Traspositore
0
Semplifica
Testo
Auto-scroll
Traspositore
0
Semplifica accordi
Dimensioni Testo
0
Auto-scroll
Principiante o Intermedio? Scopri i nostri Corsi di Chitarra per tutti i livelli

Il Liberismo Ha i Giorni Contati: Accordi

MIm È difficile SOL resistere al Mercato, amore mio DO Di conseguenza andiamo in cerca di SOL rivoluzioni e vena artistica RE Per questo le avanguardie erano ok MIm DO almeno fino al '66 SOL DO SOL DO Ma ormai la fine va da sé RE SOL RE SOL DO SOL È inevitabile MIm SOL Anna pensa di soccombere al Mercato DO Non lo sa perché si è laureata SOL Anni fa credeva nella lotta RE/FA# adesso sta paralizzata in strada Finge di essere morta MIm DO Scrive con lo spray SOL4 SOL DO sui muri SOL4 SOL DO che la catastrofe RE è inevitabile SOL Vede la Fine In metropolitana Nella puttana che le si siede a fianco RE Nel tizio stanco SOL FA SOL Nella sua borsa di Dior Legge la Fine Nei sacchi dei cinesi Nei giorni spesi RE al centro commerciale Nel sesso orale SOL FA Nel suo non eccitarla più DO Vede la Fine in me che vendo SOL dischi in questo modo orrendo DO Vede i titoli di coda SOL RE SOL RE SOL nella Casa e nella Libertà SOL DO RE SOL RE SOL DO MIm SOL È difficile resistere al Mercato Anna lo sa DO Un tempo aveva un sogno stupido: SOL un nucleo armato terroristico RE/FA# Adesso è un corpo fragile che sa MIm DO d'essere morto e sogna l'Africa SOL4 SOL DO Strafatta SOL4 SOL DO compone poesie RE sulla Catastrofe SOL Vede la Fine In metropolitana Nella puttana che le si siede a fianco RE Nel tizio stanco SOL FA SOL Nella sua borsa di Dior Muore il Mercato Per autoconsunzione Non è peccato RE E non è Marx & Engels È l'estinzione SOL FA È un ragazzino in agonia DO Vede la Fine in me che spendo SOL soldi e tempo in un Nintendo DO dentro il bar della stazione SOL RE SOL RE SOL e da anni non la chiamo più SOL DO RE SOL RE SOL DO
Principiante o Intermedio? Scopri i nostri Corsi di Chitarra per tutti i livelli
 

Il Liberismo Ha i Giorni Contati: Video

Il Liberismo Ha i Giorni Contati è un brano scritto e inciso dai Baustelle, contenuto nell'album Amen pubblicato nel 2008. Quarto lavoro in studio per la band di Montepulciano, riscuote ottimo successo di pubblico aggiudicandosi il disco di platino e oltre 60,000 copie vendute. La canzone racconta la storia di Anna, schiacciata da delusioni e frustrazioni di una vita che appartiene ad un sistema, basato sul consumo e il commercio, che è destinato al fallimento.

Articoli correlati

  • Le RaneLe Rane MI MI7 Mentre scoprivamo il sesso MI MI7 ignari di ciò che sarebbe poi successo LA LA7+ LA LA7+ dopo la […]
  • Il Vangelo di GiovanniIl Vangelo di Giovanni DO4 DO DO4 DO Giorni senza fine, croci lungomare SOL4 SOL SOL4 SOL Profughi siriani, costretti a vomitare MI4 […]
  • BettyBetty Intro: LA REm LA/DO# Ride quando la tocchi DO6 SOL/SI Finge quando sorride LAm MI/SOL# Manda […]
  • La Morte (Non Esiste Più)La Morte (Non Esiste Più) Intro: LAm DO FA7+ MI7 LAm DO Nei tramonti dentro FA7+ gli occhi tuoi MI7 e lungo i viali LAm DO […]
  • La Guerra è FinitaLa Guerra è Finita Intro: MIm SIm MIm SIm MIm SIm MIm SIm MIm SIm LA MI Vivere non è possibile […]

L'autore del post

Foto dell'autore
Alberto Moneti
33 anni, polistrumentista: pianoforte, chitarra, batteria, clarinetto. Ha conseguito la licenza in teoria musicale e solfeggio presso il Conservatorio Cherubini di Firenze. Dal 1997 è organista presso la Basilica di Santa Maria del Sasso, a Bibbiena (AR).