Traspositore
0
Semplifica
Testo
Auto-scroll
Traspositore
0
Semplifica accordi
Dimensioni Testo
0
Auto-scroll
Video Stampa Segnala

Vieni sul Mar: Accordi

Principiante o Intermedio? Scopri i nostri Corsi di Chitarra per tutti i livelli
Intro: SIb6 FA/DO DO7 FA DO FA FA FA6 FA5+ FA Deh ti desta fanciulla la luna DO Spande un raggio s'i caro sul mar FA Vieni meco t'aspetta la bruna DO7 FA Fida barca del tuo marinar REm LA7 Ma tu dormi e non pensi al tuo fido REm SIb7 LA7 Ma non dorme chi vive d'a--mor FA SIb Io la notte a te volo sul lido FA/DO DO7 FA Ed il giorno a te volo col cor FA DO7/FA FA Vieni sul mar SIb/FA FA Vieni a vogar REm DO6 SIb FA/LA Sentirai l'ebbrezza FA/DO DO7 FA SIb6 FA/DO DO7 FA Del tuo marinar DO FA FA FA6 FA5+ FA Addio dunque riposa e do---mani DO Quando l'alba a svegliarti verrà FA Sopra lidi lontani lontani DO7 FA L'infelice nocchiero sarà REm LA7 Ma tu dormi e non pensi al tuo fido REm SIb7 LA7 Ma non dorme chi vive d'a--mor FA SIb Io la notte a te volo sul lido FA/DO DO7 FA Ed il giorno a te volo col cor FA DO7/FA FA Vieni sul mar SIb/FA FA Vieni a vogar REm DO6 SIb FA/LA Sentirai l'ebbrezza FA/DO DO7 FA SIb6 FA/DO DO7 FA Del tuo marinar DO FA FA FA6 FA5+ FA Da quel giorno che t'ho cono---sciuta DO Oh fanciulla di questo mio cuor FA Speme e pace per te ho perduto DO7 FA Perché t'amo d'un immenso amor REm LA7 Fra le belle tu sei la più bella REm SIb7 LA7 Fra le rose tu sei la più fin FA SIb Tu del ciel sei brillante stella FA/DO DO7 FA Ed in terra sei beltà divin FA DO7/FA FA Vieni sul mar SIb/FA FA Vieni a vogar REm DO6 SIb FA/LA Sentirai l'ebbrezza FA/DO DO7 FA Del tuo marinar FA DO7/FA FA Vieni sul mar SIb/FA FA Vieni a vogar REm DO6 SIb FA/LA Sentirai l'ebbrezza FA/DO DO7 FA SIb6 FA/DO DO7 FA Del tuo marinar
Principiante o Intermedio? Scopri i nostri Corsi di Chitarra per tutti i livelli

Credits

Autore: G. B. ANIELLO
Copyright: LYRICS © SUGARMUSIC S.P.A.
 

Vieni sul Mar: Video

Vieni sul Mar è un brano interpretato e inciso dal grande Enrico Caruso, pubblicato come singolo in 78 giri nel 1911. Brano che fa parte delle pietre miliari della Canzone italiana, mette in scena una romantica storia d'amore tra una donna e il suo marinaio dove il mare tiene distanti i due innamorati in un misto di dolore, nostalgia e desiderio. È uno dei cavalli di battaglia del tenore napoletano, il quale ha sempre saputo intepretare con maestria e trasporto emozionale questo repertorio.

Articoli correlati

  • A VucchellaA Vucchella Intro: FA# DO#7 SOL#m7 DO#7 FA# RE#7 SOL#m DO#7 FA# FA# SOLdim SOL#m7/4 DO#7 FA# SOLdim Sì comm’a nu sciurillo” SOL#m7/4 DO#7 […]
  • Tu Ca Nun ChiagneTu Ca Nun Chiagne Intro: SOLm REm MIb LA7 REm REm LA7/9- REm SOLm Comm'è bella 'a muntagna stanotte... REm SOLm LA7 Bella accussí, […]
  • Fenesta Ca LuciveFenesta Ca Lucive Intro: MI7 LAm REm6+ MI7 LAm MI7 LAm FA LAm/MI MI7 LAm LAm REm/LA LAm Fenesta ca lucive e mo nun luce, MI7 […]
  • Torna a SurrientoTorna a Surriento Intro: MI MI7+ FA#m7 SI7 SI7/5+ MI LAm MIm/SI SI7 MIm MIm Vide 'o mare quant’è bello, LAm MIm spira tanto […]
  • Core ‘NgratoCore ‘Ngrato Intro: SOLm LAb7+ SIb MIb/SOL FAm7 MIb/SIb SIb7 MIb MIb SOLm/RE DOm Catarì, Cata----rì SIb6 Pecchè mm"e ddice […]

L'autore del post

Foto dell'autore
Alberto Moneti
34 anni, polistrumentista: pianoforte, chitarra, batteria, clarinetto. Ha conseguito la licenza in teoria musicale e solfeggio presso il Conservatorio Cherubini di Firenze. Dal 1997 è organista presso la Basilica di Santa Maria del Sasso, a Bibbiena (AR).