag...

L'autore del post

Foto dell'autore
Alberto Moneti
36 anni, polistrumentista: pianoforte, chitarra, batteria, clarinetto. Ha conseguito la licenza in teoria musicale e solfeggio presso il Conservatorio Cherubini di Firenze. Dal 1997 è organista presso la Basilica di Santa Maria del Sasso, a Bibbiena (AR).