Traspositore
0
Semplifica
Testo
Auto-scroll
Traspositore
0
Semplifica accordi
Dimensioni Testo
0
Auto-scroll
Video Stampa Segnala

Ottocento: Accordi

Chitarra solista: Impara a suonare gli Assoli di Chitarra
MIb SIb7 Cantami di questo tempo MIb l'astio e il malcontento SIb di chi è sottovento MIb MIb/REb e non vuol sentir l'odore LAb/DO LAb di questo motor MIb che ci porta avanti MIb/REb quasi tutti quanti LAb/DO LAbm7+/SI maschi, femmine e cantanti MIb/SIb LAb su un tappeto di contanti SIb7 MIb nel cielo blu SIb7 Figlia della mia famiglia MIb sei la meraviglia SIb7 già matura e ancora pura LAb come la verdura di papà MIb Figlio bello e audace SIb7 bronzo di Versace MIb SIb figlio sempre più capace MIb di giocare in borsa MIb/REb LAb/DO LAb di stuprare in corsa e tu MIb MIb/REb moglie dalle larghe maglie LAb/DO dalle molte voglie LAbm7+/SI esperta di anticaglie MIb/SIb LAb SIb7 MIb scatole d'argento ti regalerò
FA DO7 FA DO7 FA FA/MIb SIb/RE SIb FA FA/MIb Ottocento Novecento SIb/RE SIbm7+/REb Millecinquecento scatole d'argento FA/DO SIb DO7 FA fine Settecento ti regalerò DO7 Quanti pezzi di ricambio FA quante meraviglie DO7 quanti articoli di scambio SIb quante belle figlie da sposar FA e quante belle valvole e pistoni DO7 fegati e polmoni SIb SIbm FA e quante belle biglie a rotolar DO SIb FA e quante belle triglie nel ma------r
MIb SIb/RE Figlio figlio povero figlio LAb7+/DO LAb7+ LAb6 eri bello bianco e vermiglio MIb SIb/RE LAb/DO quale intruglio ti ha perduto nel Naviglio MIb SIb/RE figlio figlio unico sbaglio DOm7 LAb7+ LAb6 annegato come un coniglio MIb SIb7 LAb per ferirmi, pugnalarmi nell'orgoglio SIb MIb a me a me SIb LAb che ti trattavo come un figlio SIb7 MIb SIb LAbadd9 povero me domani ...andrà meglio
FA DO7 Ein klein pinzimonie FA wunder matrimonie DO7 krauten und erbeeren FA FA/MIb und patellen und arsellen SIb/RE SIb fischen Zanzibar FA und einige krapfen FA/MIb frùer vor schlafen SIb/RE SIbm7+/REb und erwachen mit walzer FA/DO SIb DO7 FA und Alka-Seltzer fùr dimenticar DO7 Quanti pezzi di ricambio FA quante meraviglie DO7 quanti articoli di scambio SIb quante belle figlie da sposar FA e quante belle valvole e pistoni DO7 fegati e polmoni SIb SIbm FA e quante belle biglie a rotolar DO SIb DO SIb/RE DO7/MI e quante belle triglie nel mar... FA DO7 FA FA DO7 FA SIb FA DO7 FA SIb FA DO7 FA SIb FA DO7 FA SIb FA DO7 FA SIb FA DO7 FA SIb FA DO7 FA SIb FA DO7 FA SIb FA DO7 FA SIb FA DO7 FA DO7 FA
Chitarra solista: Impara a suonare gli Assoli di Chitarra

Credits

Autori: DE ANDRE FABRIZIO, PAGANI MAURO
Copyright: © MACU EDIZIONI MUSICALI S.A.S., NUVOLE ED. MUS. S.A.S., UNIVERSAL MUSIC PUBLISHING RICORDI S.R.L.
 

Ottocento: Video

Ottocento è un brano scritto e interpretato da Fabrizio De Andrè, contenuto nell'album Le nuvole pubblicato nel 1990. Dodicesimo lavoro in studio per il cantautore di Genova, è il disco che conferma la preziosa collaborazione con l'amico Mauro Pagani, iniziata negli anni '80. La canzone è il brano d'apertura del disco, che fa seguito all'introduzione recitata di "Le nuvole"; un simpatico valzer viennese che critica in maniera ironica il sistema capitalista odierno, iniziato appunto nell'Ottocento.

Articoli correlati

 Fabrizio De Andrè: Vedi tutte le canzoni
La Canzone dell’Amore Perduto
La Canzone Dell'Amore Perduto è un singolo inciso da Fabrizio De Andrè e pubblicato in 45 giri nel 1966 dall'etichetta...
Via Del Campo
La Via del Campo cantata da Fabrizio De Andrè è un'antichissima strada lastricata del centro storico di Genova. Il can...
Fiume Sand Creek

Sempre: DO DO4 DO Si son presi il nostro cuore FA DO sotto una coperta scura sotto una luna morta piccola FA DO dormivamo senza […]

La Guerra di Piero
La Guerra di Piero è una composizione di Vittorio Centanaro, amico chitarrista di Fabrizio De Andrè. I diritti del bra...
La Canzone Di Marinella

LAm REm Questa di Marinella è la storia vera SOL DO LAm che scivolò nel fiume a primavera LA7 REm REm7 ma il vento che […]

L'autore del post

Foto dell'autore
Alberto Moneti
35 anni, polistrumentista: pianoforte, chitarra, batteria, clarinetto. Ha conseguito la licenza in teoria musicale e solfeggio presso il Conservatorio Cherubini di Firenze. Dal 1997 è organista presso la Basilica di Santa Maria del Sasso, a Bibbiena (AR).