Traspositore 0
Semplifica
Testo
Auto-scroll
Traspositore 0
Semplifica accordi
Dimensioni Testo 0
Auto-scroll
Video-Corso per Imparare a Suonare la Chitarra da Zero. Clicca qui.

Un Blasfemo: Accordi

Intro: SIbm LAb SOLb6 FA SIbm LAb SOLb6 FA SIbm REb SOLb LAb Mai più mi chinai, nemmeno su un fiore, SIbm REb SOLb LAb più non arrossii nel rubare l'amore REb SIbm MIbm FA dal momento che Inverno mi convinse che Dio REb SIbm LAb FA7 SIbm non sarebbe arrossito rubandomi il mio REb SOLb LAb Mi arrestarono un giorno per le donne ed il vino, SIbm REb SOLb LAb non avevano leggi per punire un blasfemo, REb SIbm MIbm FA non mi uccise la morte ma due guardie bigotte REb SIbm LAb FA7 SIbm mi cercarono l'anima a forza di botte SIbm REb SOLb LAb Perché dissi che Dio imbrogliò il primo uomo, SIbm REb SOLb LAb lo costrinse a viaggiare una vita da scemo, REb SIbm MIbm FA nel giardino incantato lo costrinse a sognare, REb SIbm LAb FA7 SIbm a ignorare che al mondo c'è il bene e c'è il male REb SOLb LAb Quando vide che l'uomo allungava le dita SIbm REb SOLb LAb a rubargli il mistero d'una mela proibita REb SIbm MIbm FA per paura che ormai non avesse padroni REb SIbm LAb FA7 SIbm LAb MIbm FA lo fermò con la morte, inventò le stagioni SIbm REb SOLb LAb SIbm REb SOLb LAb REb SIbm MIbm FA REb SIbm LAb FA7 SIbm ...mi cercarono l'anima a forza di botte SIbm REb SOLb LAb E se furon due guardie a fermarmi la vita, SIbm REb SOLb LAb è proprio qui sulla terra la mela proibita, REb SIbm MIbm FA e non Dio ma qualcuno che per noi lo ha inventato, REb SIbm LAb FA7 SIbm ci costringe a sognare in un giardino incantato, REb SIbm LAb FA7 SIbm ci costringe a sognare in un giardino incantato..
Video-Corso per Imparare a Suonare la Chitarra da Zero. Clicca qui.

Un Blasfemo: Video

Un Blasfemo è un brano scritto e interpretato da Fabrizio De Andre contenuto nell'album Non al denaro, non all'amore ne al cielo pubblicato nel 1971. Quinto lavoro in studio per il grande cantautore genovese, si ispira alla celebre "Antologia di Spoon River" scritta da Edgar Lee Masters nel 1915 e tradotta in Italiano da Fernanda Pivano nel 1943. La canzone, scritta come le altre in collaborazione con Nicola Piovani, parla di un uomo che accusa pubblicamente Dio di aver ingannato l'umanità, per questo viene condannato per blasfemia, ammazzato di botte da due guardie bigotte.

Articoli correlati

  • Amico FragileAmico Fragile REm MIb Evaporato in una nuvola rossa, REm in una delle molte feritoie della notte MIb con un bisogno d'attenzione e d'amore […]
  • Il Testamento di TitoIl Testamento di Tito SIbm FAm SOLb REb Non avrai altro Dio, all'infuori di me, SOLb LAb REb spesso mi ha fatto pensare: SIbm FAm […]
  • SidunSidun Intro: FA#m7 FA#m6+ FA#m7 FA#m6+ FA#m FA#m6+ U mæ ninin u mæ FA#m FA#m6+ u mæ FA#m7 FA#m6+ lerfe grasse au su FA#m7 FA#m6+ LA […]
  • OceanoOceano Intro: DO#m7/9 SI DO#m SI DO#m LA MI FA#m SI MI SI LA SI MI SI LA MI Quanti cavalli hai tu seduto alla porta SI […]
  • Quello Che Non HoQuello Che Non Ho MI Quello che non ho è una camicia bianca quello che non ho è un segreto in banca LA quello che non ho […]

L'autore del post

Foto dell'autore
Alberto Moneti
32 anni; pianista dall'età di 8 anni, organista, percussionista, chitarrista, ha conseguito la licenza in teoria e solfeggio al Conservatorio Cherubini di Firenze. Webmaster, operatore di marketing online e SEO.
Fabrizio de Andrè