TAB DISPONIBILE

Stai cercando la tablatura per chitarra di "Khorakhanè"?
Vai alla tablatura

Khorakhanè (a forza di essere vento) è un brano scritto e interpretato dall’indimenticabile Fabrizio De Andrè contenuto nell’album Anime salve pubblicato nel 1996. Ultimo lavoro discografico per il cantautore genovese, scomparso nel 1999, è stato composto con la collaborazione di un altro cantautore genovese, Ivano Fossati. La canzone è un omaggio al popolo Rom, una ballata molto intensa ed emozionante, accompagnata principalmente dalla chitarra. La coda, in lingua romanì, è cantato dalla moglie Dori Ghezzi.

Khorakhanè Accordi Chords Testo

SOL Il cuore rallenta la testa cammina DOadd9 in quel pozzo di piscio e cemento SOL a quel campo strappato dal vento RE a forza di essere vento SOL porto il nome di tutti i battesimi DOadd9 ogni nome il sigillo di un lasciapassare SOL per un guado una terra una nuvola un canto RE SOL un diamante nascosto nel pane DOadd9 SOL per un solo dolcissimo umore del sangue RE SOL per la stessa ragione del viaggio viaggiare SOL Il cuore rallenta e la testa cammina MIm in un buio di giostre in disuso DOadd9 SOL qualche rom si è fermato italiano REadd9 RE7 come un rame a imbrunire su un muro SOL saper leggere il libro del mondo DOadd9 con parole cangianti e nessuna scrittura SOL nei sentieri costretti in un palmo di mano FA6 MIm7 i segreti che fanno paura RE6 DOadd9 SOL finché un uomo ti incontra e non si riconosce RE7 SOL e ogni terra si accende e si arrende la pace
REm LA7 i figli cadevano dal calendario REm DOadd9 SIbadd9 Yugoslavia Polonia Ungheria FA i soldati prendevano tutti DOadd9 RE7 e tutti buttavano via
SOL e poi Mirka a San Giorgio di maggio MIm tra le fiamme dei fiori a ridere a bere DOadd9 SOL e un sollievo di lacrime a invadere gli occhi RE MIm DO SOL/SI LAm7 SOL e dagli occhi cadere
REm REm/FA LA/DO# LA/SOL ora alzatevi spose bambine REm DOadd9 SIbadd9 che è venuto il tempo di andare FA con le vene celesti dei polsi DOadd9 RE7 anche oggi si va a caritare
SOL e se questo vuol dire rubare MIm7 questo filo di pane tra miseria e sfortuna DOadd9 SOL allo specchio di questa kampina FA6 MIm7 ai miei occhi limpidi come un addio RE6 DOadd9 SOL lo può dire soltanto chi sa di raccogliere in bocca RE MIm DO SOL/SI LAm7 SOL il punto di vista di Dio
DO LAm FA MI7 Cvava sero po tute LAm i kerava SIm7/5- MI7 LAm jek sano ot mori FA MI7 LAm i taha jek jak kon kasta SIm7/5- MI7 vasu ti baro nebo FA avi ker
MIm DO SI7 MIm kon ovla so mutavia kon ovla FA#m7/5- SI7 MIm ovla kon ascovi DO SI7 MIm me gava palan ladi me gava FA#m7/5- SI7 MIm palan bura ot croiuti

Articoli correlati

  • La Guerra Di PieroLa Guerra Di Piero La Guerra di Piero è una composizione di Vittorio Centanaro, amico chitarrista di Fabrizio De Andrè. I diritti del brano però appartengono al cantautore genovese perchè solo […]
  • Via Del CampoVia Del Campo La Via del Campo cantata da Fabrizio De Andrè è un'antichissima strada lastricata del centro storico di Genova. Il cantautore ne descrisse a suo tempo l'aspetto più peccaminoso […]
  • Hotel SupramonteHotel Supramonte Hotel Supramonte è un brano scritto e interpretato dal grandissimo Fabrizio De Andrè contenuto nell'album L'Indiano pubblicato nel 1981. In realtà il titolo ufficiale è […]
  • AndreaAndrea Andrea è un brano pubblicato nel 1978 col nono album di Fabrizio De Andrè, dal titolo Rimini, composto dallo stesso assieme all'amico arrangiatore Massimo Bubola. La storia […]
  • Se Ti Tagliassero a PezzettiSe Ti Tagliassero a Pezzetti Se Ti Tagliassero a Pezzetti è un brano scritto e interpretato dal grande Fabrizio De Andrè contenuto nell'album che inizialmente era anonimo ma che, prendendo spunto dalla […]

L'autore del post

Foto dell'autore
Alberto Moneti
31 anni; pianista dall'età di 8 anni, organista, percussionista, chitarrista, ha conseguito la licenza in teoria e solfeggio al Conservatorio Cherubini di Firenze. Webmaster, operatore di marketing online e SEO.
Fabrizio de Andrè